Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

La Scuola per la Buona Politica della Fondazione Di Vagno

fondazione di vagno

La Fondazione Di Vagno, con il Patrocinio dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, dà vita alla Scuola per la Buona Politica. L’iniziativa nasce sull’esempio della Fondazione Basso di Roma, replicato a Torino per iniziativa dei quattro istituti di cultura Gobetti, Gramsci, Rosselli e Salvemini.

Alla base del progetto la convinzione che è in atto un generale decadimento della cultura politica, con lo scollamento, se non disillusione, dei cittadini dalla partecipazione alla vita pubblica.

La Scuola per la Buona Politica (SBP) vuole offrire strumenti e mezzi di educazione alla cittadinanza democratica, richiamando l'attenzione dei fruitori su questioni rilevanti per il cittadino che voglia essere un soggetto critico e incisivo nella società civile e nella società politica. La SBP si propone come fonte di informazione plurale e indipendente e luogo di dialogo costruttivo per i partecipanti. Non ha lo scopo di formare quadri di partito o personale politico, ma “preparare” cittadini, ciascuno dei quali libero di assumere il proprio orientamento.

La prima edizione della SBP della Fondazione Di Vagno sarà strutturata in cinque incontri seminariali con cadenza mensile da Marzo a Giugno, di un intero pomeriggio. Ogni incontro comprende una\due relazioni seguite dalla discussione con interventi programmati dei partecipanti al corso. Ogni edizione avrà un tema di ampia portata, articolato a sua volta in sottotemi specifici cui saranno dedicate singole unità didattiche.

Se la democrazia fa a meno dei diritti” è il tema della prima edizione. La lezione introduttiva al tema generale sarà svolta dal Prof. Giuseppe Tucci (ordinario di diritto privato, facoltà di giurisprudenza, Univ. Di Bari) e si terrà il giorno 8 marzo alle ore 16,00.

Gli incontri tratteranno:

1. “Dalla Bioetica alla Biopolitica” (quando è il Potere a comandare sul Corpo)

2. “Liberi di informarsi, liberi di partecipare” (si, ma quanto e fin dove sarà possibile?)

3. “Nuove diseguaglianze sociali” (perché i ricchi sono sempre più ricchi mentre i poveri sono sempre di più e basta?)

4. “La Ragion di Stato” (ma ci sono vite che valgono meno di altre?)


Le relazioni saranno svolte da:

Lauralba Bellardi ( docente di Diritto del lavoro ,facoltà di Scienze Politiche, Univ. di Bari),

Franco Botta (Economia e Politica del lavoro facoltà di Scienze Politiche, Univ. di Bari),

Marina Castellaneta (Diritto Internazionale facoltà di Giurisprudenza, Univ. di Bari),

Lino Patruno (giornalista, già direttore della Gazzetta del Mezzogiorno, dir Master della Scuola di Giornalismo di Bari),

Giorgio Resta (Diritto privato comparato facoltà di Giurisprudenza, Univ. di Bari),

Onofrio Romano (Sociologia dei fenomeni politici, facoltà di Scienze Politiche, Univ. di Bari).

 

Le lezioni saranno coordinate dalla dott.sa Anna Totaro, con la collaborazione del dott. Antonio Lacandela e di Cristiano Boccuzzi, e avranno luogo nella sede della Fondazione Di Vagno (Sala Archivi), in via San Benedetto, 18.

La partecipazione gratuita e a numero chiuso è riservata a 30 frequentanti preferibilmente studenti liceali, universitari e giovani laureati, "mediatori culturali" ecc.

Il calendario degli incontri sarà presto consultabile sul sito www.fondazione.divagno.it Per informazioni Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. tel. 0804959372 - 3661924625

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI