Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

GENTILE “RICHIAMATO” DALLA MAGGIORANZA

aula-conversano

Durante l’ultimo Consiglio Comunale, la maggioranza ha presentato un documento, che riportiamo a fine articolo, in cui si affermava che il Presidente del Consiglio, Pasquale Gentile, avrebbe assunto “atteggiamenti incompatibili con il proprio ruolo istituzionale super partes”, violando il ruolo di “garante della corretta dinamica politico-amministrativa all’interno dell’organo consiliare”.

In particolar modo, tra le “scorrettezze” di Gentile si segnalano l’abbandono dell’aula consiliare con conseguente scioglimento della seduta per mancanza del numero legale; l’assidua presentazione, a proprio nome, di interrogazione e mozioni; la firma di mozioni di sfiducia verso Sindaco ed esponenti della Giunta; la richiesta di una commissione speciale di controllo dell’operato della Giunta; la partecipazione a dibattiti con precise prese di posizioni di chiaro contenuto politico; l’invio di articoli e parere politici ai mass media.

In conclusione, i consiglieri di maggioranza hanno invitato Gentile a rispettare le regole d’imparzialità, ad assumere un comportamento neutrale e consono alla carica ricoperta e a rispettare il regolamento dell’assemblea. In caso contrario, si sarebbe imposta la mozione di sfiducia.

 

A tale documento, il Direttivo dell’UDC di Conversano ha risposto con un comunicato stampa che riportiamo di seguito.

DEMOCRAZIA E DIRITTO DI PAROLA…MA NON PER TUTTI.

“Quanto si è verificato nell’assise comunale di martedì 22 febbraio ha creato forti reazioni, imbarazzo e perplessità sia negli addetti ai lavori che nel pubblico presente.

I consiglieri di maggioranza, Salzo e “sindaco” esclusi, hanno condiviso e sottoscritto un documento che nulla ha di politico nei confronti del Presidente del Consiglio Pasquale Gentile.

Nello stesso i sottoscrittori gli chiedevano di non fare politica, ma solo ed esclusivamente di ricoprire il ruolo incaricatogli contestandogli fatti e circostanze non rispondenti al senso del documento. Praticamente, con scarso tatto, veniva intimato al Presidente che fuori dalla veste istituzionale dovrebbe starsene a casa. Perché accusarlo di imparzialità è inutile, sin quando non se ne attestino le mancanze o le inosservanze.

Ricordiamo a costoro che Pasquale Gentile rappresenta la volontà di oltre 4000 elettori, è segretario cittadino dell’Udc, nonché portavoce di chiunque abbia interesse a conoscere le problematiche della nostra città. Detto ciò, dire che un diktat del genere, degno della dittatura libica, rappresenta un momento di bassa politica è poco, in quanto avremmo preferito che gli stessi iniziassero ad occuparsi dei reali problemi della città, iniziassero, dopo quasi tre anni, a lavorare ed a mantenere fede al patto stipulato con gli elettori che fino ad oggi è stato quasi completamente disatteso, invece di risentirsi tanto, allorquando, il presidente Gentile come consigliere comunale propone interrogazioni o mozioni su temi generali e di interesse diffuso.

Non si può impedire ad un segretario di partito, fuori dalle vesta istituzionali, di farsi portavoce di un direttivo coeso, che chiede di sapere cosa accade e che attraverso la stampa fa conoscere ai cittadini cosa si stia facendo e proponendo per loro. Gentile rappresenta l’Udc e qualsiasi cosa si legga o si dica è frutto di un confronto con uomini e donne che hanno deciso di dedicare il loro tempo alla politica, tant’è vero che quando il sindaco chiese le consultazioni politiche noi dell’Udc ci presentammo con il direttivo al completo. Ci interessava capire quale poteva essere la strada da percorrere non per non fargli più mozioni o interrogazioni, ma bensì cosa si poteva fare per risolvere i problemi cardine della vita amministrativa: discarica, ospedale, pug, ecc..

È bene precisarlo che il partito non ha mai chiesto incarichi o poltrone, ma solo quali sarebbero stati i criteri di crescita di questo territorio, di contro non ha ricevuto risposta ufficiale, ma come se non bastasse viene fuori a distanza di poco tempo questo documento. Cosa vuol dire che a qualcuno inizia a dar seriamente fastidio l’Udc, e dunque anche Pasquale Gentile, perché continua a chiedere chiarezza?

Noi, signori della maggioranza, non ci faremo intimorire da un documento che dice tutto, ma non racconta nulla, anzi contiene velate diffamazioni, minacce e falsità. Diteci, invece, quante sono state le volte che la presenza del consigliere Gentile ha garantito l’inizio e la prosecuzione dei lavori? E diteci quando non avete avuto equo diritto di parola in consiglio comunale? Quando il Presidente Gentile non è stato come voi dite super partes? L’Udc ed il suo direttivo sostengono Gentile, gli chiedono di continuare a ricoprire il ruolo che si merita e di andare avanti ignorando pettegolezzi  e ridicole riproposizioni di quanto sta accadendo a livello nazionale”.

 

Il documento presentato in Consiglio

sfiducia_gentile

 

Commenti 

 
#13 A. Lacandela 2011-03-01 10:09
Gianvito F, ad essere precisi le due ore di sospensione non sono state spese per la riunione dei capigruppo. Due ore se ne sono andate con la maggioranza trincerata in sala giunta (o giù al bar a seconda dell'interesse dei consiglieri) per decidere cosa fare. Solo gli ultimi 10 minuti si sono spesi per la riunione dei capigruppo.
Segnala all'amministratore
 
 
#12 Gianvito F. 2011-02-28 13:58
Questione risolta oggi.

E' stato fatto troppo ingiustificato rumore dalla maggioranza. Bastava richiedere il rispetto pedissequo del regolamento senza mettere in mezzo questioni politiche e personali che distolgono il consiglio comunale dai problemi realmente pressanti della nostra città. Ridicole e scandalose le due ore di conferenza dei capigruppo nel quale si è giunti a riconfermare il documento di cui sopra, documento eccessivo ed inutile. Consiglio comunale che si conferma spreco di soldi, se andrà avanti così.

Penso che Gentile faccia bene il suo lavoro e dovrebbe semplicemente essere più equo ed "istituzionale" in certe situazioni, ma si è esagerato decisamente nelle accuse.

Nota di demerito a D'Alessandro che, dopo due ore di conferenza, si "ricorda" in Consiglio di presentare un nuovo documento, con ulteriore perdita di tempo, quando avrebbe potuto farlo nell'interruzione concordata. Così non andremo mai avanti.

Mi ritrovo sempre più nelle parole e nei comportamenti del consigliere Coletta che, per la seconda volta, esprime perfettamente ciò che penso.... I problemi sono altri!!!
Segnala all'amministratore
 
 
#11 Renato Zero 2011-02-28 10:55
Raffaè sei più agile di un rospo smeraldino, con un salto dallo stagno dell'opposizione alla palude della maggioranza e ora firmi contro l'unico che fino a ieri con molta dignità ti rappresentava. I valori della politica, quella vera, sono ormai smarriti nella notte dei tempi. Fino a qualche giorno fa invitavi il sindaco a dimettersi usando il ritornello "ai miei tempi.. ai miei tempi"...
Segnala all'amministratore
 
 
#10 I remember!!! 2011-02-27 01:29
Se non ricordo male Gentile svolge il ruolo di Presidente del Consiglio a seguito di accordo politco col Sindaco Lovascio (udite udite!!!) non già dal ballottagio ... ma già da prima del primo turno (scusate per il gioco di parole) allorquando i due si misero d'accordo sul fatto che a prescindere dal risultato l'uno avrebbe sostenuto l'altro nello stesso ballottagio!!! Quindi di cosa stiamo parlando ... lasciamo che litighino tra loro in Consiglio comunale (seguitissimi mi risulta) e facciamo qualcosa per un paese morto sotto tutti i punti di vista ... fatevi un giro e chiedete ai vari commercianti ... Cari politici fate qualcosa qui la gente nn riesce più a campare!!! Altro che sfiducia al Presidente ... Altro che Piemontese che vuole il suo posto ... Altro che discarica ... Altro etc etc etc. Provate a creare nuovo valore economico facendo in modo di sbloccare l'edilizia per esempio ...
Segnala all'amministratore
 
 
#9 Inter Dispares 2011-02-27 00:32
Piemontese presidente!
(ha già militato in tutte le partes)
Segnala all'amministratore
 
 
#8 addetto s. sempre 2011-02-26 21:41
gentile deve dimettersi o lasci la carica di segretario di partito.
Segnala all'amministratore
 
 
#7 MarcelloR 2011-02-26 18:52
Perchè uno che ha la coscienza a posto dovrebbe dimettersi? Si dimette chi riconosce di aver sbagliato, ma non mi sembra il caso di Gentile. Il punto è: perchè non lo sfiduciano per poter liberare il posto da dare a chi lo vorrebbe?
Segnala all'amministratore
 
 
#6 daniele pasquale 2011-02-26 18:26
Nell'eventualità malauguata che l'ottimo Presidente fosse costretto alle dimissioni, chi potrebbe sostituirlo dando maggiori garanzie d'imparzialità?
Qualcuno tra coloro che hanno apposto la firma su questo "richiamo" è davvero in grado di definirsi pronto ad un ruolo "super partes"? E chi tra Lofano, Lorusso, Piemontese, etc?
Pasquale Gentile ha sempre compiuto una efficace opera di controllo dell'attività amministrativa; si dimostra solitamente pronto e ferrato su ogni argomento in discussione e, quando non lo è, si documenta ed approfondisce ... Cosa si vuole da lui? Che rinunci alla prerogativa del "controllo" o a quella del libero pensiero in cambio di benevolenza e ... cappio al collo? Io spero che rimanga invece al suo posto e che, chi oggi lo critica aspramente, abbia più rispetto del P.d.C.Comunale e sia invece più attento nello svolgimento del ruolo che i cittadini gli hanno affidato.
Se a livello nazionale si contesta con arroganza l'ambiguità della posizione del leader di fli nel suo ruolo di Presidente della Camera ignorando completamente l'assurdità del conflitto d'interessi e le "stranezze" di chi invece ci si ostina a giustificare sempre e comunque, non è detto che anche i rappresentanti del nostro Consiglio Comunale debbano necessariamente scimmiottare i propri riferimenti parlamentari. Soprattutto quando appaiono, con evidenza imbarazzante, così ridicoli ...
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Fini 2011-02-26 14:39
è giusto che si dimetta, e faccia il lavoro di oppositore.
il presidente deve essere super partes.
non come me, e te!
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Firulli 2011-02-26 14:11
Bene ha titolato "Conversanoweb" con la dicitura "Gentile richiamato dalla maggioranza" perche' seguendo il consiglio comunale l'altro giorno, dagli interventi dei consiglieri sopratutto di maggioranza ho dedotto che appunto di "richiamo" si tratta e non di bavaglio come in maniera subdola e strumentale altri consiglieri hanno tentato di fare. Gentile conosce benissimo le prerogative attibuite al Presidente del consiglio dallo statuto del Comune di Conversano pubblicato sul sito web si evince dalla lettura che l'art. 17 stabilisce che: Il Presidente rappresenta il Consiglio Comunale, cura la formazione dell'ordine del giorno delle riunioni, asicura il collegamento politico istituzionale con il Sindaco e i Gruppi Consiliari, convoca e presiede la Conferenza dei Capigruppo di cui al successivo art. 23, sovrintende e coordina l'attivita' delle Commssioni consiliari, e' garante del rispetto e delle norme sul funzionamento del Consiglio. Questo e' previsto e questo a maggior ragione giustica e interpreta il ruolo nell'essere considerato "super partes"
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Gianvito F. 2011-02-26 13:10
Se Gentile fosse eguale nel rispetto del regolamento, e quindi assolutamente imparziale, ti darei ragione. Il problema è che, almeno da quanto ho visto, assume comportamenti talvolta di parte (la sua, l'opposizione), tipo quando concede strappi alla regola a chi siede negli scranni alla sua sinistra, ed invece è preciso (come dovrebbe essere) con i membri del Governo. Io penso che non sia giusto che un Presidente del Consiglio, se d'opposizione, debba mantenere un ruolo super partes assoluto. Credo che debba semplicemente comportarsi in maniera che il regolamento sia rispettato, e le sue opinioni sono assolutamente legittime. E' anche vero che, dato il ruolo che assume, non può non presentarsi volontariamente in aula, ma così è anche per gli altri consiglieri!!!
Segnala all'amministratore
 
 
#2 N. Ghedini 2011-02-26 12:57
Se sono documentate le condotte evidenziate, mi chiedo se sia concesso ad un presidente di togliersi il cappello per mettersi quello di consigliere (d'opposizione), magari avvisando.

Per difendersi, il presidente Gentile potrebbe usare la stessa motivazione addotta dagli avvocati del Cav. sul presunto caso di concussione per imboscare il processo nel Tribunale dei ministri: dica che certe azioni giudicate irregolari le ha poste in essere non nella sua qualità di presidente ma nelle funzioni di consigliere ed il gioco è fatto.

(il termine spendita da dov'è stato riesumato? Trattasi di gergo legale ?)
Segnala all'amministratore
 
 
#1 GiuseppeB 2011-02-26 09:24
E' a dir poco vergognoso il documento in questione...quando si dice la verità, e si fa bene il proprio lavoro,si potrebbe dar fastidio a qualcuno.Ma sappiamo chi è Pasquale Gentile e stiamo pur certi che non si lascerà certo intimorire da una minaccia di sfiducia. Purtroppo oramai, è inutile negarlo siamo stufi e sfiduciati da questa politica fatta di clientelismi e di sotterfugi ma, la parte che lotta e che non abbassa facilmente la testa è sempre viva e Gentile ne è una prova.Che sia d'esempio per qualcuno però!!!!!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI