Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

DAL TANGO ARGENTINO A DOMENICO MODUGNO

tango-e-modugno

Ultimo appuntamento, ieri lunedi 8 agosto in Villa Garibaldi, con l'associazione culturale-musicale ''G. Piantoni'' e la rassegna estiva ''Concerti musicali nei parchi e nei chiostri''. Protagonista dell'ultimo concerto, intitolato Dal tango argentino alle canzoni di Domenico  Modugno, è stato il Duo Simone-Abbracciante, fisarmonica e chitarra.

“Non ci sono i cantanti”, è stato uno dei primi commenti provenienti dalla platea, nostalgica della lirica italiana,e gremita di signori desiderosi di un po' di buona musica. Certo, ma ascoltando bene, alla serata non è mancato proprio nulla!

Il tutto è iniziato con Tango puor claude di Galliano, proseguendo con la famosissima e dolcissima Oblivion di Astor Piazzolla, che abbiamo ritrovato anche col tango Triunfal per chitarra sola, e con l'ormai celebre Libertango verso la fine.

Il concerto ben avviato prosegue con Adios Muchachos di Sanders e con il tremolo di Asturias composta da Isaac Albèniz. Ma tra tutta questa musica colorita e lontana è anche la volta di due canzoni del polignanese Domenico Modugno: La lontananza e Tu si na cosa grande, suonata a tempo di tango dallo stesso duo, durante un festival dedicato al cantautore pugliese.

Tanta musica popolare, che ha suscitato sinceri applausi, come Por una cabeza, Elchoclo, Ticotico e Czarda, suonate con un ottima intesa tra i due musicisti, anche molto simpatici, e un buon equilibrio tra le parti, talvolta infastidite dal solito vento e qualche foglia di troppo.

Un arrivederci all'anno prossimo all'associazione Piantoni, che con la sua musica riporta alla mente e alle orecchie un pezzo di cultura lontana che altrimenti resterebbe nascosta soprattutto ai più giovani.

Commenti 

 
#1 Chiodi Con Le Ali 2011-08-12 09:24
Si ma dovete stare attenti alla Villa grande (altro che sicurezza e risistemazione):
lungo le linee della palizzata che era posta all'ingresso per la prestigiosa manifestazione Moda di Stelle [...] si trovano ancora chiodi conficcati nell'asfalto a varie altezze:
l'ideale per portarci a giocare i bimbi (uno ci stava per finire sopra con la testa)
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI