Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

CONVERSANO CITTA' D'ARTE, PERO'...

archeoclub
Che fortuna vivere in una città ricca di storia, di arte, di cultura…eppure c’è qualcosa che non va. Mancano i servizi, l’attenzione verso un personale qualificato, giovane e conoscitore di nuove tecnologie, mancano nuove idee, una gestione attenta e intelligente delle risorse finanziare, per non parlare della messa a norma dei siti archeologici per l’accesso ai disabili. Insomma un tesoro chiuso in uno scrigno, per lo più inaccessibile. Ma molto si sta già facendo e si farà. Conversano è un cantiere di idee che aspettano solo di essere messe in pratica. Per capirci qualcosa in più abbiamo intervistato il presidente dell’Archeoclub di Conversano, il dott. Gianfranco Ruffo. Una bella chiacchierata, tante questioni da risolvere, tanti progetti che stanno per partire. La parola d’ordine è: rinnovo!

Ma per chi non lo sapesse, cos’è l’Archeoclub?

“L’Archeoclub è una associazione culturale di volontariato, attualmente Onlus, ma con il convegno dei presidenti e dei tesorieri di Puglia, già svolto, da Onlus diventerà APS (Associazione per la promozione sociale). Questo passaggio consentirà di avere a disposizione maggiori risorse finanziarie, in grado di garantire non solo il recupero spese, ma anche un riconoscimento economico a chi presta il suo servizio attivamente”.

Al momento Conversano ha bisogno di una bella ventata di novità, a questo proposito quali sono i vostri progetti per il futuro?

“Temo di rivelare i progetti, perché troppo spesso è accaduto che le idee migliori venissero copiate. In ogni caso, all’orizzonte, e neanche troppo lontano, due grossi progetti di sviluppo per Conversano, per darle visibilità turistica. Progetti che sono stati discussi con la presidente nazionale dell’Archeoclub d’Italia, la dott.ssa Clelia Arduini. Speriamo che a breve sia formalizzato un accordo tra Comune, Soprintendenza e Archeoclub. Tra ottobre e novembre si terrà un convegno con i presidenti degli Archeoclub pugliesi in cui si discuterà dell’utilizzo di nuove tecnologie informatiche, applicate al turismo. Abbiamo pensato, inoltre, di proporre viaggi a tema, portando così l’archeoturismo a Conversano”.

Sullo sfondo di tutti questi progetti un grande amore per questa città, che va assolutamente rilanciata, rinnovata e rivalorizzata perché non sia semplicemente città d’arte, ma affinché l’arte sia al servizio e alla portata di tutti.

Commenti 

 
#3 Iudice 2009-07-18 23:26
sicuramente altro! o nient altro!
Segnala all'amministratore
 
 
#2 DANIELEPASQUALE5@GMAIL.IT 2009-07-16 22:06
CHISSà PERCHé ... DESIDERIO DI NOVITà? o ALTRO? ;-)
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Iudice 2009-07-16 20:11
e cmq c'è già una convenzione con l'università degli studi di Bari e Foggia; inoltre erano stati stanziati dei soldi per la produzione di depliant e brochure con tanto di progetto grafico...il castello era stato reso fruibile...però qualcuno non ha voluto continuare questa programmazione quasi in atto!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI