Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

LA PUGLIA PER VENDOLA: LAVORO E FLUSSI DI SPESA

La_Puglia_per_Vendola

"Non sappiamo quale sarà l’esito della crisi aperta nel Governo nazionale. Sono però due i punti fermi che riguardano il rilancio della Puglia e del Mezzogiorno: il lavoro e i flussi di spesa.

La Puglia per Vendola da tempo sollecita al Governo nazionale dei vincoli equi e non ideologici al Patto di stabilità, soluzione che consentirebbe alla Regione di poter spendere le risorse delle quali dispone e di accedere ai fondi europei, che diversamente sarebbe costretta a restituire.   

È evidente che nella situazione attuale occorrono uno sviluppo che generi occupazione e una maggiore elasticità alle restrizioni ai flussi di spesa. Pensiamo che il Governo nazionale non potrà non tenerne conto nell’annunciato Piano per il Sud.

Il Mezzogiorno e la Puglia non chiedono e non sollecitano misure assistenziali, ma soluzioni che rilancino le nostre capacità e le nostre eccellenze. Ciò presuppone una politica industriale nuova che dia contenuto al Piano per il Sud.

Le infrastrutture, come l’alta capacità ferroviaria Bari-Napoli che continua a essere messa in discussione, sono indispensabili alla nostra competitività. È un bene che le risorse del Fondo Fas, sette miliardi di euro circa, siano ritornate nella disponibilità delle Regioni. Anche in questo caso, però, chiediamo dei tempi certi sulla disponibilità dei fondi e sulla loro ripartizione.    

Potenziamento delle infrastrutture e delle reti, formazione e valorizzazione del capitale lavoro, sono le chiavi per uscire dalla crisi. La Puglia sta facendo la sua parte con i Cento cantieri e il Piano straordinario per il lavoro: serviranno non solo a tamponare l’emorragia occupazionale, ma a riprogettare il sistema produttivo.

Occorrono però certezze sui grandi investimenti, e può darcele solo il Governo nazionale. Un dato è certo: senza l’apporto del Mezzogiorno, del quale la Puglia è un attore fondamentale, non si esce dalla crisi e non c’è futuro per il sistema Italia".

  

Angelo Disabato

Capogruppo in Consiglio regionale

de La Puglia per Vendola

Commenti 

 
#2 Il Terribile 2010-11-17 17:25
Altro che bollenti spiriti....al Mago di Terlizzi gli rimangono solo le "sedute spiritiche" per vedere di risolvere oltre ai problemi del lavoro anche e sopratutto quelli sulla sanità e sui rifiuti.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 sabio 2010-11-17 15:20
ci piace ricordare che tra lavoro e flussi di spesa, certamente non bastano misure peregrine per far rinascere le attività e per l'occupazione giovanile. Servono idee innovative, ben lungi da quelle adottate, che lasciano poi i giovani a spegnere i loro spiriti bollenti. Se Vendola si soffermasse, appena un pò, sui problemi pugliesi, anzichè pensare alla sua crescita politica personale, conoscendo le sue capacità politiche, tutto sarebbe risolto più facilmente.
Lasciasse stare le "tribune politiche" camuffate e stesse più attento a noi giovani, in senso lavorativo!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI