Domenica 22 Aprile 2018
   
Text Size

Conversano: gli Skatalites alla Casa delle Arti

Conversano- Gli Skatalites alla casa delle arti

 

 

Il gruppo che ha inventato il genere Ska suonerà a Conversano il 26 dicembre. L’evento è organizzato alla Casa delle Arti.

 

Il gruppo “The Skatalites” terrà un concerto il 26 dicembre alla Casa delle Arti a Conversano. Gli Skatalites sono un gruppo attivo fin dagli anni sessanta che ha segnato la storia della musica reggae e ska. Gli Skatalites hanno influenzato lo sviluppo della musica in levare attraverso la creazione del genere SKA. Il termine SKA è deriva proprio dal gruppo giamaicano degli Skatalites. L’evento è organizzato alla Casa delle Arti è prodotto anche da Bass Culture. Il prezzo d’ingresso è di 10 euro in prevendita e 12 euro al botteghino per posti solo in piedi. L’inizio del concerto è previsto per le 22.00.

 

The Skatalites: la formazione “all stars” creatrice della musica SKA. Gli Skatalites hanno fondato il genere musicale noto come SKA. Il gruppo giamaicano ha iniziato il suo percorso musicale nel 1963. La creazione del termine SKA è in genere attribuita alla registrazione del disco “Ska Authentic” realizzato dagli Skatalites nella primavera del 1964 allo Studio One a Kingstone in Jamaica.Una carriera lunghissima e fortunata quella degli inventori dello Ska anche se la composizione del gruppo è stata modificata varie volte nel corso degli anni. Lester Sterling e Doreen Shaffer sono gli unici fondatori a partecipare come musicisti del gruppo the Skatalites. Il cambiamento dei membri all’interno del gruppo ha comunque consentito agli Skatalites di restare ad un livello alto della produzione musicale attraverso un processo di ricerca creativa in grado di passare dallo ska, al rocksteady al reggae mediante i vari gradi del levare. Il gruppo è stato attraversato da vicende particolari che hanno portato più volte alla sospensione dell’attività di produzione musicale. Tuttavia gli Skatalites hanno sempre ricominciato a suonare attraverso delle reunion accompagnate da concerti e nuove produzioni discografiche. Nel 1964 il gruppo ottenne importanti riconoscimenti con la canzone “Man in The Street”  entrata nella Top Ten del Regno Unito. Don Drummond trombonista di Kingstone ha svolto un ruolo cruciale nel successo iniziale degli Skatalites. Nel 1964 Drummond risultava essere titolare di circa 200 motivi musicali registrati. Gli skatalites nel 1965 subirono un evento inatteso drammatico. Drummond venne giudicato colpevole dell’omicidio di Anita “Marguerita” Mahfood ballerina e compagna del trombonista. Drummond venne giudicato insano di mente e imprigionato in un ospedale carcerario dove morì nel 1969. Nell’agosto del 1965 gli Skatalites suonarono l’ultimo concerto e decidero di rompere la formazione. Dagli Skatalites nacquero due supergruppi: Rolando Alphonso and the Sould Vendors e Tommy McCook and the Supersonics.

 

La prima reunion degli Skatalites. La prima reunion degli Skatalites è avvenuta nel 1974. I musicisti che in passato avevano suonato nella band vennero assoldati per suonare nel gruppo di Lloyd Brevett. I musicisti decisero di riprendere a suonare insieme. Il disco registrato in quell’occasione reca il titolo “African Roots” ed è attribuito sia a Lloyd Brevett che gli Skatalites. Nel 1979 il gruppo venne riunito per realizzare un nuovo album in studio. Tuttavia a causa di divergenze il progetto si interruppe. Nel 1983 gli Skatalites ripresero a suonare con una formazione molto simile a quella originaria fatta eccezione per Drummond. Gli Skatalites suonarono al Reggae Sunsplash festival. Gli Skatalites registrarono anche un disco live intitolato “Stretching Out”. Tuttavia gli stessi membri del gruppo consigliarono in seguito ai fans di evitare di acquistare il disco perché i musicisti non avevano ricevuto nessun compenso per la registrazione. Nel 1984 gli Skatalites registrarno “The Return of the Big Guns” con la Mango Records sulla base di note registrate da Drummond e McCook.  Tra il 1985 e il 1988 i membri degli Skatalites suonarono negli Stati Uniti dove alcuni si trasferirono.

 

Gli Skatelites resistono: la formazione attuale. Nel 2004 Loyd Brevett ha lasciato la band a seguito di contrasti con gli altri membri del gruppo. Brevett ha inizialmente creato una sua band e poi in seguito si è ritirato dal mondo della musica ed è tornato in Giamaica.  Nel 2005 la band ha realizzato il disco “The Skatalites in Orbit, vol.1” registrato in Argentina. Nel 2006 il gruppo ha iniziato il Global Orbit Tour che ha portato gli Skatalites a suonare in Australia, Nuova Zelanda, Cile e Argentina. Sempre nel 2006 i componenti dell’instancabile gruppo hanno realizzato un nuovo disco in Australia intitolato “On The Right Track”. Nel 2007 la band ha suonato un brano insieme con Ben Harper in un cd intitolato “ Goin’ Home: A Tribute to Fats Domino” destinato a raccogliere fondi per le vittime dell’uragano Katrina abbattutosi negli Stati Uniti. Nel 2011 uno dei fondatori del gruppo Lloyd Knibb morì di cancro all’età di 80 anni. Nel 2012 Lloyd Brevett si spense per un attacco di ictus all’età di 80 anni. Nel 2012 la band ha annunciato la realizzazione di un nuovo album e di un nuovo tour in Texas, New Mexico, Colorado, Arizona, Oregon, California, Washington e Canada intitolato “All Roads” e contenente le ultime registrazioni di Lloyd Knibb.

 

La casa delle Arti. La casa delle Arti è un centro di aggregazione parte dei Laboratori Urbani nell’ambito del progetto Bollenti Spiriti della Regione Puglia ospitata all’interno di una ex palestra fascista di proprietà del Comune di Conversano, ristrutturata e riqualificata. La casa delle Arti è nata nel 2009 come un centro culturale polivante promosso dalla Cooperativa Armida per la realizzazione di concerti, dance party, feste, cinema d’autore, teatro, convegni e arena polifunzionale.

 

 

Conversano- Gli Skatalites alla casa delle arti

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI