Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Bandalarga: Orchestra di fiati “Delle Cese”

Bandalarga davide delle cese

L’ultimo appuntamento della XVII edizione del Festival di Bandalarga si è tenuto ieri, lunedì 6 agosto 2012, sull’ormai famoso sagrato della Cattedrale, con l’orchestra di fiati “Davide Delle Cese”.

L’orchestra Sinfonica di fiati “Davide Delle Cese”, della città di Bitonto, formata da quaranta elementi, ha nel suo organico strumenti rari (come il flicorno contralto, il clarinetto contralto e il glockenspiel), spazia dalla musica per banda, a quella classica, sacra e militare; si esibisce assieme a rinomati cori e porta avanti conferenze-concerto e vari progetti di ricerca. L’orchestra è dedicata al musicista Davide Delle Cese, che studiò musica al conservatorio di Napoli S. Pietro a Maiella. È sufficiente citare i suoi grandi successi conseguiti con la “Breccia di Porta Pia” e la celebre “L’Inglesina”, divenuta quest’ ultima, marcia ufficiale di rivista dell’esercito nazionale americano. Successivamente, nel 1891, partecipò al concorso per diventare direttore della banda municipale di Bitonto e superò brillantemente gli 80 candidati, 'rimanendo in carica' fino al 1938, anno della sua morte.

Il direttore artistico attuale, Vito Vittorio Desantis, ha studiato pianoforte e partecipato a vari concorsi nazionali ed internazionali, inoltre ha studiato trombone, dedicandosi anche agli studi umanistici. Ha conseguito la laurea specialistica in direzione d’orchestra ad indirizzo fiati al conservatorio di Potenza e il master di primo livello in musica applicata al cinema.

Insomma, un concerto dedicato ad un’orchestra storica della Puglia, come molte ce ne sono ancora sparse e sconosciute nella nostra regione. Ma Bandalarga non si ferma qui e andrà oltre la musica per banda, esplorando i territori musicali della famosissima Carmen di George Bizet (8 agosto, scalinata dei Paolotti, ore 21.00) e di Madama Butterfly di Giacomo Puccini (doppio appuntamento 10 e 13 agosto, Corso Domenico Morea, ore 20.30).

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI