Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

FRANCISCO BORDES LOPEZ DIPINGE CONVERSANO

castello-francisco-bordes-conversano

Nella chiesetta di Santa Chiara in questi giorni si sta tenendo una mostra molto particolare dello scultore-pittore spagnolo Francisco Bordes Lopez (vedi fotogallery a fine articolo). Nato a Las Palmas de Gran Canaria, Francisco ci ha raccontato la sua storia e il suo approccio all’arte, avvenuto quando era ancora un bambino.

Una famiglia di artisti la sua, dalla quale non poteva che restarne influenzato. Uno zio pittore e uno scultore. Opere d’arte in giro per casa e una giovinezza trascorsa tra musei e biblioteche.

“Ho studiato pittura ad olio con il maestro Mario Antigono, scultura con Nicolae Fleissig, che mi ha insegnato molte tecniche per scalfire la pietra.” C’è molto impressionismo nei suoi quadri, molti dei quali sono stati dipinti en plain air. Tele e sculture sono state realizzate interamente a Conversano, che gli ha ispirato anche una raffigurazione del castello (foto apertura), catturato in un giorno uggioso.

“L’idea- ci racconta Francisco- è quella di captare tutte le luci possibili, tutte le sfumature, non solo durante i giorni di sole. Bisogna avere rispetto per i colori”. E a proposito di colori, ci dice quanto siano incantevoli i toni grigi usati da Finoglio, che definsce un “grandissimo maestro”.

Bordes, parlando della situazione dell’arte contemporanea, evidenzia la crisi che questa sta vivendo: “Dopo l’invenzione dell’arte concettuale, si è stati portati a pensare che tutto in arte fosse lecito, ma non è così. Non tutta l’arte contemporanea può definirsi tale”. E come dargli torto?

Commenti 

 
#2 banksy, 2010-10-27 00:45
attualmente gran parte dell'arte contemporanea è figurativa,gli artisti più
famosi si esprimono con la nuova figurazione.Bordes degenera la figurazione
continuando a fare fotocopie da una fotocopia non ha senso distinguere la
fotocopia originale,la mancanza di idee e i soliti riferimenti non lo
valorizza neanche tra gli artigiani che espongono le loro opere nelle piazze la domenica,(l'artista crea,indica la sua diversità con la genialità).
Il suo sguardo è molto lontano dalla realtà e dall'immaginazione,io,
personalmente leggo accademia dilettante.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 jarabe de palo 2010-10-26 21:16
Si dà torto da solo saltando stilisticamente di palo in frasca;
come dicono a Napoli: stev'm scarz (estuvimos escasos)
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI