Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Finoglio all’Expo

lovas4

 

 

La tela di Paolo Finoglio intitolata “Rinaldo e Armida nel giardino incantato” è stata esposta all’EXPO. La tela del Finoglio è stata esposta nel Padiglione Eataly. Eataly è una azienda fondata da Oscar Farinetti impegnata nella valorizzazione delle produzioni agroalimentari italiane. La mostra è curata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. Il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio ha partecipato all’esposizione della tela del Finoglio. Il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio ha dichiarato su  facebook:

 «Una grande emozione per me, per l’intera città di Conversano che qui rappresento. Una occasione unica di crescita […]. Qui ad Expo attesi 10 mila visitatori al giorno e Conversano c’è.»

 

Il padiglione Eataly

 

Il padiglione di Eataly all’Expo 2015 è caratterizzato dalla biodiversità. La biodiversità caratterizza la produzione agroalimentare italiana. Il padiglione di Eataly si estende su 8mila mq di superficie su due edifici tra i quali è posto un giardino di 8mila mq. L’offerta enogastronomica di Eataly è organizzata su base regionale. Nel padiglione di Eataly è prevista la presenza di  20 ristoranti gestiti da 84 protagonisti dell’enogastronomia italiana.  

 

La mostra “Il Tesoro d’Italia”

 

All’interno del Padiglione Eataly è allestita la mostra “Il tesoro d’Italia” curata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. La mostra si compone di più di 250 opere. Le opere sono rappresentative delle regioni italiane. Il periodo storico di riferimento delle opere va dal 300 al 900. La mostra è antologica. La mostra è orientata alla biodiversità. Il catalogo della mostra è molto vario. La diversità è l’elemento dominante pure nella bellezza manifestata dalle opere d’arte provenienti dalle regioni italiane. La mostra è vincente per la sua capacità di dare rappresentazione della diffusione della cultura dell’arte in Italia. Il curatore Sgarbi ha così rappresentato l’arte degli italiani nell’Esposizione Universale.

 

L’importanza dell’EXPO e del modello Farinetti-Sgarbi

L’Expo è importante per la sua valenza internazionale. La presenza all’Expo può essere importante strumento di marketing territoriale. Tuttavia il modello Farinetti-Sgarbi può essere vincente per il sistema dell’enogastronomia e dell’arte per lo sviluppo di una politica economica del  turismo. L’economia di Conversano è caratterizzata da una capacità di produzione agroalimentare e da bellezze artistiche in grado di  attivare i percorsi del turismo nazionale ed internazionale. Il modello del turismo culturale, in grado di mettere insieme enogastronomia e bellezze artistiche, può rendere l’economia conversanese più veloce nella produzione di reddito derivante dai servizi al turismo. Il turismo è un bene immateriale. Il turismo è prodotto dall’ambiente, dalle bellezze artistiche e dalla capacità delle aziende private operanti nella ristorazione, nel settore degli alberghi, dei bed and breakfast e dei servizi al turismo di creare delle offerte anche esperienziali per i turisti insieme con la pubblica amministrazione e le organizzazioni del terzo settore.

 

Il modello Farinetti-Sgarbi mette insieme i privati con le pubbliche amministrazioni e può essere applicato all’economia conversanese. Gli imprenditori possono investire nel turismo, nella ristrutturazione degli immobili e nella creazione di strutture ricettive compatibili con le bellezze artistiche e sostenibili per l’ambiente e insieme l’amministrazione comunale può prevedere dei piani anche fiscali oltre che l’istituzione di una azienda per la promozione turistica in grado di fare una offerta per la domanda di Italia presente anche a livello internazionale. La Puglia è una delle regioni preferite dai turisti provenienti dall’estero. La creazione di consorzi partecipati anche da altri comuni, come Polignano a Mare, Mola di Bari, Rutigliano e Noicattaro nell’ambito della città metropolitana di Bari può consentire di aumentare il valore aggiunto prodotto dal turismo. 

 

lovas2 lovas

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI