Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

CONVEGNO ASS. GAUDIUM ET SPES

gaudium_1

Ieri pomeriggio, 28 dicembre, nella Sala Consiliare del nostro Comune, la Comunità Ass. Gaudium et Spes (RNS) ha tenuto un convegno dal tema “E pace in terra agli uomini di buona volontà”, in preparazione alla Giornata Mondiale della Pace che si terrà il 1° gennaio 2011, come appuntamento fisso annuale, e che avrà come questione principale la “Libertà religiosa come via per la Pace”.

gaudium_2All’incontro, introdotto da Massimo Partipilo Presidente della suddetta Associazione di Conversano, erano altresì presenti il sindaco Avv. Giuseppe Lovascio, il  Rev. Don Felice Di Palma, Parroco della Cattedrale Basilica Pontificia S. Maria Assunta-Conversano, il Rev. Padre Mihai Driga, Arciprete della Comunità Ortodossa Romena di Bari, il dott. Angelo Miele Presidente dell’Ass. “Life and Peace”, e il prof. Donato Antonio Spilotro dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, sez. Conversano-Monopoli.

Ognuno di loro è intervenuto per dare al pubblico presente un contributo riguardo al significato della Giornata Mondiale della Pace, una occasione quindi per dare rilievo a quegli “uomini di buona volontà” che ogni giorno si impegnano per creare una situazione di pace mediante la giustizia, la libertà religiosa e il rispetto dei diritti fondamentali.

Lo stesso Sindaco, in proposito, ha aggiunto che tali uomini corrispondono a coloro ogni giorno possiedono un pensiero per il bene comune  e si pongono il problema di creare benessere all’interno della società, una condizione che porterebbe come conseguenza, una situazione di “pace e uguaglianza”,sia formale che sostanziale.

gaudium_3Don Felice, inseguito, ha fatto riferimento anche all’annuncio dato da Papa Benedetto XVI riguardo alla libertà religiosa, via fondamentale per far crescere una cultura della pace, e valore all’origine della stessa libertà morale. È necessario pertanto coltivare tale virtù “per giungere ad un dialogo tra le varie religioni e per divenire noi stessi costruttori di pace”, ha affermato il parroco della nostra Cattedrale.

Il presupposto alla base di tutto ciò, consiste nella Libertà umana, la quale secondo Padre Mihai, “è una parte costitutiva dell’uomo, è la premessa per una comunione personale autentica”, che trova largo spazio nella spiritualità ortodossa.

Quello che si è concluso quindi, è stato un momento di riflessione a cui i cittadini hanno partecipato con vivo interesse.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI