Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Illiceto, il ruolo dell'educatore nella società odierna

madonna-fonte-Illiceto

La Basilica Cattedrale di Conversano ha ospitato il prof. Michele Illiceto, docente di Filosofia presso la Facoltà Teologica Pugliese per un incontro di riflessione e formazione dal tema: “Maria Madre e Maestra di fede e di umanità”.

Il dibattito, moderato dalla dott.ssa Marilena Fanelli, è stato organizzato dal Comitato Festa Maria SS. della Fonte e, come ha chiarito il presidente Massimo Partipilo, mirava a coinvolgere tutti coloro che sono in prima linea nella difficile opera di educazione e formazione, non solo in chiesa ma anche nelle scuole e in famiglia.

Illiceto-MicheleIl tema “Maria Madre e Maestra di fede e di umanità” è stato occasione per approfondire il culto di Maria e suo ruolo come modello di riferimento e come prima educatrice. Il Prof. Illiceto (nella foto a destra) ha esortato a seguire l’esempio di Maria: lontana dai luoghi di potere e vicina agli umili, alle periferie, agli ultimi. È da qui che secondo il Prof. Illiceto deve cominciare l’educazione.

Ampio spazio è stato dedicato alla riflessione sul rapporto con il mondo dei giovani in una società, come quella odierna, in cui è sempre più difficile farsi ascoltare e in cui la tentazione a rinunciare al dialogo è sempre più radicata.

Un ultimo cenno sul ruolo dell’educatore: "Educatore è colui che ama - spiega Illiceto -  colui che si è preso la briga di formare una famiglia. Educatore è colui che suscita dubbi che fanno crescere, che sa ascoltare e che cerca il silenzio come luogo da cui partire per ritrovare le parole vere, indispensabili per  avvicinare i giovani, abituati ad un linguaggio senza radici".

La crisi che sta attraversando la società odierna è dovuta, infatti, ad un eccesso di parole prive di un reale significato, alla mancanza di ascolto e all’incapacità di coloro che dovrebbero educare di parlare all’umanità.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI