Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

SIBILIA: DAL TINTORETTO AL CONTENITORE AUTUNNALE

TINTORETTO

La mostra del Tintoretto si è conclusa lo scorso 5 settembre e le tele del Finoglio sono tornate da Lille. Ora che sono a “casa” avete pensato a ricollocarle e a valorizzarle nuovamente?

“Per quanto riguarda le tele del Finoglio abbiamo un’opportunità: abbassare finalmente la loro posizione, in modo da migliorarne la visuale. Abbiamo ottenuto un finanziamento regionale di 144mila euro ed uno comunale di 21mila per poter completare o il primo o il secondo piano del castello. Questa somma sarà spesa per il progetto che risulterà migliore”.

L'iniziativa ha riscosso grande successo. Per il prossimo anno cosa ha in mente l’amministrazione in quanto a eventi culturali?

“In realtà le due mostre hanno riscosso successo. A Lille sono stati 53mila i visitatori delle tele, tanto che i francesi sono stati i turisti più presenti nell’estate conversanese. I progetti sono tanti. Uno importantissimo è valorizzare un patrimonio che possediamo: le tele del Netti. Queste saranno ospitate in tre mostre. Una, organizzata da Dario Matteoli, dirigente della pinacoteca nazionale di Pisa, sarà allestita a Rovigo e Fratta Polesina, città gemellata con Conversano. Un’altra a Santeramo, patria del Netti ed infine una a Barletta. Nel 2011 arriva la seconda fase dello scambio con Lille: ospiteremo infatti gli impressionisti, tra cui Monet e Courbet. La speranza è che la nostra Pinacoteca assurga a ruolo di grande centro culturale regionale. Altro evento importante riguarda il Polittico di Vivarini, che grazie al grande lavoro del soprintendente Fabrizio Vona, tornerà per qualche tempo nel luogo natio, ovvero la chiesa di San Giuseppe. Ora si trova, infatti, alla Galleria Nazionale di Venezia, cui fu venduto dalle suore. Ed un’ultima soddisfazione riguarda una tela, posta dietro l’altare della chiesa di San Cosma, che per tutta la durata dei lavori di restauro sarà esposta al Museo Nazionale di Bitonto e poi nella nostra Pinacoteca”.

Quali sono gli eventi della stagione autunnale?

Dentro le mura 2010 è il contenitore invernale che racchiude convegni importanti, la stagione teatrale e musicale, le manifestazioni natalizie, le feste civili e religiose. Una delle feste civili importanti sarà “Novello sotto il castello”, quest’anno ancora più ricca. Nel periodo di Natale gli immancabili mercatini, alcune sorprese e il presepe vivente. Tantissimi concerti al pala San Giacomo e poi la grande stagione teatrale. Per questo evento abbiamo raddoppiato il budget, tanto da fare oltre agli spettacoli serali, anche laboratori nelle scuole, dalle medie alle superiori, per realizzare un saggio finale. Come lo scorso anno ci saranno gli incontri con gli attori nel foyer e gli spettacoli coinvolgeranno sia la Casa delle Arti che il cinema Norba. Per anticipare qualche nome possiamo citare: Solenghi, Maurizio Micheli, Raffaele Paganini, Toti e Tata e tanti altri”.

Le prossime feste religiose sono Santa Rita e San Flaviano. Come si svolgeranno? Ci saranno delle novità?

“Intanto stiamo lavorando per recuperare il gemellaggio con Cascia. Mentre per quanto riguarda San Flaviano, lo scorso anno fu fatto un gemellaggio con Basciano, Giulianova e Torano Nuovo, per recuperare il culto e soprattutto i festeggiamenti di questo santo. Quest’anno a Conversano ci sarà un seminario seguito da un concerto in cui verranno suonati dei brani dedicati a San Flaviano, scritti da un conversanese, che sono stati recuperati. La manifestazione s’intitola “La musica dei vescovi, conti e badesse”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI