Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Conversano festeggia i 90 anni di Giuseppe Di Vagno

compleanno-di-vagno-1

La FondazioneGiuseppe Di Vagno”, con il Presidente Gianvito Mastroleo e il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio hanno accolto con affetto ed entusiasmo l’avvocato Giuseppe Di Vagno jr. che, martedì 31 gennaio, ha computo 90 anni.

compleanno-di-vagno-2La Fondazione porta il nome del primo Deputato socialista, Giuseppe Di Vagno, padre dell’attuale Di Vagno, che fu, al Parlamento Nazionale, vittima nel 1921 della violenza fascista; fu formalmente ricostituita alla fine degli anni ’70 con finalità esclusivamente culturali per impulso di un gruppo di giovani intellettuali dell’area socialista non impegnanti organicamente nel Partito; trae origine ed ispirazione ideale dall’Istituto di cultura socialista “Giuseppe Di Vagno” con sede in Bari e animato alla fine del 1943 dallo storico Antonio Lucarelli.

Nella Sala Giunta di Conversano, alle 18,30, molti volti noti della politica conversanese e docenti illustri della città hanno voluto augurare lunghissima vita all’onorevole Giuseppe Di Vagno jr che ha seguito le orme dell’illustre padre, divenendo protagonista della vita politica pugliese e nazionale.

Eletto per due volte sindaco di Conversano, sua città natale, Giuseppe Di Vagno jr. è stato deputato del Psi dal 1963 al 1983 e più volte eletto sottosegretario(Cassa del Mezzogiorno, Industria e commercio, Protezione civile). È stato inoltre presidente dell’Isveimer dal 1983 al 1993. Di Vagno jr. è stato sempre considerato un importante punto di riferimento per un’intera generazione di giovani attivi in politica come socialisti. Sul suo esempio di persona autorevole e piena di principi democratici, si è formata un’intera classe dirigente.

Inoltre, l’attaccamento ai principi di un Stato democratico hanno reso Giuseppe Di Vagno un esempio glorioso della grande famiglia socialista, segnata da un destino, a volte, non particolarmente generoso. Egli ha saputo rendersi protagonista della vita politica italiana negli anni dell’approvazione del divorzio e del referendum nel 1974 e durante gli anni terribili del rapimento Moro.

Le istituzioni conversanesi lo hanno omaggiato esprimendo la loro gratitudine verso un grande protagonista della storia d’Italia, come è stato Giuseppe Di Vagno. Uomo da sempre legato alla sua terra, ai lavoratori, alla cultura socialista.

Commenti 

 
#1 Irma ved.Accolti-Gil 2012-03-12 00:07
Conversano sei sempre nel mio cuore ed anche quest'anno della lontana Arizona vengo a visitarti.Mi sono sposata con Antonio Accolti-Gil nell'ottobre 1945 al municipio ed ho passato i primi giorni nel Castello. Sono amica dell'on. Di Vagno. Bacioni Conversano.Irma Martin ved.Accolti-Gil
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI