Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

PD, DDL STABILITÀ: REQUIEM DELLE POLITICHE SOCIALI

partito_democratico_simbolo_640_x_300

Dopo la pubblicazione della sinossi elaborata dal Vicepresidente Vicario del PDL, nelle more di ragionare sulla versione definitiva della Legge di Stabilità 2011, ci sembra corretto pubblicare anche le considerazioni preliminari della “controparte”; avendo avuto, tuttavia, la doverosa  premura di studiare gli allegati tecnici dell’intera manovra, esplicati negli atti parlamentari ufficiali (disponibili qui).

Ebbene, in un recente articolo a firma di Antonio Misiani, apparso su NENS – “Nuova Economia Nuova Società” (http://www.nens.it), fondata da Pier Luigi Bersani e Vincenzo Visco, s’intona il requiem delle politiche sociali.

Come si evince dalla tabella, la quale prende in esame i dieci fondi dedicati alle politiche sociali, si azzererebbe il Fondo per la non autosufficienza e, in aggiunta, non verrebbero rifinanziati il fondo per i servizi all'infanzia (per il secondo anno) e quello per l'inclusione degli immigrati (per il terzo anno consecutivo).

Tuttavia le missioni di spesa che risentirebbero maggiormente sono il Fondo Nazionale per le Politiche Sociali (FNPS) che subirebbe un taglio pari all'82,7% rispetto al 2010 [Allegato N.1 Tabella C (da ora Allegato), pag. 32]; il Fondo per le Politiche della Famiglia che registra un meno 71,3% sempre rispetto al 2010 [Allegato, pagina 31] e quello per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione [ – 76,7% rispetto al 2010. Allegato, pag. 26].

Duro anche l’ipotetico taglio al Fondo per le politiche giovanili [ –65% rispetto all’anno precedente. Allegato, pag.36], ed il terzo settore penalizzato con la riduzione del fondo nazionale per il Servizio Civile [– 33,6%. Allegato, pag.12] e con il tetto fissato a 100 milioni di euro per il 5 per mille, a fronte della media di 400 milioni di euro avutasi nel biennio precedente.

tabella_finanziaria

fonte http://www.nens.it

Commenti 

 
#1 Giuseppe 2010-11-29 10:20
Fatelo leggere a Mottola, certamente capirà che il "suo" governo pensa solo alla casta.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI