Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

A CONVERSANO SIMPLE MINDS IN CONCERTO

simple-minds

Un grande successo ieri sera per i Simple Minds, che hanno suonato il loro repertorio davanti ad un pubblico di appassionati e nostalgici della musica new wave degli anni Settanta-Ottanta.Trentacinque milioni di album venduti, una carriera trentennale e un tour, “Graffiti Soul World Tour”, che li ha portati in giro per il mondo e per grandi città italiane come Firenze, Torino, Padova.

Il concerto, unico nel Sud e ultimo italiano è stato aperto dalla band romana Velvet, che ha suonato pezzi di repertorio e alcuni singoli del nuovo album per oltre trenta minuti. Un po’ di attesa prima dell’inizio, ma poi tutto prosegue da copione. Il palco, allestito in corso Domenico Morea, accanto alla torre Dodecagonale ha visto l’entusiasmo di un pubblico infervorato dalla grinta e dal carisma di Jim Kerr, leader del gruppo, classe 1959.

Si comincia con “Theme for great cities”, a seguire “Sanctify your self”. Tantissimi i brani famosi suonati tra cui l’indimenticabile “Don’t you forget (About me)”, che sancì il loro successo. Il pezzo più suggestivo, però, è stato “Mandela day”, dedicato a Nelson Mandela, leader anti-segregazionista.

L’impegno politico del gruppo scozzese inizia negli anni Ottanta, quando abbracciando cause umanitarie decide di sostenere l’impegno di Amnesty Internetional, attraverso concerti e altre iniziative. Un altro successo della nostra città peccato, però, che la maggior parte degli eventi più importanti e più belli siano a pagamento.

 

Commenti 

 
#1 ho pagato il biglietto! 2010-08-11 22:40
Signori, complimenti un evento eccezionale, non il solito concerto polpettone che alcuni gruppi propongono ormai alla fine della propria carriera ma un vero e proprio concerto con artisti strepitosi ma, devo fare un appunto all'organizzazione:
Vengo da lontano (relativamente) ho acquistato il biglietto presso le rivendite pagando 30 euro + 4 di prevendita arrivo a Conversano e trovo disonibilità di tagliandi tali che se fossi stato avvisato avrei risparmiato per due biglietti 8 euro (non pochi in questo periodo).
Bene a questo poi vorrei associare che una volta iniziato il concerto non vi era nemmeno un addetto alla sicurezza all'interno dell'area del concerto. perchè dico questo? Perchè la gente assiepata fuori ha praticamente tolto dalle inferriate il telo verde che ostruiva la visuale e comodamente seduta ai vari pub ha goduto del concerto. E noi che abbiamo pagato? Peccato un concerto bellissimo ma, un'organizzazione da dilettanti!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI