Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

IL MAESTRO CALDERON A CONVERSANO

stage los angeles school

Maestro internazionale di danze cubane, Albertico Calderon ha concesso un’intervista presso la “Los Angels School”, di Conversano (Centro Nazionale per la Formazione di Danze Caraibiche) dove ha tenuto uno stage di due giorni conclusosi la scorsa domenica.

Il M° Albertico Calderon ha portato la sua passione per la musica e le danze tradizionali afro-cubane nel Mondo e in Italia. A Milano ha fondato la scuola di danza Clalb Timbalaye, una delle più prestigiose scuole di danze cubane dove lavora con serietà e professionalità.

Attualmente ha creato due gruppi di ballo “Il gruppo Vacunao” di soli uomini e il gruppo Timbalaye formato da alcuni fra i suoi più promettenti allievi.

Come è avvenuto l’avvicinamento alla danza?

“La mia famiglia mi ha avvicinato alla danza. Io provengo da una famiglia che ha sempre coltivato la passione per la danza e la musica. Il mio più grande maestro è stato mio padre Albeo Calderon Martinez . Io ho seguito le orme dei miei genitori; ballavo insieme a mia madre”.

Quanto è stata importante per la sua carriera artistica la prima esperienza come ballerino professionista?

“La prima esperienza da professionista è sempre molto importante e bella. Mi sono formato con uno fra i più grandi maestri di danze caraibiche che mi ha portato oltre i confini dell’avana (Cuba). Mi ha fatto avvicinare alle danze tradizionali afro-cubane e alle danze più orientali del repertorio folklorico”.

Come è stato lavorare a fianco ad artisti del calibro di Celia Cruz, Tito Puente?

“Celia Cruz e Tito Puente, artisti come loro sono dei grandi fenomeni. Sono dei fenomeni del panorama latino-americano. Lavorare a fianco, averli a fianco è stata un’emozione molto grande e un privilegio. Ho avuto il privilegio di avere a fianco tanti altri artisti della musica latinoamericana come i musicisti della grande compagnia Buena Vista Social Club. È un privilegio”.

Che cos’è per te la danza?

“La danza è tutto. È stato ciò che ha fondato tutto il senso della mia vita. È il di tutta la mia vita. E i miei genitori ne sono la guida. Loro sono stati la mia guida”.

Commenti 

 
#2 sabrina 2011-12-25 16:20
è stato bellissimo
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Antony 2011-11-25 15:45
un'esperienza unica.....indimenticabile....
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI