Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

BENI CULTURALI, RISULTATI CONVENZIONE POLITECNICO

politecnico

Lo scorso anno, nell’ottica del turismo e della valorizzazione dei beni culturali di Conversano, è stata approvata una convenzione con il Politecnico di Bari al costo di dieci mila euro. Il progetto prevedeva la partecipazione di novantasei stagisti e la realizzazione di rilievi e della piantina, molto particolareggiata, del Castello e della Torre di Castiglione.

Il Politecnico ha messo a disposizione, oltre che gli studenti di ingegneria, tutta la strumentazione necessaria. Un lavoro immenso, durato quattro mesi, che ha visto la migliore professionalità dei docenti alla cura di un documento indispensabile non solo per fini storici, turistici e architettonici, ma anche catastali e ambientali e la certezza di essere in possesso, finalmente, di dati precisi, per poter partecipare a bandi e progetti.

Il documento, cartaceo e digitale, è stato firmato da tre docenti, tra cui il professor Paolo Perfido. Ogni centimetro del Castello e della Torre di Castiglione è stato misurato, controllato, datato. Ogni chianca è stata censita e identificata, così come ogni prospetto. Tutti gli archi del centro storico sono stati fotografati, controllati e confrontati. Grazie a puntatori laser, inoltre, è stata verificata con precisione l’effettiva circolarità della torre cilindrica ed è stata scoperta una stanza, nella Torre Maestra, con volta affrescata di cui per ora non si sa molto. Importanti scoperte architettoniche sono state fatte anche a proposito della Torre Dodecagonale.

Il lavoro, inoltre, risulta fondamentale in caso di restauri o ristrutturazioni. A breve si sta progettando una mostra proprio in collaborazione con il Politecnico. Ma non finisce qui. Quest’anno altri ragazzi, motivati sempre da ragioni di studio, studieranno e produrranno un lavoro dello stesso tipo per il monastero di San Benedetto, in cui proprio di recente sono stati portati alla luce scavi archeologici situati presso la sede del Museo Archeologico.

 

Commenti 

 
#2 Gianluca 2011-06-13 16:16
Ora questo materiale non è alla portata di tutti? Ottima l'idea del gioco virtuale :)
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Blender 3Dmaxx 2011-03-10 12:50
Ottimo,
si potrebbero ricavare modelli anche 3D per la visita virtuale magari rendendola più interessante inserendo il modello in un gioco: il Guercio che si aggira per le torri e spara a tutti i vasi con la sua balestra (in stile Doom).
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI