Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

GENTILE, IL QUADRO DELLE CONSULTAZIONI POLITICHE

UDC-logo 

Egregi, in riferimento alle comunicazioni fatte oggi (28 gennaio 2010) in consiglio comunale dal sindaco Lovascio, circa l’esito degli incontri avuti con le componenti politiche che fanno parte dell’assise consigliare, sento la necessità in qualità di segretario cittadino dell’Udc di far conoscere alcune precisazioni che nel corso del dibattito sono sfuggite ai più e che pertanto possono indurre ad interpretazioni diverse a seconda della lettura che si vuol dare ai fatti.

Non entro minimamente nelle valutazioni politiche fatte da esponenti di altre forze politiche nei rispettivi incontri. Mi preme però evidenziare che nel corso dell’incontro con lo scrivente ed il direttivo dell’Udc di Conversano il sindaco Lovascio, preliminarmente rappresentava la volontà della maggioranza di allargare la sua compagine. Lo stesso dichiarava con fermezza che le sue intenzioni erano quelle di non modificare la giunta e di proseguire nel programma già tracciato enunciando i temi più importanti sui quali porre prossimamente attenzione.

A tale introduzione lo scrivente faceva presente, a nome del partito, che sui grandi temi sicuramente ci sarebbe stata collaborazione purché si desse l’opportunità di fare una collaborazione costruttiva e non si trattasse di argomenti già decisi. Si apriva così un dibattito nel corso del quale pur di capire se erano già state fatte scelte in precedenza, atteso che si vociferava con insistenza un accordo già raggiunto con il gruppo misto, un componente del direttivo chiedeva di conoscere se era praticabile un percorso politico fatto con altri movimenti o partiti politici e che poteva vedere un interesse da parte dell’Udc a collaborare per il futuro, escludendo collaborazioni con singoli esponenti che non facessero riferimento a partiti o movimenti.

Tale affermazione escludeva certamente la volontà di entrare in maggioranza, ma nel contempo apriva un confronto tutto politico che andava oltre gli schieramenti politici attuali.

La scelta di stimolare l’attuale maggioranza ad oggi ha sortito l’effetto da un lato di non conoscere se esiste un percorso politico che possa proiettarsi oltre il momento e dall’altro il dato acquisito che quanto sussurrato corrispondeva a verità.

Infatti, oggi il consigliere Piemontese è entrato a far parte di questa maggioranza, confermando a sua volta l’ingresso anche di Di Mise, nonostante sul punto il sindaco Lovascio non né fosse del tutto convinto, dato che lo stesso non lo annovera tra i componenti della sua maggioranza.

Questo è il reale quadro delle consultazioni da noi avute con il sindaco ed esponenti della maggioranza. Infine, ritengo che la posizione espressa dal capogruppo dell’Udc in consiglio, seppur ferma nel dire che il partito Udc non è interessato né ad entrare in maggioranza né a ricevere alcun incarico, di fronte alla non risposta da parte del sindaco ad un eventuale progetto politico così come sopra evidenziato, ha ritenuto di assumere una posizione ancor più netta nelle dichiarazioni.

Al fine di evitare inesatte interpretazioni, nel ritenere di aver fornito sufficienti ragguagli, colgo l’occasione per augurare a tutti i cittadini, consiglieri, segretari di partito e amministratori tutti un felice 2011.

 

                                                                                               Il Segretario Cittadino UDC

                                                                                                          Pasquale Gentile

Commenti 

 
#4 Politichese 2010-12-30 09:22
Pascquà hai fatto un fritto misto, io non sarò un'aquila ma un poco di chiarezza in più non guasterebbe.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 permesso! 2010-12-29 21:30
MA CHE COMUNICATO......
LESATTO OPPOSTO DI QUEL CHE SI VUOLE, VOCI DI CORRIDOIO DAL UFFICIO COLLOCAMENTO SINO AGLI UFFICI COMUNALI DI POLIGNANO DICONO CHE IL GENTILE NON VEDE L'ORA DI ENTRARE IN MAGGIORANZA, E CHE COPPOLA NON NE VUOL PROPRIO SENTIRE SE SEDUTO AD UNA POLTRONA.
SI CERCA DI ESSER ORA VICINI AL FRANCO (FLI) PER AVVICINARSI AL BUON GOVERNO E NON ESSERE SEMPRE SMENTITI DA FATTI E BUON LAVORO.
NEGLI UFFICI CITATI PRIMA DICANO PURE CHE NN ESISTE MA LA VOGLIA DEI CONSIGLIERI INSISTE!
CAMPAGNA ACQUISTI NON E' E SOLO RICONOSCERE IN BUON LAVORO DEL SINDACO GIUSE'.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 exultemus 2010-12-29 10:04
codice etico? codice etico! codice etico? codice etico! politici? chi? dove? aver preso qualche voto da qualcuno, che di rimando esige i propri interessi, fa diventare qualche fannullone un politico? quanti dovrebbero tornarsene a casa e quanti non dovrebbero nemmeno uscirne.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 L. Moggi 2010-12-28 18:27
la campagna acquisti anche a livello paesano ?
che bello !
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI