Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

RASSEGNA “CINEMA PER L'AMBIENTE”

cinema-differente

Bottiglie, cd, vestiti, cellulari, plasticume, giornali, quaderni, stampanti, computer... cose insostituibili che diventano pattume; decine di oggetti che inquinano l'ambiente; costose strategie di marketing ammassate nelle discariche, per lasciar posto a nuovi guadagni perché il Sistema Denaro non lascia nulla al caso e primeggia anche nei bidoni della spazzatura.

Ogni paese, città, regione, combatte contro molti nemici: la plastica, il cartone, l'umido, l'inquinamento da allevamento, il latte alla diossina e le eco-mafie. L'opinione pubblica, però, è in fermento ed anche il cinema, ora, se ne fa interprete con documentari e film.

Ed è proprio quello che fa La Casa delle Arti, con la rassegna Cinema Differente, dal 21 Aprile al 3 Luglio. Film di prossima proiezione che raccontano spaccati di sconcertante realtà: Valledora- la terra del rifiuto; Home- la nostra terra; Biùtiful cauntri; La bambina deve prendere aria; Addicted to plastic e Garbage.

Per capire un po' di più questo progetto abbiamo fatto qualche domanda a Luigi Iovane, uno degli organizzatori.

Come sta andando la rassegna e l'iniziativa ''Se porti materiale riciclabile entri gratis''?

“Non benissimo in quanto la promozione è partita in gran ritardo”.

Secondo voi il cinema riesce a sensibilizzare le persone o, chi partecipa, è già attento all'argomento?

“Ci vuole uno sforzo istituzionale maggiore, il cinema da solo non riesce a catalizzare "nuovo pubblico" per una rassegna qual è "Cinema Differente" e alla luce di ciò, da Settembre faremo delle proiezioni per tutte le scuole conversanesi”.

Riproporrete rassegne simili in futuro?

“Se il comune vorrà, assolutamente sì (ricordo che l'iniziativa è promossa dall'ufficio ambiente del Comune di Conversano nell'ambito della "Primavera della Differenziata")”.

Secondo voi quale sarà il futuro di Conversano per quanto riguarda l'ambiente?

“Domanda dalla non facile risposta. Ci auguriamo che il nuovo bando della raccolta (anno 2011), la cui stesura è ora affidata alle mani di un importante esperto qual è Raphael Rossi, porti a Conversano la "vera" raccolta differenziata  porta a porta, secondo la filosofia di Paul Connect "Zero Waste", già adottata da diversi comuni italiani virtuosi e ricicloni. Bisogna continuare a sostenere quanti, come il comitato "Riprendiamoci il Futuro", hanno a cuore il futuro eco-sostenibile del nostro paese”.

Dopo la chiusura della discarica in via Martucci, Conversano tira un sospiro di sollievo e, sperando in un futuro sempre più pulito, facciamo un in bocca al lupo alla rassegna e anche alla nostra città!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI