Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

CARELLI, BORSE DI STUDIO AI RAGAZZI PIU’ MERITEVOLI

carelli-borse_sudio

Comincia con il discorso del preside la cerimonia di consegna di targhe, borse di studio e diplomi di merito per i ragazzi che hanno conseguito la licenza media, con il massimo dei voti, lo scorso anno presso la scuola“Francesco Carelli”. “Ai ragazzi il mio augurio, affinché questo premio faccia parte di una lunga carriera scolastica ricca di successi”, dice Filomena che passa poi la parola al sindaco Lovascio: “Per la scuola italiana è un momento molto difficile, un momento in cui siamo chiamati tutti a fare sacrifici e a rimboccarci le maniche. Siamo chiamati a fare un passo indietro per recuperare le vecchie sane abitudini, perché abbiamo esigenza di migliorarci proprio a partire dalla scuola, sede di formazione della società del futuro. L’amministrazione comunale ribadisce la vicinanza verso questa e verso tutte le scuole della nostra città. Il mio augurio a questi ragazzi è che siano da traino per tutti gli altri”.

carelli-borse_sudio_2Il preside Filomena ha poi ringraziato l’amministrazione comunale per il tempestivo intervento presso la palestra della scuola, in cui si sono staccati calcinacci dal soffitto e che attualmente è inagibile.

La cerimonia prosegue con l’ascolto dell’Inno alla Gioia e dell’Inno Nazionale, per poi dare spazio ai ragazzi, veri protagonisti. Il recital concerto ,“Il senso della festa”, ha inizio con l’assolo di danza della giovanissima promessa conversanese (già futuro ballerino al teatro “La Scala” di Milano) Emanuele Cappelli, poi è la volta della recitazione di una poesia di Madre Teresa di Calcutta e si procede con altre letture sul natale.

Ospite d’eccezione della serata il musicista Gianni Elia, incisore RAI e Ricordi, pianista-compositore, insegnante di musica. “Classico e allo stesso anticonformista”, così lo definisce il preside Filomena. Elia ci racconta la sua storia professionale e il suo amore per la musica ribadendo l’importanza dello studio di quest’arte “in quanto coinvolge i ragazzi in lavori di gruppo ed è fondamentale per capire il latino, la metrica in particolare. Tutta la grammatica musicale è alla base della grammatica latina”. Scettico sulla formazione dei conservatori, che a suo parere “geometrizzano e non sempre tirano fuori la creatività, indispensabile per un musicista”. E per il prossimo anno il padre del sindaco, che ha tra gli altri messo a disposizione due borse di studio, augura che questa cerimonia-lezione di scuola sia fatta di mattina alla presenza dell’intero istituto, studenti in prima fila.

Commenti 

 
#1 prof. Amanda 2010-12-12 10:12
Pare una kermesse pre-elettorale del pdl, sbaglio?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI