Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

CILIEGIE: 40 PARLAMENTARI FIRMANO LA ‘RISOLUZIONE’

ciliegie-gruppo

L’estate scorsa abbiamo più volte evidenziato la crisi del settore cerasicolo, dovuta all’ondata di maltempo che mise in ginocchio le nostre campagne, le prime produttrici, a livello nazionale ed europeo, dell’oro rosso.

Durante la tradizionale degustazione a Palazzo Madama delle “ferrovie”, pregiata e tipica varietà del frutto, il primo cittadino si fece portavoce di tale disagio, unitamente ai consiglieri Mottola e Giannini, delegati a rappresentare il Comune di Conversano nell’ambito dell’Associazione Nazionale “Città delle Ciliegie”, il risoluzione_ciliegie_2più importante organismo del settore che rappresenta 53 Comuni e, dunque, oltre il 90% della produzione nazionale.

“In quella circostanza – ricorda Mottola – furono invitate a presiedere insieme al nostro Comune, ente promotore, le massime rappresentanze della “Città delle Ciliegie” il Presidente Dott. Ferdinando Albano, Sindaco di Bracigliano, e il Direttore dell’Associazione Carlo Conticchio. Avemmo così ulteriore forza per sensibilizzare i Senatori sulla crisi che stava subendo l’agricoltura, con particolare riguardo alla produzione cerasicola”.

Ebbene le istanze rivolte dall’Amministrazione Comunale non sono cadute nel vuoto: “Grazie alla forza contrattuale dell’Associazione che ha saputo ‘inseguire’ e ‘tallonare’ le Istituzioni – chiosa il consigliere PDL – siamo riusciti a inoltrare alla competente Commissione un’importante risoluzione ministeriale, cui hanno aderito ben quaranta parlamentari, la cui discussione è calendarizzata per la prossima settimana e porterà, si spera quanto prima, benefici ai nostri agricoltori”.

 

Estratto del testo della "Risoluzione"

La XIII Commissione impegna il Governo

-  ad istituire, presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali un “tavolo di settore” destinato ad approfondire e ponderare tutte le diverse e complesse problematiche che condizionano la ciliegicoltura italiana nonché a definire più adeguate e specifiche politiche di settore, anche attraverso l’elaborazione di un organico piano di settore che affronti tutte le questioni sul tappeto, dalle tecniche di produzione e conservazione alle attività di trasformazione del prodotto, a quelle di marketing e valorizzazione, alla promozione di innovative tecniche colturali, alla ricerca ed al miglioramento delle tipologie produttive, alle attività di difesa fitosanitaria, a processi di potenziamento della filiera produttiva;

-  ad attivare iniziative di promozione del consumo di ciliegie, anche nell'ambito di quelle già previste nel campo della nutrizione e della sicurezza alimentare, della dieta mediterranea, della cultura alimentare e del consumo di frutta nelle scuole, del turismo enogastronimico;

-  a prevedere la partecipazione della “Associazione Nazionale Città delle Ciliegie” – cui aderiscono 53 comuni, 2 comunità montane, 1 amministrazione provinciale sull’intero territorio nazionale e che, quindi, rappresenta in modo significativo i territori sui quali si svolge l’attività di coltivazione di ciliegie – al tavolo di settore da istituire presso il Ministero agricolo nonchè ad ulteriori organismi operanti nelle attività sopra indicate.

Commenti 

 
#3 Teresa Serripierro 2011-02-21 00:40
Ma va benissimo, basta solo chiedere prima, come fanno tutte le riviste che prendono foto da flickr.
A presto.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Le Redazione 2011-02-20 18:34
Delle due la seconda. Abbiamo comunque rimosso l'immagine che, ovviamente, non sapevamo essere coperta da copyright.

Ci scusiamo per l'involontaria scorrettezza.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Teresa Serripierro 2011-02-20 16:12
Ciao ragazzi, vorrei giusto dirvi che quando utilizzate delle foto prese da altri siti, dovreste rispettare un copyright che vieta la pubblicazione senza autorizzazione!!
Se poi l'avete presa da un album fotografico di Nico Mottola, che ha pubblicato foto di chiunque senza chiedere il permesso a nessuno, è un'altra storia. Ma comunque non è rispettoso!!
Credo che tutti quelli che fotografano metterebbero in circolazione le proprie foto volentieri, ma a patto di chiedere l'autorizzazione.
Spero non capiti più, buon lavoro a tutti voi;)
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI