Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

SIBILLA D’ALTAVILLA, ROMANZO TRA PUGLIA E NORMANDIA

sibilla_1

Un ponte tra Puglia e Normandia, tra un uomo e una donna, una duchessa dai connotati moderni nonostante sia vissuta in pieno Medioevo. È ciò che è stato raccontato ieri pomeriggio 24 novembre, presso il Castello di Conversano.

sibilla_2Gli spettatori presenti hanno assistito infatti alla presentazione del romanzo scritto da Dora Liguori e intitolato “Sibilla D’Altavilla, Contessa di Conversano, Duchessa di Normandia”. Un libro tradotto in ben due lingue, inglese e francese, che rivela la vita della duchessa di Conversano vissuta intorno all’anno Mille e della sua relazione d’amore con il duca di Normandia, Roberto Curthose, figlio del re d’Inghilterra Guglielmo il Conquistatore. Un incontro avvenuto nelle terre pugliesi e che è continuato nel nord  della Francia grazie all’audacia di questa donna, emigrante per amore.

Alla presentazione erano presenti altresì Pasquale Sibilia, Assessore alle Politiche Culturali, la dottoressa Giovanna Genchi, dirigente Servizio Pugliesi nel Mondo e il professor William M. Aird, docente di storia all’Università di Cardiff.

Sibilia è intervenuto per evidenziare l’importanza strategica di questo libro. “Si tratta di marketing turistico”, ha affermato, poiché partendo dalla storia e traducendo il romanzo in più lingue, si ha la possibilità di un ritorno non solo economico ma soprattutto culturale.

La Dottoressa Genchi in seguito, commentando la vicenda romantica e malinconica di Sibilla, ha evidenziato i tratti di questa figura femminile di rilievo all’interno del contesto storico non solo locale ma anche universale, proprio per il suo protagonismo storico.

sibilla_3È intervenuto poi il professor Aird, il quale, grazie ai suoi approfonditi studi, ha presentato al pubblico il personaggio del duca Roberto Curthose, marito di Sibilla, uomo onorevole, dal carattere impavido e insieme raffinato e dedito alle arti.

La lettura poi del romanzo, grazie alla voce della Liguori e al contributo di Pasquale D’Attoma, ha reso il tutto  più vivo e denso di significato: il pubblico infatti ha avuto la possibilità di addentrarsi nelle corti conversanesi e francesi, di conoscere le peculiarità dei protagonisti e soprattutto di Sibilla, personaggio provvisto di eloquenza, capace di fare retorica, una donna in carriera che secondo Dora Liguori rappresenta per Conversano “il suo petrolio”, ovvero la sua ricchezza.

Commenti 

 
#2 SilbiliaDAltavilla 2010-11-27 11:39
Quante menate si sono dette in questo imperdibile appuntamento culturale.
Tenere un profilo più acconcio al reale valore della pubblicazione pareva brutto ?
Sempre ste figure barbine da provinciali dobbiamo fare ?
Segnala all'amministratore
 
 
#1 playing 2010-11-27 09:35
ma sarà poi tutto vero? La storiella, dico. A buon intenditor ...
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI