Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Terra del Sud: nasce a Conversano il "turismo insolito"

castello-2

Anche Conversano ha voluto riscoprire il suo lato “misterioso”, e dopo anni di ricerche e di studi ecco una nuova proposta turistica della città. Voluta e ideata dall’Associazione “Terra del Sud”, l’originale iniziativa prevede cinque diversi itinerari guidati (pensati per i bambini e per gli adulti) che vengono svolti in sinergia con le strutture ricettive e i ristoratori. Una prospettiva del tutto nuova in grado di suscitare nel visitatore curiosità e interesse verso il nostro patrimonio storico, artistico e leggendario.


Perchè queste proposte turistiche legate al mistero e alle leggende.

La proposta parte dal cambiamento della domanda turistica. Se fino a poco tempo fa esisteva una suddivisione netta tra gruppi, anziani e singoli, ora il turista in quanto tale si è molto diversificato ed è per questo che occorre dare risposte diverse in base ai diversi tipi di turismo. Da qui la necessità di creare delle sinergie, delle reti trasversali in cui venissero coinvolte sia le strutture ricettive, come alberghi, B&B, case vacanza, sia le stesse agenzie di viaggio al fine di “catturare” il turista e promuovere così le risorse culturali e paesaggistiche in maniera alternativa. Del resto era ormai giunto il momento di valorizzare miti e leggende come prodotti turistici creando un gruppo di lavoro coordinato tra guide turistiche, operatori e ricercatori.


Il pubblico e il taglio dei percorsi.

Non esiste un pubblico fisso. I percorsi sono stati pensati non solo per i turisti che dispongono di pochi giorni di vacanza o di qualche ora di visita, ma anche per i residenti, perché guardare con occhi diversi i luoghi di sempre e conoscere le nostre zone attraverso le storie del passato rende questi posti ancora più “nostri”, una componente fondamentale per l’identità di ciascuno.

Creare percorsi, poi, comporta anche una fidelizzazione delle persone che, se hanno trovato soddisfacente una visita guidata, sicuramente torneranno a farne altre. Per quanto riguarda il taglio, io credo che il successo di una visita guidata stia nel consenso. È importante pertanto non essere eccessivamente “tecnici”, ma neanche troppo aneddotici. Tutto sta nell’abilità della guida nel capire che pubblico ha di fronte.


Il cambiamento

In sostanza si tratta di una proposta turistica non più polverosa e libresca, fatta di certosine e pedanti puntigliosità, ma vicina agli interessi del pubblico, disposta a mettersi in gioco anche in modo non convenzionale, per catturare l’attenzione dei visitatori con l’emozione, con la curiosità, e soprattutto con la possibilità di provare in prima persona, proprio perché il turismo insolito è fonte di squisite suggestioni. Quello che mancava a Conversano erano itinerari che portassero fuori dalle mete consacrate, senza però farne a meno, alla scoperta di una città’ che ha saputo creare storie fantastiche sullo sfondo del nostro bellissimo paesaggio.

Visitare una città, infatti, non significa soltanto perdersi passivamente tra i suoi luoghi principali, passargli accanto e fissare sull’Ipad foto del viaggio da far vedere agli amici. Questo è guardare una città, non viverla. Per scoprire la città occorre conoscerne la cultura, l'arte, la Storia e anche le sue storie e le sue leggende.

E se parliamo di Conversano, occorre fare ancora più attenzione: un posto così incantato merita un turista diverso, capace di lasciarsi ammaliare dai personaggi che vi hanno vissuto.

Storie che svelano i misteri di Conversano tra Conti, Badesse, Streghe e Contesse.Un'esperienza avvincente che farà scoprire il vero volto di Conversano anche a chi la conosce già, per poterla riscoprire in un modo più intimo e segreto.

Stefano Lestingi – Presidente

Commenti 

 
#4 GIUSEP 2012-07-05 07:18
L’energia magica che scaturisce dalle storie della città pare dipendano anche dalla sua posizione oltre che dalla sua notorietà, ma anche perché a Conversano, in alcuni giorni particolari, sembrano concentrarsi alcune correnti invisibili che consentono di beneficiare di alcuni poteri.
Infatti, la somma tra i primi tre numeri della latitudine: 40°58'1"92 N, e della longitudine 17°6'56"16 E, formano i numeri 57 – 64 – 57 che rappresentano: il 57 il silenzio e la pace, la ricchezza e l’abbondanza ed il 64 l’indomito e il bellicoso, le amicizie potenti e le protezioni interessate. Una combinazione unica nel suo genere.
I punti nevralgici che richiamano l’occulto, il magico, il segreto, le presenze demoniache, gli spettri, i fantasmi ed i licantropi, sono talmente tanti che c’è un percorso “Magica Conversano” che alcune guide coraggiose mostrano e raccontano a chi ha voglia di assaporare questa arcana atmosfera. Sono le storie che, tra verità e leggenda, accompagnano la città da tempi lontani.
Il tour è serale o notturno e parte dalle segrete del Castello (l’area adibita anche a stalla) dove, si racconta, si odono strani lamenti e suoni di catene. Il percorso prosegue verso il Duomo con le sue porte laterali incastonate in un ricamo di pietra con figure emblematiche. Queste sono davvero bellissime da ammirare, le intarsiature nella pietra sono ricche e particolari e nascondono facce che scrutano i passanti.
I palazzi e le case del centro nascondono storie misteriose, che durante il tour vi saranno raccontate, per portarvi completamente in questo mondo leggendario che deciderete di affrontare, probabilmente incerti più per la paura che per la curiosità.
E poi ci sono le storie tremende delle case di Vico III Martucci, di Vico Schiavelli e di Via Cellini e la storia del Lupo Mannaro di Via S. Gaetano con i relativi consigli degli esperti.
Racconteremo le leggende dello ius primae noctis e di come l’ombra del conte giri di notte tra le casa del centro storico in cerca di una bella donna, della presenza dei due fantasmi e delle pietre dell’amore e dei lampi rossastri del rogo delle streghe.
Alla fine del tour un brindisi di saluto in un wine bar, porterà tutti alla normalità.
Alcuni ristoratori proporranno “Il Piatto del Mistero”, una degustazione a prezzi competitivi. E per finire la serata in dolcezza sarà possibile gustare, presso gli esercizi aderenti a Terra del Sud i cioccolatini del conte, i dolcetti portafortuna e gli sfizi della contessa e bere, in caso di coppia, il famoso cocktail delle pietre.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 NICOLETTA 2012-07-05 07:17
Di leggende spaventose, strane e misteriose sulla città di Conversano ce ne sono tantissime. Bisogna ricordare che Conversano era il centro vitale della Contea che si estendeva da Taranto fino ad Atri, dove i Conti di Conversano avevano dimore e familiari.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 nicola f. 2012-06-08 18:51
finalmente nuove idee, speriamo per tutto l'anno!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 La_rive_gauche 2012-06-08 15:44
Originale! Oserei dire da premio Nobel!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI