Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

FESTIVAL DEL MEDITERRANEO: TUTTO PRONTO PER DOMANI

festival-mediterraneo

Si inaugura domani sera, all’ombra della Torre Dodecagonale, la XXIV Edizione del Festival Mediterraneo città di Conversano, quest’anno titolato: “Sulla via della Seta”, presenta il giornalista Mimmo Orlando. 

Seguendo il ritmo cadenzato delle melodie mediterranee dei Kabila (gruppo italo-libanese), le donne, le modelle dell’Arabia Saudita, guidate dalla linea di moda dell’artista Waed, saliranno sul palcoscenico del Festival, che tanti grandi hanno calcato, per iniziare questo affascinante percorso, da secoli indicata come la via della commercializzazione e dell’apertura degli scambi umani, culturali e commerciali, che dall’Oriente giungevano fino a noi.    

festival---kablaSarà proprio la Porta d’Oriente, la Puglia, protagonista di questo singolare evento teso ad abbattere, le differenze, l’omertà e i silenzi che da secoli ormai, come la stessa cultura dell’Islam, veniva emarginata. Sei affascinanti donne, non più con lo chador, ma con i loro meravigliosi abiti di seta sottolineeranno le poesie musicali che il gruppo italo-libanese, i Kabìla, eseguiranno nel concerto live durante la kermesse, che vedrà protagonisti anche i seguenti artisti: Stratos Diamantis (X-Darawish) ed il cantautore e poeta pugliese Alessandro Robles.

Il Festival Mediterraneo, giunto alla XXIV Edizione Internazionale, ideato e diretto da Gino Locaputo si avvale del patrocinio della Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo e al Turismo, Presidenza della Provincia di Bari Comune di Conversano – Assessorato alla Cultura.

PREMIO SPECIALE - Prestigioso riconoscimento al Gruppo Telenorba sarà conferito al suo presidente, Luca Montrone, di fatti il Comitato Internazionale del Festival Mediterraneo, in questa particolare XXIV edizione, denominata: “Sulla via della seta”, ha voluto conferire questo premio speciale all’emittente televisiva che mai come in questo momento sta lottando “nei meandri dell’informazione”, per dare dignità a questo Sud il più delle volte bistrattato dai giochi di potere che si consumano nella Capitale, all’ombra di ideologie economiche che sfiorano la follia. Nessuno può imporre e specialmente all’informazione certe regole di parte che danneggiano l’immagine di questa parte d’Italia che immersa nel Mediterraneo, da anni lotta per l’affermazione del diritto inalienabile, che è quello della libertà. Il premio all’ingegner Luca Montrone, sarà conferito ufficialmente nella speciale serata di apertura del Festival Mediterraneo.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI - Ancora all’insegna della donna e del Mediterraneo la seconda giornata che si celebra nel salone del Castello Aragonese, Domenica 25 Luglio alle ore 11:00 con presenze di donne nel campo della poesia, della politica e del sociale, come Nadia Accetti presidente nazionale dell’associazione DonnaDonna, gli assessori Regionali Silvia Godelli e il giornalista palestinese Samir Al Qaryouti, Amira Abu Amra presidente della Comunità Palestinese di Puglia e Basilicata; la stilista di moda della Arabia Saudita Waed, con il saluto degli Onori di casa del Sindaco Giuseppe Lovascio. La serata di domenica si conclude con il concerto in piazza Castello dei Milagro Acustico e  le danze della Terra di Islam eseguite dalla danzatrice turca Eda Ozbakay. Unito all’omaggio canoro  al Festival Mediterraneo dell’artista Waed.

Gran finale Lunedì 26 Luglio ad iniziare dalle 21.30 in Piazza Castello con il concerto live dei Rione Junno, dal titolo Tarant Beat. Gruppo nato con il pregevole supporto di Eugenio Bennato già premio Mediterraneo nell’edizione del Festival 1999, quando cominciò il suo percorso musicale con Taranta Power.

La serata proseguirà con Oracles, percorso sonoro con le contaminazioni di tutti gli artisti del Festival Mediterraneo.

Commenti 

 
#1 mah 2010-07-26 03:34
ma basta con questa buffonata, senza offendere chi fa il buffone per mestiere!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI