Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

BARCHETTI: SIAMO AD UN PASSO DALL’EMERGENZA

aula-conversano

L’Assessore provinciale all’Ambiente, Giovanni Barchetti, ha partecipato all’ultimo Consiglio Comunale del 19 ottobre che vedeva all’ordine del giorno la “questione rifiuti”.

Durante il suo intervento ha dichiarato che la sentenza del Consiglio di Stato – la quale riassegnava lì aggiudicazione della gara d’appalto per realizzazione e gestione dell’impianto complesso al Consorzio Laziale di Cerroni – non ha conseguenze dirette in merito all’avvio degli impianti e che l’unico competente della vicenda è il Presidente della Regione Vendola.

Per quanto riguarda i recenti sviluppi relativi al sopralzo della discarica, a detta di Barchetti, si sono presentate poche possibilità: “La Provincia – ha proseguito – poteva disporre che i rifiuti potessero essere trasportati nella discarica di Giovinazzo”, ma sarebbe stato un provvedimento palliativo visto che le volumetrie disponibili sarebbero state esaurite in breve tempo. In conclusione, secondo l’Assessore Barchetti, in Puglia, “il quadro è allarmante e presto potrebbe degenerare in una vera e propria emergenza.”

In merito ai provvedimenti che il governo locale intende intraprendere nell’immediato futuro, il Sindaco Lovascio ha annunciato che presto sorgerà un sito di raccolta della differenziata nella zona artigianale di Conversano. Tuttavia ha aggiunto che solo un buon coordinamento di tutti i Comuni dell’ATO potrebbe garantire una percentuale sufficiente di materiale riciclato.

La promessa da parte della Regione di far entrare in funzione l’impianto complesso conversanese in 30 giorni, è accolta con scetticismo e diffidenza da parte della maggior parte dei consiglieri. In particolare Covito, ha dato rilievo al pesante prezzo pagato fino a questo momento dalla città, vittima di un “continuo prendersi in giro”. In seguito ha ammesso che un mese è insufficiente per porre rimedio ad una situazione così grave.

La proposta del consigliere di maggioranza è stata quella di trovare un’alternativa nel trasporto dei rifiuti fuori bacino, “il cui costo non è poi così esorbitante” se rapportato al prezzo (in salute) che i conversanesi stanno pagando. “Qualcuno in futuro dovrà risarcire il danno ecologico che Conversano ha subito”, ha concluso il capogruppo di Conversano nel Cuore.

Bonasora ha ribadito il no ad un eventuale inceneritore, l’unica soluzione che sembra trapelare dal discorso dell’Assessore Barchetti. Il consigliere SEL ha affermato con forza l’esistenza di soluzioni alternative ai termovalorizzatori: una massiccia raccolta differenziata, il riciclo ed il riuso. A tal proposito ha denunciato il clamoroso taglio di 220.000 Euro ai danni della raccolta differenziata, operato dall’amministrazione in questi giorni. “Se siamo convinti che la Regione non faccia il proprio dovere – chiosa – presentiamo delle proposte concrete”.

Una di esse potrebbe essere – a detta di Bonasora – l’istituzione di un Fondo di Rotazione che finanzi imprese giovanili che si occupano di gestione dei rifiuti (raccolta differenziata, riuso, riciclo). Questo potrebbe facilitare il diffondersi di una cultura del riciclo ed allo stesso tempo potrebbe andare incontro alla necessità di lavoro.

 

Commenti 

 
#8 Beppe Cacciapaglia 2010-10-28 20:26
Solo masturb... mentali, penso che per il plurianonimo ma non troppo.. sia giunto il momento che tolga i paraocchi... e guardi con orizzonti un tantino più franchi.
Segnala all'amministratore
 
 
#7 Codadipaglia 2010-10-24 13:41
intellegenti pauca
mi ricorda tanto una sedicente sindacalista che tanto si dava da fare nella critica a senso unico per far piacere alla destra da essere nominata assessore provinciale...
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Beppe Cacciapaglia 2010-10-23 23:46
Sig. Acerra ovvero signor ombra, non saresti neanche degno di una risposta perché è inutile discorrere con chi accusa e si nasconde dentro i muretti a secco come le lumache. Se hai accuse da fare, falle con più chiarezza perché il riferimento al link proposto non mi suggerisce assolutamente niente.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Acerra 2010-10-23 03:22
E' Palese che Barchetti (che non si oppose ad aiutare la prov. di LE in difficoltà offrendo la nostra capiente discarica) tiri la campagna elettorale prossima ventura, complice Legambiente (locale).
www.conversanoweb.com/attualita/1429-qeternit-freeq-fotovoltaico-al-posto-dellamianto.html
Dopodiché, si potrebbe procedere all'ampliamento stile Terzigno e magari anche alla costruzione di una moderna sicurissima centrale nucleare a Mola.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Beppe Cacciapaglia 2010-10-21 17:37
Emergenza si (Barchetti) - emergenza no (Nicastro), 2 assessori con dichiarazioni completamente opposte. Neanche di fronte ad una "evidenza così evidente" qualcuno riesce ad ammettere lo stato reale della drammatica situazione. Vendola dichiara che l'impianto del CDR entrerà in funzione entro 30 gg dalla sua ennesima ordinanza, solo per prendere tempo e attendere che scadano i termini per la presentazione delle osservazioni sulla nuova VIA, dopodiché il gioco è fatto. Verrà approvata una ennesima AIA, 2 o 3 metri di sopraelevazione e si tornerà a sversare sull'inesauribile terzo lotto alla faccia della sentenza del TAR. Resteremo tutti inc...lati.
Propongo, infine, di inviare all'IGM (Istituto Geografico Militare) l'aggiornamento delle carte orografiche per segnalare la crescita di una nuova montagna; a tutela dei voli ROMA-ISTAMBUL....
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Mike 2010-10-21 00:14
Il consigliere del SEL non vuole un nuovo inceneritore...,bastano i tre che il suo capo ha concordato, a suo tempo, con i soliti noti nei quali dovrebbe finire tutto il cdr. Senza questi inceneritori non possono essere attivati o costruiti gli impianti cdr.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 danielepasquale5@gmail.com 2010-10-20 23:46
dopo la "Retromarcia su Roma" dei finiani, anche a Conversano si respira aria di restaurazione.
un bel tuffo nei favolosi anni '80 e 90 ed anche la crisi del governo cittadino può dirsi risolta.
i rifiuti restano comunque l'incubo della città? E che problema cè? Basta tenerla sveglia con una grandiosa sagra del caffè e, non ci saranno più sogni. Belli o brutti ...
"Il quadro è allarmante"?
nessun problema!
... si cambi la cornice.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 senzapelisullalingua 2010-10-20 20:25
bu bi ba be bo
.. e intanto il tempo se ne va...
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI