Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

LOVASCIO - LONGO, INTERVENTI IN FAVORE DELLA DIFFERENZIATA

lovascio_longo 

All’indomani della Conferenza dello scorso 20 dicembre, in cui si sono presentati i risultati del lavoro della Cabina di Regia del Servizio di Igiene Urbana e l’assegnazione della consulenza al dott. Raphael Rossi, in supporto alle Politiche Ambientali, cerchiamo di tracciare un rapido bilancio sull’attività amministrativa nella gestione dei rifiuti, avvalendoci delle considerazioni del Sindaco, Avv. Giuseppe Lovascio, e del dirigente dell’Ufficio Ambiente, Ing. Francesco Longo.

 

Sindaco, il motivo per cui avete pensato di affidare all’Ing. Rossi questa consulenza?

“Piace condividere argomenti che ci stanno particolarmente a cuore con una persona distintasi non solo per capacità professionale ma anche per onestà intellettuale. Le consulenze del dott. Rossi hanno sempre portato a risultati importanti: ha partecipato, tra l’altro, alla redazione del piano rifiuti di Torino, di Salerno e di quello di Roma. Vorremmo provare a fare altrettanto, nonostante i nostri mezzi non siano quelli di una grande città”.

“Ad ogni modo – precisa il primo cittadino – sono convinto che già dal mese di febbraio, con il lavoro in corso, avremo dei riscontri tangibili in termini di aumento delle percentuali di differenziata. Poi c’è la fase di programmazione che passa dalla redazione del Piano di riduzione della produzione dei rifiuti, del Piano sulla gestione dei rifiuti e, molto importante, dall’adeguamento del vigente Regolamento, soprattutto nella voce dell’assimilazione dei rifiuti speciali a quelli solidi urbani”.

In sostanza si andrà a disciplinare lo smaltimento dei rifiuti speciali dei grandi insediamenti produttivi – dalle ditte vinicole al settore della carrozzeria, da quello edile ai rifiuti ospedalieri – i quali, in base al regolamento esistente, sono troppo facilmente assimilabili ai rifiuti urbani, costituendo di fatto un onere aggiunto per il servizio pubblico.

“Quest’adeguamento – continua Lovascio – sarà strategico anche in funzione della gara prevista per il prossimo anno, visto che a dicembre 2011 scade il contratto con la Tra.De.Co, risalente al 2002 e per questo non privo di criticità. Tuttavia, inserirsi in un contratto già esistente è molto più complicato che farne uno nuovo, puntellato da un regolamento il più possibile aggiornato e adeguato alle nostre esigenze. Credo che tutto questo costituisca finalmente un salto di qualità necessario nella gestione dei rifiuti a Conversano”.

 

LONGO, LE INZIATIVE A PROMOZIONE DELLA DIFERENZIATA - Alcune delucidazioni tecnico-operative sulle iniziative per l’incremento delle raccolte differenziate, cui accennava il primo cittadino, le fornisce l’Ing. Longo, precisando che “gli atti di pianificazione che andremo a fare e gli interventi che già stiamo facendo si avvalgono dello studio compiuto negli ultimi cinque mesi dalla “Cabina di regia”, che ha consegnato la sua relazione finale alla Commissione Ambiente”.

“Partendo dal presupposto che la gestione dei rifiuti è compartecipata tra azienda, amministrazione e cittadini” Longo spiega che la bassa percentuale di differenziata è imputabile in primis all’assenza della raccolta dell’umido: “Su questo siamo intervenuti con uno schema di convenzione, sia con la “Tersan” di Modugno che con la “Progeva” di Laterza, che prevede, a partire dalla prossima settimana, la raccolta della frazione umida dal mercato del venerdì, dai mercati generali della zona annonaria e da fruttivendoli e fiorai. Sono momentaneamente escluse le utenze domestiche, le quali comporterebbero complicazioni sulla qualità del materiale e, dunque, un aggravio di spesa; a fronte, invece, delle grandi utenze che, essendo già incluse nell’attuale contratto con la Tra.De.Co, non presentano costi aggiuntivi. Incideremo, inoltre, anche sulla raccolta del vetro consegnando alle stesse utenze non domestiche gli appositi cassoni per il vetro”.

In fase di valutazione il potenziamento dei raccoglitori stradali e, come sottolinea il Sindaco, la ridefinizione della loro ubicazione, soprattutto per il centro storico.

Altra prospettiva in cantiere, maturata a seguito di un incontro con il CNR di Bari, è l’avvio di un “mini impianto” sperimentale di compostaggio della portata di tre tonnellate, in collaborazione con l’Università “in modo da collegare l’utilità di raccogliere l’organico, il contenimento dei costi di smaltimento e la ricerca scientifica” – spiega Longo.

Continua e si potenzia la fase partecipata di consultazione per la redazione del piano di gestione dei rifiuti. A breve verrà, difatti, allestito un forum su facebook aperto ai suggerimenti dell’intera cittadinanza.

Commenti 

 
#7 Angelo Lorusso2 2010-12-27 20:43
ehm.... Soldati.... non vorrei deluderti, ma io non sono propriamente un sostenitore di questa amministrazione, come chiunque con un po' di esperienza politica a Conversano sa.

Non credevo di sostenerla certo linkando le iniziative di Emiliano.

Se ti riferisci a commenti in altri articoli, ho sempre e solo difeso il buon operato di figure tecniche.

Ancor mo' ve ne venite con certe illazioni
Segnala all'amministratore
 
 
#6 A.Soldati 2010-12-26 19:11
GF e AL: Smettetela di fare gli araldi di buone nuove,e guardate senza strabismi la realtà. Sono stati sprecati fior di quattrini nelle consulenze esterne e con spot televisivi da legge 180. I risultati? sempre i peggiori dell'ATO. Loiacono doveva andare via molto prima! Sarà questa la volta buona? il paese se lo augura!
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Gianvito F. 2010-12-24 23:11
A parte il solito idiota che deve distruggere tutto perché frustrato nella propria vita, non serve che io alleghi info e servizi di Report sul caro Raphael Rossi, a testimonianza dell'importanza della sua consulenza.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Angelo Lorusso2 2010-12-24 17:25
a bari hanno trovato un ottimo compromesso così. vedremo.

http://www.rinnovabili.it/da-febbraio-cambia-la-raccolta-differenziata-ecco-igenio

http://www.youtube.com/watch?v=sq2EF5C-_FE
Segnala all'amministratore
 
 
#3 J. Gabin 2010-12-24 10:22
Non sono capaci di far asfaltare per bene Via Dante e Via dei Paolotti (in condizioni pietose) vuoi che sappiano organizzare la differenziata ?

A parte il piccolo fan che sempre concorda e per cui tutto va bene nutro un naturale scetticismo
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Gianvito F. 2010-12-23 14:29
Ah, chiaramente mi auguro che la ridefinizione dei cassonetti sia temporanea, fino a Dicembre 2011 e che poi questi spariscano dalle strade e si passi al porta a porta su tutto il territorio comunale. Ma credo sia così, dato che se ne è sempre parlato.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Gianvito F. 2010-12-23 14:28
OTTIMO. OTTIMO. OTTIMO.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI