Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

PIANO STRATEGICO: IL 17 CONSIGLIO METROPOLITANO

gungolo-carlo

PARTONO I LAVORI A SANTA CATERINA

Soluzioni e trattative per sbloccare i finanziamenti del Piano Strategico: serve una legge nazionale.

Il consiglio metropolitano dei sindaci si riunirà il 17 dicembre prossimo. La settimana scorsa sindaci ed esponenti di governo dei 31 comuni aderenti al Piano strategico Metropoli Terra di Bari hanno discusso due punti all'ordine del giorno, che sono stati poi ritirati per consentirne un maggiore approfondimento e il vaglio finale.

Per Conversano c’era come sempre l’assessore ai lavori pubblici e vicesindaco Carlo Gungolo.

Dal consiglio emergono due notizie, una buona, l'altra 'cattiva'.

Intanto, sarebbero disponibili oltre un milioncino di euro di fondi interamente finanziabili dalla Regione Puglia per l’e-government e l’informatizzazione dei siti internet e della macchina amministrativa dei trentuno comuni aderenti al Piano Strategico.

Il 17 dicembre si tornerà a discutere sull’argomento con tutti i tecnici e responsabili degli uffici informazione dei singoli comuni. Conversano ha espresso il suo parere favorevole, nonostante il buon livello del sistema informatico: dalla PEC all’aggiornamento dei server, al sito internet istituzionale sempre aggiornato di notizie, atti pubblici e documentazioni. Ci sono comuni dell'area vasta che al contrario, vantano pessimi sistemi informatici. Per loro, il finanziamento regionale costituisce una manna dal cielo.

Resta comunque aperta l'intricata e assurda vicenda dei finanziamenti. Sarà manna dal cielo? Come abbiamo già raccontato a più riprese, il paradosso è che i fondi Fesr europei sono già nelle casse della Regione Puglia che tuttavia, avendo sforato due volte il patto di stabilità, ora non saprebbe proprio come erogarli. Una bella gatta da pelare.

Per questo sono in corso trattative tra l’Anci, il Ministro Fitto e il governatore Vendola. Urge un intervento straordinario, il sindaco di Bari Emiliano è ancora sul piede di guerra, i comuni del Piano Strategico battono cassa per evitare il grande bluff.

Gungolo è preoccupato ma si dice fiducioso: “Sarebbe una beffa per tutti quanti perché i soldi ci sono, il parco progetti è stato già realizzato è pronto, e inoltre è stato ottenuto il parere favorevole per la VAS (Valutazione Ambientale Strategica). Il problema è che la regione ha sforato il patto di stabilità che prescinde dal bilancio e rischia pesanti sanzioni. Ora bisogna trovare un sistema per consentire ai singoli comuni del Piano Strategico la gestione di questi fondi. Si sta pensando a una legge nazionale ad hoc.”

Esprime fiducia anche il presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli che dai nostri microfoni invoca uno spirito di solidarietà e una pronta risoluzione al problema. Quando nel 2013 l'Europa chiuderà i rubinetti, per questi finanziamenti saranno guai seri, perché torneranno nelle casse dello Stato che ne deciderà la destinazione. Per Gungolo, se la situazione non si sbloccherà entro il 2011, sarà come aver perso tempo in questi ultimi due anni di intenso lavoro nell'ambito dell'area vasta.

I CANTIERI A SANTA CATERINA - A proposito di opere pubbliche, da giovedì scorso Santa Caterina è già un cantiere a cielo aperto. Grazie al finanziamento di 100 mila euro ottenuto a inizio 2010, si comincia subito dalla chiesetta e dall’eliminazione delle infiltrazioni. “Un’altra promessa mantenuta” – conclude l’assessore Gungolo.

VEDI ANCHE PIANO STRATEGICO A RISCHIO, RITARDO SUI FONDI

Commenti 

 
#2 Angelo Lorusso2 2010-12-13 13:36
credo che le pratiche di e-government strutturate in maniera accessibile dall'utenza possano essere un traino sia per la semplificazione e l'ottimizzazione della macchina pubblica che, soprattutto, per l'educazione informatica di un paese parecchio "vecchio" da questa prospettiva.

LAVORATECI SODO E BENE!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Gianvito F. 2010-12-13 12:06
Sentite: il sito del Comune è un aborto. Datelo in mano a dei giovani e RIFATELO da ZERO! Please.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI