Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

A spasso per le strade e la storia del Casalnuovo

falò casalnuovo

Un sabato pomeriggio a zonzo per le strade del Casalnuovo, per far rivivere le storie, gli aneddoti e i personaggi di uno dei quartieri più orgogliosi e ricchi di tradizioni della nostra città.

Antonio Fanizzi, studioso di storia locale, con la collaborazione degli “Indignati speciali”, ha guidato un nutrito gruppo di curiosi alla riscoperta di oltre quattro secoli di fatti e racconti che hanno avuto luogo nel Casalnuovo, prima di entrare nel vivo dell’evento “La luna e il falò”, organizzato dal Comitato Civico “Casalnuovo, un quartiere da vivere”.

Un quartiere estremamente variegato la cui costruzione risale alla fine del ‘500, quando il conte Adriano Acquaviva d’Aragona decise di ampliare il centro abitato ispirandosi ai Quartieri Spagnoli di Napoli. Un quartiere in cui hanno soggiornato alcune delle famiglie più illustri di Conversano negli splendidi palazzi d’epoca ancora presenti, ma anche ebrei (qui sorgeva una giudecca diversi secoli fa), e zingari (nell’attuale via Zingari), che si dedicavano all’allevamento e alla lavorazione del rame.

Un quartiere in cui si mescolano storia e leggenda, dagli stemmi dei conti di Conversano scalpellati probabilmente durante il 1799 in nome degli ideali di egualitarismo echeggiati dalla Rivoluzione Francese, al racconto di un misterioso francese che si recò dal conte con la mappa di un tesoro nascosto nelle vicinanze della statua di San Cosma di Pietra.

Al termine della passeggiata è stato acceso un suggestivo falò di fronte alla Villa dei Caduti, dove è avvenuta la lettura di brani letterari e poesie dedicate al fuoco, curate da Felicia Iacobone, Tina Sibilia e l’associazione Attivamente.

 

Foto a cura di: 'Today' - Rocco De Benedictis.

Commenti 

 
#1 terra del sud 2012-03-20 15:44
ottima iniziativa. Complimenti a tutti. Dobbiamo anche ricordare che tra le leggende conversanesi ce ne sano tante che ... contattateci.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI