Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

ARIA MEDIEVALE PER SAN ROCCO

sbandieratorisanrocco
È iniziata ieri la intensissima quattro giorni di festeggiamenti civili e religiosi dedicata a San Rocco, una figura cristiana molto legata alla nostra città, sempre oggetto di intensa devozione da parte dei conversanesi. Quest’anno, come già anticipato su Conversanoweb in un precedente articolo, l’evento, organizzato dall’associazione “I Collegia” e dal comitato organizzatore dell’omonima rettoria, con la collaborazione dell’associazione Danza Musica e Teatro e il patrocinio degli enti istituzionali, si snoda in un originale format, allungato allo scopo di valorizzare un appuntamento ormai pluriennale con la storia.

Già da ieri, nel centro storico, si respirava una strana aria, un’aria medievale, tra le architetture del romanico pugliese (alcune di esse ancora in restauro) e i costumi degli oltre 100 figuranti impegnati in questa cavalcata nel tempo. Il culto del santo, come detto, è molto sentito a Conversano e risale al 1510, anno di fondazione della chiesa omonima e del beneficio connesso. È il tempo della dominazione veneta in Puglia: nel 1485 le reliquie di Rocco di Montpellier erano state traslate in Laguna. Ad edificare la piccola chiesetta fuori dalle mura del casale è Tommaso Moro, nome di chiara origine veneziana.

Tutto il resto è storia, fino ai giorni nostri: il fascino della rievocazione ha contagiato anche i sindaci di Trecenta e Fratta Polesine, comuni gemellati con il nostro, invitati per l’occasione dal primo cittadino Lovascio e dal presidente della Fondazione Di Vagno, Gianvito Mastroleo. Gli illustri ospiti potranno, tra le altre cose, godere della Pinacoteca in odor di riapertura (la cerimonia si terrà martedì 18 alle ore 19): la nuova sistemazione architettonica, con l’ingresso unico da corso Domenico Morea per tutto il complesso del polo museale (piano terra + Pinacoteca + secondo piano con mostre itineranti e sala conferenze), rende finalmente giustizia al baluardo aragonese, in un disegno voluto dai due ultimi reggenti dell’assessorato alle Politiche culturali, Diego Judice e Pasqualino Sibilia.

IL PROGRAMMA

L’articolatissimo programma dedicato al santo di Montpellier comprende appuntamenti religiosi e civili di ogni tipo. Questa sera alle ore 19:00, sul sagrato della chiesetta ci sarà la messa solenne, officiata da mons. Domenico Padovano, vescovo diocesano. Alle ore 20:30 avrà inizio il classico corteo storico devozionale, con annessa cavalcata, una delle attrazioni più spettacolari dell’intero programma estivo conversanese. A seguire, attorno alle ore 22:30, la classica benedizione eucaristica accompagnata dall’inno a San Rocco, una tradizione recuperata ormai da alcuni anni.

A concludere la serata, alle 23:30, lo spettacolo pirotecnico che si terrà nei pressi dell’edificio scolastico di via Guglielmi (una traversa di via Bari, al margine della linea delle Ferrovie Sud Est). Non è l’ultimo appuntamento di rilievo perché i festeggiamenti proseguiranno anche domani e dopodomani, secondo il calendario predisposto dal comitato organizzatore in collaborazione con “I Collegia” (www.icollegia.it).

ARIA MEDIEVALE

Il 17 e 18 agosto appuntamento con la “Lunga notte medievale”: “Ricercare a corte”, nelle sale del castello aragonese presenta, dalle ore 19 “Storie di peste, pellegrini e badesse” e il concerto di ensemble strumentali e coreutici. Alle 21 di domani, presso le mura megalitiche, la storia del “Monstrum Apuliae”; alle 21:30 in anfiteatro, “Processo alle masciare”; a seguire, “Terrarossa: i bersagli del Guercio”, nei pressi della torre dodecagonale, stesso luogo di “don Giulio e don Francesco in duello” e “Duello d’arte e danze storiche” (a seguire).

Martedì sera, ultima giornata, con appuntamenti di cultura e di combattimento, nei giochi in contea che si svolgeranno attorno al castello. Alle ore 23:00 una specie di palio tutto conversanese con l’ultimo appuntamento, la gara delle contrade che metterà in competizione cinque delle storiche contrade conversanesi, Iavorra, Monterrone, Agnano, Sassano e Castiglione.  

Alla fine dei quattro giorni di giochi dedicati a San Rocco, Conversanoweb ospiterà sulle proprie pagine un resoconto con ampia galleria fotografica dell’evento.

Commenti 

 
#1 piero 2009-08-18 16:38
grande, queste sono le cose giuste per conversano
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI