Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Bande da Giro: apertura della giornata di lavoro

banda- Chiummo-Meluzzi

Quella delle bande è una tradizione lunga duecento anni e Conversano sembra essere il centro tra passato e futuro. L’interesse culturale e sociologico verso il fenomeno delle Bande da Giro ha portato L’Assessorato alle Politiche Culturali, l’associazione G. Piantoni e l’associazione Orchestra di fiati G. Ligonzo ad organizzare un’intensa giornata di lavoro, che si è tenuta ieri domenica 29 aprile, nella sala convegni al secondo piano del Castello di Conversano, fino alle 19.00.

banda lovascioIl Sindaco Giuseppe Lovascio ha aperto il convegno ringraziando tutte le associazioni e, sottolineando quanto sia difficile fare cultura in un momento economicamente così complicato, ha ribadito l’importanza di diffondere la cultura musicale tra i giovani.

L’Assessore Pasquale Sibilia, invece, ha sottolineato quanto i concerti bandistici piacciano ai turisti che non vivono la banda giornalmente e quanto la sezione stabile del museo ‘’Bande Cittadine’’ stia pian piano diventando realtà.

Il professor Ruggero Chiummo, dell’associazione Piantoni (nata nel 1985), ha proseguito, parlando della mostra ‘’Bande, maestri e partiture’’ e di quanto abbia coinvolto tantissime persone. Ha raccontato del complesso bandistico che si è biforcato in un gruppo più giovane, che lavora quotidianamente e che porta in scena grandi opere (ricordando il Nabucco), e in un gruppo più legato alla tradizione, e, infine, ha spiegato il progetto ‘’La banda in testa’’, la Bit di Milano che ha visto protagonista la banda Ligonzo e il significato della giornata che si apprestavano a passare insieme.

banda sibilia

Successivamente, Maria Grazia Melucci, direttore della biblioteca del Conservatorio di Bari, ha illustrato le origini delle bande pugliesi, che videro la loro proliferazione nell’800, secolo importante anche per il tanto materiale musicale che veniva creato, suonato, ma che sfortunatamente non è giunto interamente fino ai giorni nostri.

La nascita e il futuro della banda di Conversano è stata illustrata, invece, dal M° Claudio Ermogene del Medico, che ha raccontato del compositore conversasene Ignazio Candela e degli esordi di Vitantonio La Volpe come maestro della prima Banda di Conversano, nata il 28 giugno 1832.

Ma la giornata di lavoro è proseguita oltre con l’intervento del Dott. Giuseppe Gentile e il M° Domenico Zitti, presidente della FeBaPu. Successivamente il M° Angelo Schirinzi ha parlato dello status quo delle bande pugliesi, e l’allestimento della mostra è stato spiegato dalle dottoresse Leone, Menelao, Valenzano dello studio Akmè.

Infine, dopo le visite guidate e la colazione di lavoro, nel pomeriggio, ha avuto inizio la tavola rotonda per parlare delle strategie per la promozione continua della cultura bandistica in Puglia, assieme alle dottoresse Rossini e Barbanente, all’assessore Sibilia e ai dottori Altieri e Ognissanti. Insomma un’intensa giornata per organizzare il futuro della banda conversanese.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI