Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Progetto “Famiglie al Centro”, eventi conclusivi

itaca

A due anni dal suo avvio, il Progetto Famiglie al Centro promosso e finanziato dall’Ambito territoriale di Conversano e gestito dalla Cooperativa sociale Itaca di Conversano presenta i risultati del lavoro svolto, nell’ambito del workshopAccogliere per ricostruire: risultati e prospettive del lavoro di comunità” .

Famiglie al Centro ha come destinatari diretti genitori, bambini e adolescenti, ma trasversalmente si rivolge a tutte le Agenzie educative del territorio, essendo finalizzato principalmente alla promozione del benessere della comunità. Il Sistema dei Servizi e degli Interventi è articolato in tre macro aree d’intervento: Centro Affido - Centro Famiglie- Servizio di Educativa Domiciliare.

Il workshop che si svolgerà in data 27 giugno 2012 dalle ore 9.00 alle ore 14.00, presso la Sala Conferenze II° piano del Castello Acquaviva D’Aragona a Conversano rappresenta una occasione formativa rivolta ad operatori, assistenti sociali, educatori, psicologi, insegnanti, sui i temi delle politiche per la famiglia, dell’affido e della tutela dei minori, nell’ottica della valorizzazione dei legami di comunità e vedrà presenti formatori di rilievo nazionale e rappresentanti istituzionali dei Comuni e della Regione Puglia per il settore socio sanitario


Di seguito il programma dei lavori:

>9.00 Accoglienza


>9.30 Inizio dei lavori:

Introduce e modera : Alessandra De Filippis — Presidente cooperativa sociale Itaca

Saluti Istituzionali Giuseppe Lovascio- sindaco Comune di Conversano, Francesca Lippolis, Assessore Comune di Conversano, Giuseppe Campanelli Assessore Comune di Monopoli, Paolo Mazzone Assessore Comune di Polignano a Mare

Intervengono:

Franca Tarulli – coordinatrice ufficio di Piano - Ambito territoriale di Conversano “Il Progetto Famiglie al Centro nel Piano di zona dell’Ambito”

Maria Palmitessa - referente tecnico del Progetto “Famiglie al Centro”- “Tra bisogni e risultati: l’impatto sociale di Famiglie al Centro”

Vincenzo Gigantelli – Direttore del distretto socio sanitario ASL di Conversano “Integrazione sociosanitaria: quali riscontri nel lavoro di rete per il sostegno psico-sociale alle famiglie?


>11.00-12.30 intervento tematico e lavoro interattivo di Marco Giordano esperto in servizi sociali Presidente della rete nazionale famiglie affidatarie e solidali della federazione “Progetto Famiglia “ “Mettere in circolo le risorse e tessere legami: il lavoro di comunità”


>12.30-12.45 Rosangela Paparella - Garante dei minori nel consiglio regionale della Puglia - “Persone di minore età: il diritto di essere ascoltati”


>12.45-13.15 Dibattito


>13.15 -13.45 Conclusioni Annamaria Candela — Dirigente Servizio di Programmazione sociale ed integrazione sociosanitaria — ad interim Dirigente Servizio di Politiche di benessere sociale e pari opportunità Regione Puglia “Prospettive e innovazioni delle Politiche per la famiglia in Puglia”

 

Per l’incontro è stato richiesto l’accreditamento all’Ordine degli Assistenti sociali di Bari.

Nell’ambito degli eventi conclusivi del Progetto, si segnala inoltre una occasione di incontro e socializzazione dedicata ad adulti e bambini che vogliano condividere un momento di riflessione sui temi dell’accoglienza: in data 26 giugno alle ore 17.00, presso la Masseria didattica Minoia di Conversano, si terrà l’incontro “Il legame che arricchisce: tra accoglienza e mutualità” rivolto alle famiglie interessate al tema dell’affido familiare e condotto da Marco Giordano e Carmela Memoli famiglia affidataria della rete nazionale famiglie affidatarie e solidali della federazione “Progetto Famiglia “- Angri (SA)

Durante l’incontro saranno organizzati laboratori ludico-didattici per i bambini, a contatto con la natura.

 

Per informazioni e iscrizioni: Cooperativa sociale Itaca – Via Torino n. 30 Conversano Tel 0804958985 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI