Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Dieci anni dell’euro, sarà un bel compleanno?

euro-convegno-ass-sturzo

Lunedì 4 giugno, alle ore 18.00, nella sala consiliare ‘’Matteo Fantasia’’ del Comune di Conversano si è parlato della nostra moneta, l’euro, e della sua entrata, dieci anni fa, nelle nostre tasche.

La prof.ssa Marisa Fantasia, presidente della fondazione ‘’Luigi Sturzo’’, ha aperto la conferenza ringraziando i partecipanti per poi presentare l’esperto: il prof Francesco Albergo, docente di programmazione e controllo delle aziende di credito presso l’Università LUM "Jean Monnet", contabile e autore di numerose pubblicazioni.

Il tema fondamentale è stato il problema dell’euro, che ha radici molto profonde. L’euro nasce l’8 febbraio del 1992 ed entra ufficialmente nelle borse nel 1999, primariamente in formato elettronico. Già allora nacquero i primi problemi di riconversione. In quegli anni la lira ha una svalutazione superiore al 10% e l’Italia viene messa sotto osservazione dall’Europa fino al 1998.

Ma nell’entrata dell’euro è mancato un pilastro fondamentale e fortissimo costituito dall’Inghilterra, che venne subito sostituita, senza grandi fervori, dalla Finlandia. Crolla l’egemonia americana, rendendo così l’euro un pochino più forte, ma poi l’America si riprende, il dollaro acquista valore e il nuovo mondo decide di allontanarsi sempre più dall’area euro.

Importante diventa anche la Cina che acquista titoli del debito pubblico con la sua moneta, ma se qualcuno compra nei suoi paesi il pagamento è in dollari.

Nel giugno 2000 l’entrata della Grecia nell’euro zona rende tutto molto più difficile, divulgando il virus a livello mondiale.

Ora l’Europa è in via di disgregazione, la disoccupazione è arrivata all’11%, l’euro viene ancora di più strozzato e in Italia, come spesso sottolinea il professor Albergo, manca una politica unitaria, al contrario che in America o in Germania. Le banche, Wall Street, i paesi più forti fanno i loro affari e a pagare è sempre la gente.

Infine per capire l’entità di questa crisi è stato fatto un esempio lampante: nel 1929 crolla tutto il sistema, ma oggi la questione è nove volte peggiore di allora.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI