Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

PROLOCO, 10^ CORSO GUIDA TURISTICA

pro-loco-conversano

APERTE LE ISCRIZIONI AL CORSO DI GUIDA TURISTICA

E' stato presentato il decimo corso per guide e informatori turistici, organizzato dalla locale Pro Loco. A differenza delle scorse edizioni, come spiega in apertura Annalisa D’Aprile, quest’anno si avrà un maggiore fondamento istituzionale, in ragione della legge quadro, di competenza provinciale, deliberata dalla Regione Puglia. Una legge che finalmente consente l’inquadramento della guida turistica in appositi albi, con tutte le conseguenti tutele. I soggetti interessati sono essenzialmente neolaureati o laureandi in ben determinate discipline: esistono, infatti, elenchi diversificati secondo la figura professionale cui si aspira e, per ognuno di essi, sono previste specifiche competenze preliminari. Sempre per restare nelle ‘novità istituzionali’, il Comune di Conversano ha accordato il partenariato; ovvero, il personale formato sarà funzionale non solo alla Pro Loco, bensì a tutte le associazioni affini.

Lo scopo della Pro Loco, continua il presidente Ninni Galasso, è fornire gli strumenti per diventare una guida, lavoro – o meglio vocazione – non così semplice come potrebbe sembrare, dal momento che “non si limita a presentare i monumenti da un punto di vista storico-architettonico – precisa il presidente – ma implica l’acquisizione della capacità di accogliere il turista, gestire gruppi eterogenei e a volte numerosi di visitatori”.

Il corso, che inizierà dal 17 Aprile, sarà articolato in 32 ore frontali e 100 ore di stage; si svolgerà nella Sala Conferenze del Castello Aragonese, sfruttando l’ausilio di materiale informatico. Oltre alle lezioni tematiche sui monumenti e sul centro storico, si amplierà la panoramica alle città di Castellana Grotte e Alberobello, giacché il flusso turistico degli ultimi anni conferma Conversano come città “di passaggio”. Previsti anche tre seminari orientati su altrettante aree geografiche, individuate in base alla storica preferenza e adesione dei turisti. Parliamo degli itinerari classici: Valle d’Itria (Cisternino, Locorotondo e Martina Franca); Nord-barese (Trani, Castel del Monte e Bari) e Terre del Salento (Lecce, Otranto e Gallipoli). Inoltre, in virtù dell’incremento dei turisti stranieri, le ultime due lezioni saranno interamente in lingua inglese.

I docenti individuati, tutti esperti in storia locale, sono Marta Bientinesi, Annalisa D’Aprile, Tonino Fanizzi, Mario Giannuzzi, Ubaldo Panarelli, Miriam Ramunni e Fonte Sibilia. Cui si aggiungerà Claudio Del Medico per l’approfondimento della storia della musica per organo della Basilica e della chiesa di San Benedetto tra ‘500 e ‘600, cercando di far emergere i rapporti esistenti tra le più importanti parti sociali conversanesi, civili e religiose.

Le domande d’iscrizione sono scaricabili presso il sito della Pro Loco o recandosi in sede; il costo è pari a 10 euro, utili a coprire le spese del materiale cartaceo e digitale fornito ai corsisti. In conclusione, i corsisti dovranno affrontare un test scritto e una simulazione di visita guidata, atta a sondare la reale predisposizione al lavoro sul campo. In ogni caso, verrà rilasciato un attestato “che ha un notevole valore, in quanto tutte le ore svolte come stagisti presso la Pro Loco sono parificate alle ore svolte all’interno di una pubblica amministrazione”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI