Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

VERSO IL PUG, AUSPICABILE LA CONDIVISIONE

partito_democratico_simbolo_640_x_300

Il 21 gennaio scorso, subito dopo la firma delle Convenzioni,  è stato presentato in forma pubblica il team che dovrà realizzare il PUG di Conversano. L’occasione è stata una sorta di festa beneaugurale, ma è bene che si cominci a discutere della questione, anche perché deve essere chiaro che su questo tema devono essere garantiti il massimo possibile della trasparenza  e della condivisione.

Ad evitare equivoci  o che si dia interpretazione diversa alla citata affermazione faccio un esempio concreto: unitamente ai progettisti sono stati presentati altri professionisti che dovranno affiancarli e precisamente un ingegnere, un architetto, un geologo, un agronomo-forestale ed inoltre il rappresentante della Planetec un’azienda barese che dovrà aggiornare le cartografie.

Le amministrazioni locali per assegnare incarichi professionali sotto una certa soglia di spesa  non hanno l’obbligo del bando, ma questo non significa che è proibito; inoltre proprio perché serve mostrare di praticare la trasparenza che più volte si invoca, non sarebbe stato meglio almeno fornire un minimo di informazione sui criteri che l’amministrazione pubblica ha seguito per  sceglierli? Non fare un bando di gara non può significare che non si potesse fare un “avviso pubblico” per una ricerca di mercato il cui esito rimaneva tutto nelle mani esclusive della maggioranza, ma sotto i riflettori della città.                                         

Sui costi, sulle variazioni, sugli incrementi  degli stessi e su come impegnati in bilancio la discussione avverrà in sede consiliare. In questa fase vogliamo ribadire che la richiesta principale posta dal PD di Conversano nel corso delle consultazioni fatte dal Sindaco, è stata la creazione di un tavolo aperto ovvero di pubblicare sul sito web del comune tutti gli atti relativi al PUG che si compiono, aprire un indirizzo di posta mail per ricevere e rendere pubblici tutti gli interventi, proposte ed idee che arrivano specie se, oltre alle mappe ed alla cartografia, si adottasse un software che riuscisse a creare una realtà virtuale e mostrasse il volto futuro della città sul quale ogni cittadino potrebbe almeno esprimere un parere di apprezzamento o meno.

Il mantenimento degli impegni crono programmati, nonostante l’ottimismo di facciata tempo di realizzare il PUG entro massimo due anni, già contiene una incognita, quella della durata del dibattito politico, allora diventa sempre più evidente che la condizione essenziale per conseguire tale obiettivo non può essere che sviluppare, senza pregiudizi, i processi di condivisione.

Finora non ci sembra che vi siano chiari segni di apertura al dialogo, ma come abbiamo chiaramente dichiarato la nostra disponibilità a lavorare pur nella distinzione dei ruoli, altrettanto chiaramente affermiamo che non siamo disponibili ad assistere a iniziative pubbliche di mero stampo propagandistico.

 

Il Segretario -  Rino Ranieri 

Commenti 

 
#6 falchi&colombe 2011-02-14 09:53
A proposito di fatti propri credo che solo in un paese ormai distratto e addormentato nessun si accorge di più nulla. Come mai a Conversano nel mese di aprile 2010 si continua a dare fiducia ed incarico ai vecchi progettisti del PUG che negli anni sono stati pagati con quasi 800 milioni delle vecchie lire e ora invece di continuare nel rapporto contrattuale in linea con la fiducia accordata si stravolge tutto e si fà ex novo un nuovo incarico per altri 430 milioni sempre di vecchie lire oltre ad tutti gli incarichi esterni fatti zitti zitti... tanto ora sono tutti entro i 20.000 euro ma poi ad uno ad uno lieviteranno....Se questi non sono affari
Caro segretario di questo non vi scadalizzate? O è tutto regolare...? speriamo che qualcuno prenda le carte e le faccia uscire dalla corte...altro che condivisione!
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Gianvito F. 2011-02-12 10:42
Sì, ma non è che il software crea da solo la "realtà virtuale". Ci vuole un team di persone che lo faccia appositamente... Penso che comunque avremo tutti i rendering dei progetti! In ogni caso, la cosa si può proporre certamente...
Segnala all'amministratore
 
 
#4 C-Tron 2011-02-11 23:52
VRSW ?
c'è solo l'imbarazzo della scelta:
www.dmoz.org/Computers/Virtual_Reality/Software/
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Gianvito F. 2011-02-11 15:07
Qual è 'sto software che crea una realtà virtuale? TRON?
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Angelo Lorusso2 2011-02-11 11:25
ed è così che ognuno iniziò a farsi i fatti propri
Segnala all'amministratore
 
 
#1 sabio 2011-02-11 08:08
se non fai, ti tirano le pietre;
se fai ti tirano le pietre.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI