Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

IL “CIRCO” DEL CONSIGLIO COMUNALE: “MANCA RISPETTO PER I CITTADINI”

penna-stilografica

Peccato non aver portato pop corn e Coca Cola. Poco ci mancava, in effetti, che assistessi – per l'ennesima volta – al circo del Consiglio Comunale di Conversano. Un Consiglio nel quale si ride, si scherza, ci si affabula privatamente fra uno scambio di banchi ed un altro. Nel quale si vota senza nemmeno ascoltare ciò che viene letto, nel quale si corre affannati ad alzare la mano dopo che si era stati venti minuti a fare chissà cosa fuori dall'aula, nel quale si proferisce ad alta voce nel frattempo che un assessore comunica dati importanti su svariati temi (agricoltura, turismo ecc.). Senza rispetto o, forse, con grande confidenza, perché – diciamocelo – là dentro sono tutti amici. Si conoscono da anni. Magari giocano a calcetto il sabato pomeriggio.

Non sto professando l'odio o il gioco delle parti, anzi! Il gioco delle parti è una delle cose più stupide che si possano fare quando si lavora al servizio della cittadinanza, quando si è dipendenti dei propri cittadini. Dovrebbe essere lo spirito civico e l'efficienza a determinare il loro agire. Ciò che manca, invero, è il rispetto per i cittadini. Ho assistito attonito alla noncuranza del lavoro dei Consiglieri, fra trasformisti professionisti che cambiano idea ogni anno (cambiare idea non è sbagliato, ma non a questo ritmo isterico e che non assicura coerenza e rispetto verso gli elettori), negatori di tessere e, semplicemente, addormentati. Si aggiungano al circo i giornalisti e gli amici presenti in platea che, con grande nonchalance, si avvicinano agli scranni per interloquire con i Consiglieri, distraendoli dal loro – e ripeterlo non è mai abbastanza – lavoro.

Qualche risultato finalmente, forse, lo si sta raggiungendo e di questo mi compiaccio. Non ho mai negato il mio supporto alla persona di Giuseppe Lovascio, sebbene i miei ideali, termine alquanto anacronistico, siano molto più a sinistra che a destra. Credo, infatti, nella forza delle idee e non nei giochetti di potere e di colori. I partiti sono una cosa vecchia, non servono più a niente, se non a creare i presupposti e le giustificazioni per l'inefficienza ed il perseguimento di obiettivi individualistici e non collettivi. Per questo auspico che i cittadini vengano coinvolti il triplo, se non il quadruplo, nell'attività governativa, attraverso la pubblicazione trasparente e di facile consultazione delle delibere sul sito internet comunale, di tutti i dati relativi ai dipendenti pubblici –  politici inclusi – sulla falsa riga del sito openpolis.it, con l'upload dei video dei Consigli su YouTube o comunque piattaforme gratuite ed aperte, e con l'indizione di assemblee aperte e democratiche, nei quali i cittadini possano confrontarsi coi politici in maniera diretta e pubblica, ricevere risposte o lanciare proposte. Mi piacerebbe vedere più concorsi di idee e sostegni all'imprenditoria giovanile. Ci sono tanti nullafacenti anche fra i giovani, ma qualcuno volenteroso e “sognatore” ancora c'è, fidatevi.

In sostanza, mi piacerebbe che si facessero più gli affari dei cittadini, che gli affari loro (per gloria personale o guadagno, chissà). Avanti così quindi con i Raphael Rossi o la trasparenza dei Lorusso all'UTC, con il dialogo con i comitati, ma non bisogna sedersi sugli allori. Gli obiettivi da perseguire e raggiungere sono tanti, ed i cittadini sono una risorsa di conoscenze e di “manovalanza” da coinvolgere assolutamente.

Rimango assolutamente critico sull'operato dei nostri Consiglieri. Da cittadino, pretendo un richiamo all'ordine ed alla propria funzione. Basta con lotte e battibecchi su giornali e giornaletti. Se avessi voluto vedere il Circo, mi sarei rivolto a Moira Orfei, non al Consiglio Comunale di una città!

Gianvito Fanelli

Commenti 

 
#15 Gianvito F. 2011-01-05 14:15
Attendo ancora risposta del Segretario in merito alle iniziative promosse e realizzate dal suo Circolo. I "fatti" da egli stesso citati.
Segnala all'amministratore
 
 
#14 p.laricchiuta 2011-01-02 16:24
caro P. Daniele l' incipit e la chiosa meritano alcune considerazioni. Non ho mai creduto nel PD politicamente parlando tant' è vero che sono piazzato agl' antipodi; non credo in un leader(-ismo) che sia salvificico quanto egualitario (C. I. Cesare si diceva "primus inter pares", primo fra gl' uguali...); non credo in una racconto della realtà politica che fa da una parte tutto il bianco e dall' altra tutto il nero; il bene e il male si mescolano&rimescolano continuamente.
Detto ciò, la speranza deve concretizzarsi: nella fusione che partorì il PD c' erano(i malumori come le lotte intestine di potere)i semi di quello che ora si concretizza ma che da LI' viene. un' azione di forza come l' inseguimento maggioritario non ha che frammentanto la realtà a sinistra e fatto scappare gente. Il PD non si può ricostruire, semplicemente va abbandonata l' idea che il PD sia IL partito della sinistra. come idea e ideologia e nella pratica. sia perchè avete(o hanno) fallito in ciò nel passato E perchè ora la credibilità di un percorso nuovo, su tali basi, è inconsistente. Si vuole davvero essere e non rappresentare( metaforicamente, a parole, diciamo non nel concreto) la novità? Bene, diamo avvio a "Io per Conversano vorrei che...: cantiere del programma politico". Il PRC c'è e anzi lancia a GD, DEMOS e ogni realtà che vuole parteciparvi la scrittura del racconto nuovo, del racconto di una città finita per nostra incompetenza nelle mani della destra e della quale vogliamo riappropriarci. Conversano Città Aperta, quindi.

Stammi bene & ora e sempre, Resistenza!
Segnala all'amministratore
 
 
#13 daniele pasquale 2011-01-01 21:56
Io, come altri privati concittadini che con fatica, si identificano ancora in una Sinistra attualmente extraparlamentare, ho guardato con interesse al Sogno ed al "progetto PD". Ci ho sperato per davvero ed ho persino avuto una tessera ...
Purtroppo, l'illusione è svanita ben presto e credo che, se non ci sarà una immediata e brusca virata a Sinistra del Partito Democratico molte delle speranze di riscatto, andranno perdute per sempre.
Il berlusconismo, con il conseguente (E GIUSTO!) antiberlusconismo, ha mischiato un po' troppo le carte della politica nazionale.
Hai ragiome!!
Bisogna ripartire caro Paolo!
I tuoi appelli sono puntuali e sferzanti e reclamano un principio sacrosanto per ogni democratica discussione:
la condivisione di un programma comune per la Sinistra!
Purtroppo però, molto è stato fatto in questi anni dai soliti furbi e mestieranti della Politica per convogliare l'interesse dei concittadini al fine ultimo di deluderlo. Il Pd è, attualmente una polveriera e, tra qualche topolino che fugge a perdifiato e pregiudiziali che, ai più, appaiono di carattere personale, difficilmente se ne verrà a capo!
Io confido molto nelle grandi qualità dei Giovani Democratici, e ritengo che loro possano e debbano avere un ruolo decisivo nel futuro di questa città.
Demos invece, è una realtà già autorevole .
Ci sono in questa Associazione personalità di grande spessore politico e tecnico che sono una ricchezza potenziale per la città.
Spero in definitiva che il clima politico interno al Pd, si rassereni e prevalga un dialogo fecondo.
Questo sarebbe il passo determinante per la creazione di una valida alternativa all'attuale maggioranza.
Segnala all'amministratore
 
 
#12 daniele pasquale 2011-01-01 18:01
Caro Paolo, mi riferivo ai componenti del Consiglio Comunale in genere e non ai singoli consiglieri. Di destra o di sinistra ...
Nello specifico, non mi riferivo neanche a Gian Luigi R. che, tra gli altri, stimo molto. Specie ultimamente ...
Io non ho votato Pd ma ho scelto di votare Sel.
In particolare ho votato per Bonasora yunior ...
Per il futuro, perchè no, voterei un listone unico della Sinistra "pura"!
Credo però che non sarà possibile ...
Segnala all'amministratore
 
 
#11 p.laricchiuta 2011-01-01 16:33
scusami daniele ma questa specie di gioco di parole, alla luce della chiosa dell' editoriale di F. Innamorato sull' ultimo numero di CartaCanta (DEMOCRATICI ? si leggeva) mi è di difficle comprensione; costruire una discesa nel campo della politica come la si fa? formando servirà ai 4-5 soliti gatti noti spacciando tutto ciò xla grande novità del centro sinistra?!? il riscontro tra la gente(quale sarebbe poi la fascia di riferimento...?) come la state costruendo??? manca il percorso e credo sarà questo il tratto distintivo delle prossime elezione: le azioni di forza tipo "chi sò io e chi sei tu..." così anche per il listone demos che si prepara... ahi ahi ahi! perchè questo significa consegnare di nuovo Conversano alla destra. ne siamo tutti consci? io sì.

@Gianvito F.: manco1errore di battituta tiè!
Segnala all'amministratore
 
 
#10 daniele pasquale 2010-12-31 15:30
In questo piccolo Circo che emula il Grande circo romano, c'è ancora qualcuno che preferisce "essere piuttosto che ... tessere"!
Esca allo scoperto, dunque.
Segnala all'amministratore
 
 
#9 Gianvito F. 2010-12-30 19:16
Parole, non fatti. Sì, perché, i tuoi fatti quali sarebbero? Cosa hai realizzato tu insieme al tuo circolo? Ci sono iniziative di cittadinanza attiva che porti avanti da Segretario, la PAROLA che immancabilmente usi come firma? Ai miei fatti non preoccuparti. L'impegno politico non sei tu a determinarlo, amico Batiuska.

Io le tue capacità di scrittura non posso lodarle. "Su" si scrive "su", non "sù", Segretario!

A parte questo, smorza lo sfoggio di cultura e non c'è bisogno di tirare in mezzo Mussolini, che non c'entra niente. La citazione la conoscevo benissimo da me.

Ah, gli stessi "ideali" che tu citi ce li ho anche io, ma non c'è bisogno di essere Comunista, Fascista, Giallo o Fucsia! Partiti e colori, che inutilità!


P.S.: Una domanda: ma il PRC camb angòr???
Segnala all'amministratore
 
 
#8 p.laricchiuta 2010-12-30 15:48
questo mi inquieta TANTISSIMO perchè è lo stessissimo ideale berlusconinano: "Io non mi riconosco nei partiti. Fosse per me li abolirei. Non servono a niente." :eek:
io mi riconosco nel mio partito che è quello della Rifondazione Comunista (PRC) di cui sono segretario politici cittadino, ho l' idela comunista: credo nella possibilità di cambiare lo stato di cose presente, nella politica come arte e scienza di governare la cosa pubblica, nel Parlamento, nalla Costituzione Repubblicana frutto della guerra fratricida di Resistenza, nel lavoro come dovere e neklla sicurezza come diritto, nella partità tra uomom e donna, nella famiglia di fatto e non evangelica tipo maschio+femmina+figlio. questi sono i miei valori. e ne sono fiero.

In Fede
Paolo Laricchiuta
segretario politico circolo PRC "A. Gramsci" Conversano, BA.

p.s.: Gramsci fu rinchiuso nel carcere di Turi; chi lo rinchiuse motivò la sentenza così: "Dobbiamo impedire a quel cervello di pensare": Mussolini cioè l' antico Berlusconi.
Segnala all'amministratore
 
 
#7 p.laricchiuta 2010-12-30 15:41
xLa Redazione: assolutamnte sì, non volevo metter in discussione né il contenitore né chi provvede a mantenerlo, tenerlo sù, scriverci. La considerazione è legata al "modus operandi" del vergante la lettera ( che attualmente non risiede a Conversano xmotivi di studio) che , come si può notare dai commenti già raddoppiati, non manca di essere presente/assente e PROLIFICO DI PAROLE... Ma non è meglio fare politica attiva come normanlmente è, visto che poi le conseguenze le pagano i cittadini tutti? non è sufficiente proclamare a parole e poi non fare attività politica attiva. il modus operandi è questo: parole e non fatti. e visto che tali parole vengono da1sostenitore esplicito dell' attuale operato dell' Amm. Comunale è meglio sotto tutti gli aspetti collaborare direttamente con loro. pur votando a sinistra (come dice)! facendo così, di certo l' operato sarebbe direttamente riscontrabile nella realtà delle cose, con una presi di responsabilità personale E verso la cittadinanza; così facendo invece, non posso che lodare le capacità di scrittura, sebbene prolisso, ma nulla di più. la politica si fa altrove. Lo sai che anche tu potresti presentarti in consiglio Comunale e dirla tutta in faccia al sindaco? a maggior ragione visto che ti senti "tradito"(non trovo miglior espressione ma ci siamo intesi politicamente) avendolo votato. io no.
Segnala all'amministratore
 
 
#6 daniele pasquale 2010-12-29 23:36
Al di là della polemica, vorrei che tu Gianvito approfondissi meglio il seguente concetto: " ... sebbene i miei ideali, termine alquanto anacronistico, siano molto più a sinistra che a destra."
Per me "la forza delle idee", scaturisce anche da validi ideali ...
Tutto sembra perdersi nel futuro che si approssima e molto potrebbe essere preservato e tramandato ...
Per garantire il futuro(?) a questo strano Paese, si cancellano persone come fosse niente, si riesce a fare a meno di ogni conquista sindacale del passato, si strappano bandiere e si cestinano simboli.
Gli ideali però, è meglio tenerceli ancora ...
Non daranno certo "da mangiare" in maniera concreta(a meno che, dopo essersene serviti, non li si abbandoni)ma forse, possono dare ancora nutrimento e riscaldare qualche attempato spirito.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Gianvito F. 2010-12-29 20:05
Ah, la questione di FAX ha avuto una smentita e nessuna controsmentita da parte mia, perché ho smesso di credere di avere a che fare con dei giornalisti, ma con degli insultatori della professione. Quella foto conteneva TRE CARTELLONI, di cui UNO contro l'Amministrazione Comunale. E la didascalia diceva che i tre cartelloni erano contro l'Amministrazione. Un'evidente forzatura e mistificazione dovuta all'odio viscerale nei confronti di Lovascio & co. che Fax trasuda da tutti i pori. Questa è la verità, e non il tuo mettere in mezzo questioni tendenziose per screditarmi. Io ho la coscienza appostissimo, mio caro.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Gianvito F. 2010-12-29 20:01
Lettera personale? Certo che lo è, firmata e controfirmata da un cittadino che, democraticamente, esprime il suo parere su quello che accade in un'assise pubblica (da noi finanziata). Ho il diritto ed il dovere di segnalare alla pubblica attenzione lo scempio che si perpetra in luoghi pubblici, dove i consiglieri non compiono il loro lavoro in maniera seria. Oggi ho assistito a gran parte del Consiglio e, per fortuna, ho notato meno episodi della tipologia succitata.
Quando episodi simili accadono in Parlamento, ognuno ha il sacrosanto diritto di indignarsi e, per esempio, mandare una lettera al quotidiano di turno. Perché questo diritto dovrebbe essermi negato?

Non cerco gloria personale. Non uso firmarmi, nei miei post, con qualche mio fantomatico ruolo... Chessò, Segretario del Circolo di PRC "A. Gramsci", rappresentando altre persone quando vado ad esporre mie opinioni personali. Se il giornale ha reputato di pubblicare la lettera, e di questo li ringrazio, evidentemente poteva contenere qualche spunto di discussione e riflessione. Il messaggio a qualcuno è arrivato...

Circa il mio essere di sinistra o no, se non dovessi autodichiararlo, chi potrebbe farlo al mio posto? Credo che né tu né nessun altro possa esprimere una insindacabile valutazione sul mio orientamento politico. Stante che sono un deluso elettore di PD alle Europee e di Vendola alle Regionali, e che alle lovasciane Provinciali mi sono astenuto, non credo che l'attivismo in qualche partito determini l'appartenenza di una persona a taluni ideali, e ritengo stupido pensarlo. Davvero stupido. Io non mi riconosco nei partiti. Fosse per me li abolirei. Non servono a niente. Io posso avere un'idea e condividerla con un uomo o una donna di destra o sinistra. Questo è il futuro: non sterili lotte di colore, trincee, circoli, circoletti e tricche ballacche.

Poi se non vuoi che io critichi l'operato del Consiglio Comunale, ogni tanto presentati in Municipio e da esponente politico d'alto bordo fa' i tuoi circostanziati comunicati...
Segnala all'amministratore
 
 
#3 La Redazione 2010-12-29 19:57
Caro Paolo Laricchiuta,
non riteniamo improprio pubblicare le considerazioni di un cittadino, a prescindere dalla sua posizione politica o dai suoi "ipotetici fini".

Questo "giornale telematico" nasce come spazio aperto ad ogni riflessione, purché corretta e rispettosa, senza alcuna gerarchia o preclusione.

Sarebbe interessante che si dialogasse non tanto sul "contenitore" che raccoglie delle opinioni quanto sul loro "contenuto".
Segnala all'amministratore
 
 
#2 p.laricchiuta 2010-12-29 13:29
non credo abbia senso pubblicare su un giornale telematico quale è tale sito, una lettere forse "personale" di qualcuno che ha bisogno di lontana visibilità. non è la prima volta che accade( basta rammentare i fatti della manifestazione del 19 agosto u.s. con foto annessa e smentita E controsmentita a mezzo FAX) e lo reputo un incidentale accadimento. "Da cittadino, pretendo un richiamo all'ordine ed alla propria funzione": visto che il vergante la lettera non ha mai fatto mancare il suo appoggio all' attuale Amministrazione pur (auto)dichiarandosi di sinistra E non militandio attivamente in alcun partito se non il suo, credo sia doveroso protocolare tale missiva all' indirizzo del Sindaco che solertemente provvederà ad aggiustare tutto il Mondo. Meglio lì che a mezzo stampa, no?!?
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Partecipazione ? 2010-12-28 18:41 Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI