Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

PRESENTATO PROGETTO SAC "MARI TRA LE MURA"

SAC_CONFERENZA

“Mari tra le mura: nel blu dipinto di Puglia” è il nome del progetto SAC, presentato con una conferenza stampa, tenutasi nella Sala Consiliare del Comune di Conversano, martedì 12 Luglio alle ore 18,30. Tale progetto è vincitore del bando della Regione Puglia per il finanziamento all’implementazione e potenziamento dei Sistemi Ambientali e Culturali (SAC) del nostro territorio (Programma Pluriennale di Attuazione FESR 2007 – 2010 – Asse IV – azioni 4.2 e 4.4.2).

La conferenza è il primo di quattro appuntamenti programmati nelle sedi municipali dei comuni di Conversano (capofila della proposta progettuale), Rutigliano, Mola di Bari e Polignano a mare, unitisi sotto la direzione ed il coordinamento del Teatro Pubblico Pugliese. La conferenza stampa è stata occasione di incontro tra partners istituzionali e socio – economici che hanno creduto nell’idea e lavorato al progetto. Con “Mari tra le mura: nel blu dipinto di Puglia”, i suddetti Comuni si sono classificati al primo posto

Il progetto nasce dalla volontà di valorizzare i beni ambientali e le attività culturali del nostro territorio, pertanto, gli incontri sono stati programmati con l’obiettivo di far conoscere sul territorio l’età di sviluppo del progetto che ha registrato ampia adesione sia nell’ambito istituzionale sia dal punto di vista socio - economico.

Il sindaco Avv. Giuseppe Lovascio afferma che “questa idea parte dal concetto che abbiamo bisogno di servizi per valorizzare quelli che sono i nostri beni e noi abbiamo puntato tantissimo sulla valorizzazione del nostro territorio”. La Puglia è una terra ricca di risorse e fornisce, davvero, ampie prospettive. Il progetto coinvolge partners di altissimo livello che riusciranno a rendere il territorio competitivo e a far conoscere le immense risorse che esso offre a tutti coloro che vorranno visitarlo.

La conferenza stampa è proseguita con l’intervento di Pasquale Sibilia (Assessore alle politiche culturali e turismo), che ha sostenuto che “andava fatto questo incontro con le quattro parti istituzionali coinvolte nel progetto. L’incontro odierno è destinato ai nostri partners, per informare come il percorso si va sviluppando e, quindi, ringraziare tutti coloro che hanno condiviso la prima parte progettuale che ha permesso alle piccole realtà dei comuni di Conversano, Rutigliano, Mola di Bari e Polignano a Mare di realizzare delle grandi opportunità: mettere in piedi un’associazione di servizi che possa render più fruibile a più persone dei paesi vicini, ai nostri cittadini e non solo ai turisti, un bene fino a ora non riconosciuto”.  Inoltre, il 20 Luglio, i Comuni interessati al progetto si presenteranno alla Regione Puglia con 7 progetti già in piedi, immediatamente finanziabili. Il risultato è stato raggiunto grazie al lavoro di equipe di tutti i soggetti attivi: assessori, funzionari, tecnici, dipartimenti universitari come quello di scienze geografiche – archeologiche, reti museali con centro propulsore la Fondazione Pino Pascal e Teatro Pubblico Pugliese. Essi hanno lavorato in completa sinergia per realizzare un’idea progettuale vincente.

Il progetto SAC coinvolge 76 partners socio – economici: associazioni, imprese a cui verranno affidate tutte le attività concrete, di collaborazione e coordinamento. Il progetto diverrà oggetto di una serie di gare, affidate a soggetti che sul territorio prestano una serie di servizi, azioni per valorizzare il territorio.

Obiettivo finale del progetto è incrementare la fruibilità turistica della zona senza stravolgere il territorio e soffermando l’attenzione sull’acqua, risorsa indispensabile e motore reggente del settore.

Dagli interventi ne consegue che il progetto può essere sostenuto dalle imprese e porta sul territorio di 100,000 abitanti un impegno, nel corso del 1° triennio, finanziariamente sostenibile. Per funzionare, il progetto richiede la sinergia dei partner istituzionali e anche socio – economici e si concretizza come laboratorio didattico per studiare e omologare procedure, prassi e tempi, elaborare e realizzare un piano di marketing di Sistema articolato a zero impatto ecologico.

Commenti 

 
#3 il capo furbo 2011-07-15 22:22
vedremo.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 giusta informazione 2011-07-15 13:15
Perchè devi dire cose del tutto sbagliate e fare disinformazione?
Il fatto che servirà per i servizi porta al fatto che creerà lavoro!! Portare l'ecometrò in giro per i 4 comuni vuol dire trovare gente che lo guida! Il fatto di impiantare servizi turistici dove fino ad ora non ce ne sono vuol dire trovare gente che espleti a questi servizi e, di conseguenza, creare lavoro!! Il fatto di dover gestire i luoghi introdotti nel Sac vuol dire trovare associazioni che in cambio della gestione guadagnano per i servizi offerti...e non ci crederai ma tutto questo vuol dire.....creare opportunità di lavoro...
Segnala all'amministratore
 
 
#1 GONZALES 2011-07-13 14:37
il sac servirà solo per i servizi, non per il lavoro. E' meglio che si sappia! [mod]
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI