Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

SANITÀ, APPROVATA LA PROPOSTA DI LEGGE DEL PD

partito_democratico_simbolo_640_x_300

La segreteria del circolo del PD di Conversano rende noto che è stata approvata a maggioranza (astenuti i partiti di centro destra, voto favorevole dell’Udc) la proposta di legge promossa dal PD su “Norme in materia di Residenze Sanitarie Assistenziali, riabilitazione ed Hospice”.

Questo il commento del Capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Antonio Decaro: “In Puglia si continua a dimostrare che la collaborazione porta sempre buoni frutti. La proposta di legge si è resa necessaria per assicurare, nei plessi ospedalieri da riconvertire, la contemporaneità tra taglio dei posti letto di ricovero per acuti, e l’apertura di posti letto per RSA, riabilitazione e hospice. Inoltre  al fine di superare provvisoriamente i requisiti autorizzativi, organizzativi e tecnologici per l’accreditamento delle stesse strutture, è stata individuata la forma dell’autocertificazione.

“Di fondamentale importanza – continua Decaro –  è stato l’apporto del consigliere Pino Romano e del Presidente della Commissione Dino Marino. Ed è ripartendo da questa nuova pagina di buona politica  che dobbiamo trasformare l’obbligo nazionale del taglio dei posti letto in una opportunità per i territori, costruendo una offerta della sanità territoriale con RSA, riabilitazione e hospice; passando poi per i poliambulatori e le case della salute”.

Decaro si sofferma poi sui due commi più importanti della legge in questione:

"I parametri delle normative regionali non costituiscono un limite per i posti letto RSA, per quelli di riabilitazione e per quelli hospice, da attivare rivenienti dalla trasformazione dei posti letto di ricovero per acuti di cui al RR 16 dicembre 2010 n.18".

"Al fine di garantire continuità assistenziale tali posti letto sono considerati operativi previa presentazione di apposita istanza contenente l’autocertificazione circa il possesso dei requisiti organizzativi di cui all’art.9 comma 1, lettera a della L.R. n.19/2003 fermo restando il processo di autorizzazione e accreditamento di cui all’articolo 24 comma 1 della L.R. n. 8/2004".

Commenti 

 
#2 Curioso 2011-02-25 09:44
Il nostro paese(anzi la nostra città scusate)ahimè è destinata a vedersi scippare l'ospedale, un tempo fiore all'occhiello della Puglia..situazione figlia della malagestio di Tedesco & co., ed è paradossale che sia proprio il Pd ad avanzare proposte in tal senso!!!La sanità Pugliese è da rifondare,da riaffidare a manager scelti sulla scorta di proprie competenze e non di potenziali ritorni elettorali!!Il guaio è che (se non ricordo male) il consiglio comunale Conversanese(di opposizione)è rappresentato anche da [mod] di Tedesco(ricordo ancora come veniva accolto il Senatore al suo arrivo a Conversano durante le competizioni elettorali, alla stregua di Berlusc-Gheddaf)!!Spazio ai giovani!!!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 nostalgico 2011-02-25 00:56
...in poche parole, il nostro ospedale che fine farà??????
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI