Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Presentato il secondo romanzo di Marisa Vasco: "Missa Est"

Avv. Michele Lovascio Annella Andriani Marisa Vasco

La Sala Convegni del II piano del Castello Aragonese di Conversano ha ospitato, mercoledì 18 Aprile, l’autrice molese Marisa Vasco per la presentazione del suo secondo romanzo Missa Est. L’incontro con Marisa Vasco è stato organizzato da Annella Adriani, responsabile del Presidio del libro e dell’Associazione Italo Calvino di Mola di Bari, in collaborazione con Libreria Eleuteradue e con il Patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali del comune di Conversano.

marisa-vascoPregevole è stato l’intervento dell’Avv. Michele Lovascio che ha introdotto egregiamente sia l’autrice sia il suo lavoro letterario. Missa Est è stato lanciato al Salone Internazionale del libro di Torino negli scorsi mesi e ha inaugurato la collana Indizi della casa editrice pugliese Il Grillo. L’opera è nata, come ha sottolineato, durante l’incontro, Marisa Vasco (nella foto a destra), dal fascino per la struttura degli omicidi e dall’analisi psicologica della mente dei criminali e degli assassini. All’autrice piace scrutare il lato più oscuro delle persone e arrivare a capire perché si arriva a compiere atti così violenti come l’omicidio. Interessante è l’accurata ricerca di fatti realmente accaduti che vengono arricchiti dall’immaginazione della scrittrice. Infatti, anche nella sua seconda opera, Missa Est, Marisa Vasco è alle prese con un fatto di cronaca realmente avvenuto nel1926 in un paese della provincia barese. Da questo romanzo emerge la passione dell’autrice per l’investigazione e poi i classici del giallo come Agatha Christie.

Missa Est è un noir avvincente che conduce il lettore, attraverso la mente deviata e deviante del protagonista alla ricerca del colpevole. È un romanzo che riesce a portare sotto i riflettori un’autrice pugliese di grande livello culturale, quale è Marisa Vasco, la quale ha ricevuto i ringraziamenti, da parte del Sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio, per aver contribuito a diffondere la cultura, soprattutto, fra i giovani.

L’autrice ci offre un romanzo di grande effetto che tiene il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.  

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI