Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

IL "BUDELLO" DI VIA BOLOGNINI E L’ASSENZA DI CONTROLLI

aula-conversano

Nel corso dell’ultima assise comunale, il consigliere SeL, Pasquale Bonasora, si è fatto portavoce delle lamentele dei residenti nella zona antistante via Bolognini, dove insiste un parcheggio che sta creando diversi disagi. “Le ultime vicende, tra cui un’anziana investita da un motorino sul marciapiede, portano a riflettere sull’opportunità di consentire agli stessi motorini di parcheggiare proprio sul marciapiede”. Senza contare che “essendo quel parcheggio cieco in cima, si crea una grave difficoltà nelle manovre delle vetture in accesso e in uscita, testimoniata dall’incremento dei sinistri”.

Fa eco il capogruppo PDL, Michele Salzo: “Condividiamo ciò che è stato segnalato dal consigliere Bonasora e chiediamo di capire cosa s’intende fare, anche per aiutare i residenti che – si passi la celebre ironia tagliente del consigliere – non riescono più a dormire e devono fare ricorso alle cure di uno psicologo per superare il trauma dei motorini”, pronti a smanettare sotto le finestre dei malcapitati.

Doverosa la replica dell’assessore al ramo, Pasquale Loiacono: “Fin dal momento dell’installazione degli stalli per i motorini, sollevai all’area gestionale il problema e i pericoli di un parcheggio su marciapiede. Mi fu risposto che a breve si sarebbe provveduto; è passato del tempo e niente è stato fatto”. L’assessore si è, dunque, visto costretto a reiterare in forma scritta l’invito; chiedendo, in aggiunta, di apporre un pilomat che, dopo l’inizio delle prescrizioni ZTL, consenta l’accesso ai veicoli dei soli residenti. “Il mio compito – precisa Loiacono – si limita all’indirizzo politico; sarà comunque mia premura vigilare affinché questa volta si agisca davvero”.

Incalza Gianluigi Rotunno: “In merito a cosa possa fare la parte politica se quella gestionale non risponde alle sollecitazioni, penso che in questo caso – trattandosi di un parcheggio autorizzato su marciapiede – sarebbe doveroso chiedere al Direttore d’area a quale norma si è ispirato per realizzare questo intervento”. Il consigliere suggerisce, in seconda battuta, di riconsiderare la possibilità, concessa ai residenti, di parcheggiare: “Quello spazio è un budello che non consente privilegi di nessun tipo; non ci dovrebbero essere posti auto a disposizione dei residenti, se non nelle ore notturne”.

È la volta di Di Mise, pronto a spendersi sul parcheggio prospiciente il Liceo Magistrale. “Per paradosso, se si sosta sulle strisce blu, si paralizza il traffico, vista l’abitudine dei cittadini di mettere le macchine al centro della piazzetta. Se questi pagassero 38 euro a serata (il costo di una multa, ndr), andrebbe benissimo; il problema è che, dopo le 22, non c’è nessun controllo da parte della Polizia Municipale”.

Dal canto suo Loiacono risponde di credere fermamente nel potere sanzionatorio. Si augura, inoltre che con gli ausiliari, a breve nominati da parte dell’azienda, e la recente installazione del servizio di telerilevazione si possa attivare un controllo sempre più efficace.

Il capogruppo PD, D’Alessandro continua sulla stessa linea evidenziando le lacune in materia di sicurezza stradale in Corso Domenico Morea. “Essendo stato testimone oculare di un via vai di motorini che mettevano a rischio l’incolumità dei bambini, vorrei capire dove sono i vigili. Comprendo la carenza di personale, ma se si fa un giro per il paese, dopo le 20 non si trova neanche un agente a monitorare il territorio. È possibile che in Largo della Corte, il nostro bigliettino da visita, non ci sia mai nessuno? Le soluzioni ci sono: avete detto che non si possono fare concorsi? Allora assumete personale in mobilità”. 

Segue l’esternazione del consigliere Lofano che – dopo aver rivendicato la scarsa visibilità della segnaletica orizzontale e l’inefficienza di quella verticale – pone alla comune attenzione la presenza di alcune zone (Piazza XX Settembre e in Corso Umberto) non disciplinate dai parcometri.

Chiude – quello che assume sempre più l’aspetto di un non programmato “question time sulla viabilità” – il consigliere Berardi (Conversano nel Cuore), informando del ripetuto verificarsi d’ingorghi in via San Lorenzo e ricordando che, in una commissione, si era concordato il ripristino della segnaletica preesistente.

Commenti 

 
#2 specialone 2010-07-30 20:35
ah... quindi il problema maggiore sarebbero i motorini che sfrecciano sul marciapiede? e a chi lo diciamo che la notte (almeno fino alle 3!!!) c'è un concerto di clacson x far spostare le auto parcheggiate al centro della strada??? il sindaco sperasse che non tocchi mai a me uscire dal parcheggio... prima distruggo le auto e poi se qlkn parla... si prende il resto! sai col caldo... la chep non accumpagn
Segnala all'amministratore
 
 
#1 danielepasquale5@gmail.com 2010-07-30 12:48
gli ausiliari possono (?) sanzionare solo nelle aree in concessione alla ditta Abaco.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI