Lunedì 22 Gennaio 2018
   
Text Size

ARALCO, SECONDI A "UN NOTTURNO PER FABER"

articolo11conversano Aralco armonia delle sfere celesti

La musica crea legami indissolubili unisce le nostre anime e le trascina in un mondo utopico dove si possono assaporare attimi di infinita felicità.
"L'esperienza di Genova ci ha reso tremendamente uniti. Non si tratta di un semplice feeling musicale, ma di un'alchimia che cresce in maniera esponenziale ogni volta che decidiamo di 'mangiare' il palco.." Robbie De Lucia

Gli Aralco, gruppo emergente conversanese, composto da Francesco Capoti (chitarre); Michele Ciavarella (voce e testi); Roberto De Lucia (tastiere); Marco De Bellis (batteria); Angelo Lacalandra (basso), dopo essersi piazzati al 2° posto per il concorso "Un Notturno per Faber", il 21 giugno si sono aggiudicati la possibilità di esibirsi presso il Palazzo Ducale di Genova di fronte a noti volti del panorama musicale italiano quali Eugenio Finardi, Dori Ghezzi e Mario Luzzatto Fegiz con la canzone “sul diafano inganno di un vetro”.

Il testo è straordinariamante poetico, lo spirito è de andresco, gli arrangiamenti incredibilmente ricamati sulla musica…
Hanno ricevuto tantissimi complimenti, ma soprattutto “sono insieme, sono vivi insieme nella musica” Angelo Lacalandra.

Seguiremo gli Aralco e spero non smettano mai di emozionarsi e di emozionare  dal momento che “La musica, anche la meno espressiva, anche la più semplice, produce a prima giunta nell’animo un ricreamento, l’innalza o l’intenerisce, immerge l’ascoltante in un abisso confuso di innumerabili e indefinite sensazioni, lo spinge a piangere quando anche il compositore abbia voluto farlo ridere….. “ Leopardi

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI