Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Marienbad, in scena MYRRHAE – DARK ELECTRIC OPERA

mirra

Questo week end l’associazione culturale Marienbad presenta lo spettacolo Myrrhae, una vera fusione tra mitologia greca e tragedia ottocentesca, tra classicità del testo e le musiche contemporanee. Abbiamo intervistato il regista Pasquale D’Attoma.

"La particolarità della messa in scena di Myrrhae − spiega D'Attoma − sta proprio nella sua attualizzazione: la musica elettronica e l’atmosfera contemporanea traghetta il testo nel presente, la cui particolarità è chiarita da un’interpretazione e una regia contemporanee”.

Attraverso la rappresentazione del mito di Myrrha, la principessa innamorata del padre per una punizione di Afrodite, emerge il tema dirompente della disgregazione della famiglia: "Già Ovidio, nelle sue Metamorfosi, parlava della centralità della famiglia, intesa tuttavia come luogo in cui possono accadere cose terribili. La nostra Myrrha, quindi, è divisa tra rispetto dei ruoli e delle gerarchie e il suo travaglio interiore; per questo, lo spettacolo si chiama Myrrhae. Ma l’ambiguità non è solo della protagonista: tutto il nucleo familiare è sospeso tra detto e non detto, tra finzione e verità, fino alle rivelazioni finali”.

L’attualizzazione della tragedia passa anche attraverso la figura del coro, non presente nella versione di Alfieri da cui parte la riscrittura di D’Attoma: “Ho scritto – ci dice il regista – appositamente le battute del coro in endecasillabi, forma poetica che amo molto. Il coro rappresenta la voce di chi guarda la vicenda e alla fine non può esimersi da un terribile giudizio. Abbiamo studiato e dibattuto a lungo, e alla fine, dopo quasi due anni di lavoro, pensiamo che il nostro lavoro sia decisamente attuale”.

Per l’occasione, la sede associativa di Marienbad si trasformerà in una installazione d’arte contemporanea, con la collaborazione dello scenografo e docente Francesco Arrivo e di Vivai Norbaflora di Nicola Luciano.

L’atelier teatrale che mette in scena MYRRHAE – DARK ELECTRIC OPERA è formato da: Sabina Panarelli (Myrrha) / Nico Ottone (Kynira) / Lilly Abruzzese (Nutrice) / Mariagrazia Lestingi (Cencreide) / Claudio Grassi (Epiro) / Koro: Adele Scagliusi, Angela De Grazia, Giulia Casulli, Laura Selicato, Milena Tartarelli, Roberta Ignazzi, Sara Lavolpe. Aiuto regia e sound–design: Niky D’Attoma.

Lo spettacolo sarà messo in scena il 2, 3 e 4 Marzo alle ore 20,30 presso l’associazione Marienbad – Corso Umberto I, 40 – Conversano. Si accede esclusivamente su prenotazione, chiamare il 3275544351

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI