Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

MANDORLE E SAPORI A CORTE: CONVERSANO 31 LUGLIO – 2 AGOSTO 2015

Conversano- LOGO FESTA MANDORLA

COMUNICATO STAMPA

Riscoprire e rilanciare un prodotto di eccellenza dell’agroalimentare del sud-est barese, la mandorla, che può tornare decisamente remunerativa per i nostri agricoltori in quanto il consumo di mandorle e di prodotti a base di mandorle sta crescendo ad una rapidità impressionante. Nasce con questo spirito “Mandorle e sapori a Corte”, vera e propria festa di enogastronomia, con degustazioni ed eventi, che si rinnova a Conversano da venerdì 31 luglio a domenica 2 agosto. Organizzata dall’Associazione Culturale “Il Sud-Est nel Cuore”, la manifestazione ha ottenuto il prestigioso riconoscimento del Padiglione Italia dell’Expo Milano 2015 che ha concesso il proprio patrocinio all’iniziativa. Numerosi gli stands allestiti nel cuore della città dei conti, nei pressi del Castello. Durante i tre giorni di questa festa si vivono momenti intensi grazie ad un ricco programma di iniziative e si possono consumare le mandorle dolci, importantissime per la nostra salute per le proprietà curative: ritardano l’invecchiamento, combattono il colesterolo, aiutano il benessere dell’intestino, rafforzano le ossa e mettono il buon umore. Naturalmente vanno consumate con moderazione: non più di 8 al giorno. “Mandorle e Sapori a Corte” offre ogni sera un confronto con un esperto lungo la scalinata del monastero di San Benedetto, concerti, artisti di strada, attività sportive, l’apertura di musei, chiese e siti di interesse storico-culturale con visite guidate, la mostra di antichi attrezzi e mestieri contadini presso l’area eventi di San Benedetto, mercatini artigianali e laboratorio di cucina nell’ex chiesa di San Giuseppe. La giornata inaugurale di venerdi 31 luglio si aprirà alle 17 con una ciclo passeggiata nelle campagne tra campi di mandorli e antichi muretti a secco con sosta nella masseria didattica “Serena” per conoscere la qualità e la versatilità di questo frutto buono e nutriente organizzata in collaborazione con Ciclammino e Cooperativa Armida. In programma, inoltre, una mostra di arte contemporanea; un concorso fotografico a tema; raduni di auto storiche e moto Guzzi. Al futuro agricolo della mandorla, tra produzione, borsa e alimentazione, sarà, invece, dedicato un seminario specifico con l’intervento di tecnici, studiosi e produttori che si terrà nella serata inaugurale di venerdì 31 luglio.

Conversano, 23 luglio 2015

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E CONTATTI

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Maurizio Marangelli 338-1750389


SCHEDA TECNICA MANDORLE 

 

Il rilancio di questo frutto prezioso è legato alla possibilità del suo largo impiego, dai preparati alimentari alla cosmesi. Troppo spesso, però, proviene dall'estero. Da qui l'iniziativa di promuovere il recupero di colture e tradizioni locali, bio e a filiera corta. Chi abita o frequenta le campagne si sarà accorto che il mandorlo è la prima pianta a fiorire e che ogni anno ci preannuncia la primavera. Già questo primato ci dovrebbe convincere sulla necessità di tornare a coltivare questo albero robusto e poco esigente. Ma è soprattutto per la qualità e la versatilità dei suoi semi, che la mandorla merita di essere apprezzata. Quella del Sud Est Barese, in particolare, perché è buona e nutriente, altamente proteica, ricca di calcio e di acidi grassi essenziali utili a combattere le malattie cardiovascolari e a mantenere una pelle giovane ed elastica. Da essa si possono ricavare paste, dolci e il cosiddetto "latte di mandorla", una bevanda rinfrescante, dalle proprietà dissetanti, depurative e antinfiammatorie, ricca di antiossidanti, fibre e minerali. Dalle mandorle si ricava anche un prezioso olio limpido, che si usa come emolliente per le pelli secche e sensibili e che trova impiego nella formulazione di creme e preparati, perchè facilmente assorbibile e ricco di vitamina E.

Purtroppo la maggior parte di questi semi oleosi presenti sugli scaffali dei negozi, o utilizzati come materia prima, proviene principalmente da paesi lontani, soprattutto Spagna, Cina e California. Negli ultimi anni però, grazie a una maggiore attenzione verso la filiera corta e la produzione biologica, si sta riscoprendo una tradizione produttiva importante, soprattutto in Puglia, dove la pasticceria a base di mandorle è conosciuta da secoli.

Attualmente in Puglia è destinata alla coltivazione del mandorlo una superficie pari a 29.030 ettari, pari al 35% della superficie nazionale coltivata a mandorlo che ha fornito una produzione totale di 339.960 quintali di mandorle, un terzo del totale nazionale (30,01%). Cifre che collocano la Puglia al secondo posto fra le regioni italiane dopo la Sicilia. Le mandorle in Puglia sono coltivate prevalentemente in provincia di Bari: 21 mila ettari pari al 72,3% della superficie pugliese coltivata.

In provincia di Bari la produzione è concentrata nella zona di Toritto, dove viene coltivata la “Filippo Cea” con metodo biologico, e nel Sud Est Barese dove, invece, trova largo spazio la Mandorla Genco, di cui si vuole attribuire la genitura proprio ad un cittadino di Conversano. Questa produzione si sta imponendo anche  all'attenzione dei circuiti dei gruppi d'acquisto per la produzione e commercializzazione di prodotti tipici, salutistici e bio a base di mandorle. Il periodo di raccolta va da fine agosto a inizio ottobre, a seconda delle cultivar.

Le nostre mandorle vengono largamente impiegate dai presìdi Slow Food con un disciplinare per i mandorlicoltori utile a ricostruire una filiera in cui le mandorle sono prodotte, essiccate, sgusciate, spellate e vendute direttamente dai produttori.

Il mercato della mandorla sta vivendo profondi cambiamenti: questo frutto fondamentale per tante produzioni sta assumendo le caratteristiche di materia prima con implicazioni dirompenti sia per l’agricoltura che per l’industria di trasformazione. Con l’aumento dei consumi, grazie anche ai recenti studi sulle proprietà curative, questa produzione, ai prezzi futuri, può tornare decisamente remunerative per l’agricoltura e può attrarre nuovi investimenti.  

Conversano- Festa Mandorla-PROGRAMMA 2 Conversano- Festa Mandorla-PROGRAMMA 1 .

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI