Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

LECTOR IN FABULA: INIZIA LA SESTA EDIZIONE

LECTOR-presentazione

Si è tenuta in tarda mattinata presso la sala consiliare la cerimonia di inaugurazione di Lector in fabula, giunto alla sesta edizione. Il festival è organizzato dalla Fondazione “Giuseppe Di Vagno”, in collaborazione con i Presidi del Libro e la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bari.

Il filo conduttore di quest’anno, come ha precisato il presidente della fondazione, Gianvito Mastroleo, è dunque una riflessione “sull’Italia che manca pensando a quell’Italia che si sarebbe voluta costruire nel corso di questi centocinquant’anni e che forse già dall’avvio non fu possibile realizzare”.

L’idea è quella di sviluppare un dibattito sui valori fondanti della comunità nazionale e sul significato dell’essere italiani. Alla conferenza sono intervenute numerose autorità: il presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli, l’assessore al Mediterraneo della Regione Puglia Silvia Godelli, il sindaco Giuseppe Lovascio, l’assessore alla Cultura Pasquale Sibilia, Filomena Liturri, presidente dell’associazione “Presidi del Libro”.

Quest’ultima ha descritto il Presidio del Libro come una sentinella della cultura, tesa a far emergere le migliori capacità dei cittadini. Il sindaco ha, invece, posto l’accento sulla cultura, definendola “indispensabile per tutelare la libertà”. Sintetico l’intervento del presidente Schittulli, che ha incitato i giovani a riacquistare il diritto di appartenenza alla patria. Interessanti le parole dell’assessore al Mediterraneo: “I festival sono una palestra di civiltà, in particolare Lector in fabula ha compiuto un salto di qualità aumentando gli eventi e migliorando notevolmente la promozione degli stessi. Il futuro dell’Italia è: cultura, civiltà e turismo di qualità”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI