Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

GENTILE SVELA LA “RIUNIONE SEGRETA” IN REGIONE

gentile-presidente

«La Regione ha segnato l’ennesimo atto di trascuratezza. Non ha voluto dar seguito a nessun atto risolutorio della situazione conversanese, né tantomeno si vedono sviluppi nella direzione dell’avvio degli impianti – il che, come più volte detto, sarebbe oggettivamente impossibile, attesa l’indisponibilità di strutture atte a smaltire le eco balle prodotte. La Regione si trincera dietro l’alibi delle competenze – finché non si arriverà allo stato d’emergenza essa non ha effettivamente nessun onere – e la partita si gioca con la Provincia e con la Lombardi Ecologia».

Questo il quadro che viene tratteggiato dal segretario della sezione cittadina dell’UDC, dott. Pasquale Gentile, quando chiediamo la sua opinione sulla decisione di continuare a confluire i rifiuti in discarica, fin quando non è dato saperlo.

Continuando a ragionare sugli eventi, Gentile rimarca precise responsabilità e “lacune” politiche: «Esprimo la mia mortificazione per aver dovuto apprendere per vie traverse ed il giorno dopo che, in data 4 agosto, si è svolta una riunione in Regione, cui partecipava il nostro Sindaco, in cui si chiariva lo scenario del sopralzo, così come esplicitato dal tavolo tecnico del 6 agosto con la Provincia. Questa mancanza di comunicazione da parte del Sindaco nei confronti dell’organo di governo della città è una lacuna politica decisamente grave, in ragione della quale il 6 mattina ho convocato una riunione dei capigruppo per discutere la proposta emersa. L’assessore Loiacono non ha partecipato, avendo però cura di rendere nota la sua posizione fortemente critica, che lo ha motivato a rimettere il suo mandato. Un atto di onore e coerenza. Lo stesso non si può dire nei confronti dell’avv. Lovascio che non avrebbe mai dovuto accettare passivamente quell’accordo».

Qual era la posizione da seguire?

«Nella citata riunione dei capigruppo, avevamo espresso chiari indirizzi affinché si rifiutasse il sopralzo, pena l’impugnativa dell’ordinanza. Si aggiungeva, tuttavia, che se la Provincia per ragioni contingibili ed urgenti non poteva fare a meno di seguire questa via, per lo meno il sopralzo doveva essere legato ad un’indicazione temporale e non al metraggio. Dire 50 centimetri non vuol dire niente. Su quale superficie si farà il conteggio? Quanti anni ci vorranno per raggiungere questo limite? Chi controllerà che siano davvero 50 centimetri? Diversamente, se si fosse stabilito il tempo necessario a risolvere le pendenze in corso, l’amministrazione avrebbe potuto calcolare i rifiuti che in quel lasso di tempo sarebbero andati a confluire in discarica, ed avere contezza del reale margine di rialzo».

«Questa è una presa di posizione ingestibile – conclude Gentile – a tutto guadagno degli interessi di pochi e non della città. Di fronte a tale ingiustizia sono pronto a dare le mie dimissioni, ma mi rendo conto che esse servirebbero a molto poco se non coadiuvate da un’unanime presa di posizione di tutta l’amministrazione. Il Sindaco Lovascio, durante la riunione in Provincia, piuttosto che appellarsi al ristoro ambientale e ad un ipotetico risarcimento di questa tragedia con un’attenzione agli altri problemi del territorio, avrebbe dovuto minacciare le sue dimissioni. Un tale gesto, seppur simbolico, avrebbe messo in crisi la Provincia dimostrando che non si trovava di fronte un interlocutore passivo».

Commenti 

 
#8 senzapelisullalingua 2010-08-14 19:34
Ah qui si parla anche del mitico DI MISE (della Lombardi Ecologia).
Colui (ma non il solo) che per esser sicuro di fare il consigliere (con uno scopo ben preciso) ha comprato UNO a UNO i propri voti al costo di 100 euro.
E allora di cosa parliamo?
Qui ci vogliono i fatti e non le frasi edulcorate o da politichese d'aria fritta.
Segnala all'amministratore
 
 
#7 minoranza 2010-08-13 20:46
Sign, Daniele, nel commercio ci sono tante pietre che luccicano di luce riflessa, ma non tutte sono diamanti. Io sono e resto sconcertato da quello che si legge e si dice, ma ho ricevuto in dono la sana abitudine di guardare i fatti con obiettività. Con questo per dirle che quello che fa la mano sinistra, quella destra lo sà! E mal ancor peggio è che certi imprenditori, almeno a qulache chilometro da Conversano (ed ho buoni motivi per pensare che ciò avvenga anche nella città del Conte) hanno la "sanissima" abitudine di parlare direttamente con i "generali". Per questo penso che quell'odorino di rifiuto esiccato e putrefatto rimarrà nell'aria così come il logo della Lombardi resterà sui manifesti e sulle casacche delle squadre locali...
Segnala all'amministratore
 
 
#6 danielepasquale5@gmail.com 2010-08-13 16:32
Giusto per capire ma, qui qualcuno fa il furbo per qualche concerto (a pagamento!) e qualche manifestazione cul...turale?
Spero proprio di no dopo la meravigliosa "Alba" dello scorso anno.
I soldi della discarica se fossero accettati ancora dal nostro comune nel mezzo di una battaglia(?) per il nostro futuro, sarebbero uno smacco all'intera cittadinanza.
Sono e resto un romantico e mi immagino il prode Giuseppe combattere come un novello Don Chisciotte, contro l'ondata di rifuti che vuole travolgerci.
Non vorrei però,che tra i suoi, ufficialmente o meno, ci fosse più di qualche pragmatico Sancho Panza!
Segnala all'amministratore
 
 
#5 minoranza 2010-08-13 14:30
Ricardiamo tutti con chi fu eletto il singore dei rifiuti, era nelle liste che sostenevano il dottor Gentile. Ricordiamoci che fu votato da oltre 300 cittadini conversanesi. E' vero anche che il gruppo UPC si è sciolto subito dopo il voto, così come molti voti e/o astenzioni al voto del consigliere Di Mise non sempre vanno nella stessa direzione delle opposizioni. Ma la domanda che mi sorge spontanea, caro UPC è questa: ma oggi con il logo della Lombardi che presenzia in quasi tutte le manifestazioni culturali organizzate dall'attuale maggioranza, la presenza dello stesso sulle divise di quasi tutte le associazioni sportive significano per caso una vicinanza dei signori dei rifiuti a questa maggioranza? Io non seguo la politica, per fortuna, non so cosa accada nelle stanza chiuse del palazzo, ma se uno + uno fa sempre due la risposta potrà darsela da solo. Io apprezzo quei politici che hanno il senso civico di esporre il proprio pensiero senza remore alcune, così come penso che il dottor Gentile abbia avuto l'onestà intellettuale di dire le cose come stanno. E comunque un consigliere di minoranza, come Di Mise, cosa conta in queste riunioni segrete? Le responsabilità politiche, credo, sono interamente di che siede a questi tavoli delle trattative e decide per se e quasi mai per gli altri. Questa Conversano non cambia mai....
Segnala all'amministratore
 
 
#4 upc 2010-08-13 01:49
caro ispettore partiamo dal fatto che il signore dei rifiuti ha supportato la sua candidatura nel 2008 e ora lei è diventato ambientalista, vabbè le cose cambiano, ho letto la sua lettera piena di sospetti e accuse ma ci puo dare le prove?
soliti politicanti
Segnala all'amministratore
 
 
#3 senzapelisullalingua 2010-08-12 16:25
E adesso che fa dott. Gentile?
Si dimette?
Ci credo poco.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Mike 2010-08-11 23:37
Le argomentazioni del Dr. Gentile sono interamente condivisibili.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Comenò 2010-08-11 15:44
Sembra che anche ad agosto la poltrona sia comoda!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI