Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Pro Loco, si apre domani la rassegna "Cogito Ergo Sum"

pro loco cogito ergo sum

Domani 13 ottobre, alle ore 18.30, presso il Castello Acquaviva d'Aragona - II piano Sala Conferenze, inizia la rassegna "Cogito Ergo Sum", ideata e coordinata dall'Associazione Tuistica Pro Loco Conversano

"La celebre locuzione cartesiana perviene dal dubbio: un atteggiamento mentale noto già agli antichi greci, in virtù del quale si smette di credere ad una convinzione o si impugna una verità.

Nel V secolo a. C. Socrate, attraverso l'incessante esercizio del dubbio, investì le false persuasioni di coloro che presumevano di sapere.

Platone sviluppò dal suo maestro (Socrate) il concetto che solamente muovendo da un sapere innato è possibile cogliere la provvisorietà della realtà, e pertanto la necessità di dubitare di ogni forma di conoscenza o opinione (dòxa) che provenga dall'esperienza sensibile.

Nella tradizione speculativa dei "Padri", Agostino afferma che il dubbio è un itinerario necessario per approdare alla verità.

Nel seicento Cartesio si ispira al metodo di sant'Agostino ma ribaltandolo: è la verità che erompe direttamente dal dubbio. Seguirà l'Illuminismo con il suo sapere aude abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza come soleva ripetere Kant.

L'Illuminismo mostrerà un certo distacco verso i valori universali e la "Verità" della cultura dominante. L'autonomia ovvero il governo di se stessi è l'obiettivo dei philosophes. Celebre è la frase kantiana tratta da Che cos'è l'illuminismo? "L'ufficiale dice: non ragionate, ma fate esercitazioni militari! L'intendente di finanza: non ragionate, ma pagate! L'ecclesiastico: non ragionate, ma credete!" Invece dice Kant: "L'illuminismo è l'uscita dell'uomo da uno stato di minorità il quale è da imputare a lui stesso. Minorità è l'incapacità di servirsi del proprio intelletto senza la guida di un altro".

E' questo il compito della ragione "Percepire il limite oltre il quale diventa intollerabile essere governati". (Paolo Napoli)

Oggi più che mai urge una riflessione sull'eredità dei Lumi, che non può passare inosservata in particolar modo rispetto all'attenzione delle giovani generazioni frequenti fruitrici di modelli omologanti che scoraggiano ogni sforzo critico individuale.

Muovendo dalla lezione dei philosophes "Cogito Ergo Sum", rassegna ideata e coordinata dall'Associazione Turistica Pro Loco, si propone avvalendosi di autorevoli ausilii, una stimolante investigazione critica sul presente, sulla società, sulla cultura, sulla politica, sulla scienza, sul costume".

 

I percorso

Lectio magistralis del prof. Giovanni Gozzini, professore ordinario all'Università degli Studi di Siena e autore del saggio "La mutazione individualista. Gli italiani e la televisione".

Intervengono Giovanni Gozzini (storico), Maurizio Marangelli (moderatore) Giuseppe Lovascio (Sindaco di Conversano), Vito Antonio Galasso (presidente Pro Loco) Pasquale Sibilia (assessore alla cultura) Vanna Montrone (curatrice progetto scientifico).

E' possibile prenotare il Saggio presso la libreria "Le Storie Nuove"  Via Giuseppe Di Vagno,11 - Conversano

L'itinerario sarà arricchito dalla retrospettiva del pittore naif SIMONE PRUNELLA

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI