Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

BORSE DI STUDIO “F. MARANGELLI”, LA PREMIAZIONE

borse-marangelli

Il leitmotiv delle tesi presentate per la IX edizione del concorso nazionale istituito dal Centro di Studi “M. Marangelli” verteva sulla condizione femminile. Nella Sala Consiliare sono intervenuti, il sindaco Giuseppe Lovascio, la vice presidente del Centro Studi “M. Marangelli”, la professoressa Marisa Cacciapaglia, e, in qualità di Presidente della Commissione giudicante, Francesca Brezzi,  ordinario all’Università Roma tre.

Il moderatore, il professor Vito L’Abbate, ha illustrato gli obiettivi del Centro Studi che mirano alla promozione dei temi storico-artistici riguardanti principalmente il nostro territorio, e ha spiegato che, oltre alla borsa di studio, i vincitori potrebbero beneficiare della pubblicazione delle proprie tesi in riviste specialistiche universitarie. L’intervento della prof.ssa Cacciapaglia, che ha reso noti i dati dell’ISTAT sulle condizioni maschile e femminile del nostro paese, ha fatto notare l’enorme cambiamento culturale-antropologico del tessuto sociale, che porterebbe una gran percentuale di donne a dedicarsi a mestieri, fino a qualche tempo fa, considerati prettamente maschili (si parla persino di donne-fabbro). Parallelamente si assiste alla crescita di uomini dediti ai soli lavori domestici (a Bologna è nata da qualche tempo un’associazione di uomini-casalinghi). La presentazione s’è conclusa con una riflessione della prof.ssa Brezzi convinta che l’emancipazione femminile porterebbe finalmente ad una “sprovincializzazione” dell’Italia rispetto all’Europa.

Subito a seguire, c’è stata una sintetica esposizione dei tre lavori vincitori, con premiazione annessa, il primo dei quali una tesi di laurea (la prima, a partir da quest’anno, ad essersi aggiudicata la borsa) di Caterina Colosimo, che ha approfondito la biografia di Annie Vivanti, una poliedrica artista di fine ‘800, inizi ‘900, tra le primissime ad insinuarsi nel mondo letterario senza l’ausilio di uno pseudonimo maschile. Alla laureanda è succeduta Lorena Carbonara che ha presentato un progetto di lavoro incentrato sulla ricerca linguistica di alcuni termini significativi negli scritti di donne appartenenti a tre culture diverse americane. Per finire, ha esposto la borsista Sara Settepanella che ha proposto uno studio sulle coppie miste (donne straniere, provenienti dall’est europeo e dall’America Latina, sposate con italiani). L’esito delle studi degli ultimi due progetti di lavoro saranno resi noti a fine anno.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI