Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

CONSIGLIO COMUNALE: VIABILITA’ E CENTRO STORICO

aula-conversano

I primi due punti all’ordine del giorno del consiglio comunale, tenutosi, martedì 22, sono stati: il servizio di trasporto pubblico locale e l’occupazione di suolo pubblico da parte di privati cittadini nel centro storico.

Ad aprire i lavori del Consiglio il question time sul pulmino cittadino promosso dal consigliere Rotunno: “Non si può considerare un pullman che gira pressoché vuoto come trasporto pubblico. Spesso non viene usato per la cattiva organizzazione del servizio. A tal proposito cosa vuole fare l’amministrazione per migliorare questo servizio? Alcuni cittadini hanno sollecitato corse per raggiungere il cimitero. Bisogna capire se il Comune ha voglia di migliorare il servizio e proporre nuove corse, nuovi percorsi utili o, ad esempio, il servizio a chiamata”.

In risposta al consigliere Rotunno, è intervenuto l’assessore al Bilancio Montrone: “Ho notato da tempo la quasi totale assenza di fruitori di questo servizio. Forse perché in queste corse non c’è una cadenza sistematica, che invece, con un collegamento più certo e senza troppe fermate, risulterebbe efficiente. L’incertezza lo

rotunno-dalessandro-bonasora
rende un servizio poco affidabile e per questo poco utilizzato. Un’ipotesi è di ridurre tutte le tratte alla sola corsa Conversano-Triggianello. Questo servizio inoltre ha una base contrattuale in cui sono previsti un tot di chilometri e una flessibilità limitata. Meglio sarebbe promuovere, come stiamo facendo, una mobilità più incentrata su mezzi pubblici attraverso parcometri, piste ciclabili. Il servizio a chiamata andrebbe a competere con il servizio taxi. L’amministrazione è disponibile al confronto per rivedere i percorsi di questo pulmino, per adeguarlo alle esigenze della città”.

Rotunno si è detto insoddisfatto della risposta: “Solo buone intenzioni e non fatti. Ritengo grave affermare l’incertezza del servizio e degli orari. Se non c’è certezza significa che lei non sovrintende al suo compito, perché non ha sollecitato la ditta e dunque non fa bene il suo lavoro. È chiaro che bisogna concertare con l’azienda nell’ambito dei chilometri e di un servizio di trasporto pubblico diverso, ma ci aspettavamo già una convocazione dell’azienda e una risposta circa le corse al cimitero”.

Il secondo punto all’ordine del giorno è stato, invece, posto all’attenzione dal consigliere di opposizione D’Alessandro: “Le strade del centro storico sono disseminate di fioriere, sistemate per difendere i posti auto. Sono arrivate proteste e denunce da parte dei cittadini, sfociate anche in diatribe. A volte è stato richiesto l’intervento della Polizia Municipale. Occorre capire quali sono i provvedimenti consequenziali e gli strumenti adottati per provvedere alla risoluzione della questione”. Triplice la risposta a D’Alessandro. Il primo è stato l’assessore alla P.M. Alfarano: “È  una problematica particolare. Il Comandante Di Capua ha prodotto una relazione in risposta alla questione: sono state commesse tre violazioni al codice della strada ed è stato confermato l’obbligo di rimozione delle fioriere”. Ha proseguito poi il vicesindaco Gungolo: “È al vaglio la rivisitazione dei regolamenti circa il decoro urbano. L’attuale regolamento mostra notevoli lacune, specie riguardo alla installazione di paletti e fioriere. È necessario sicuramente accelerare l’iter e  approvare un unico teso per la salvaguardia del centro storico”.

D’Alessandro ha replicato ribadendo che un regolamento già esiste basterebbe applicarlo, evitando che i privati cittadini commettano azioni illegali che “creano disagio e interrompono la viabilità”. Accesa la risposta del Sindaco Lovascio: non è di certo a causa di una fioriera che si creano i paventati ‘gravi disagi’.

Commenti 

 
#7 Gianvito F. 2011-03-30 14:25
@ LaPurgaPrimaDiTutto: il prox obiettivo è cacciare la gente dal Castello. Quelli che fanno i buchi nelle torri o che lasciano cadere a pezzi gli affreschi del Finoglio, o che mettono infissi in plastica o panni stesi a vista.
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Facebook chi legge 2011-03-30 07:45
A proposito di decoro urbano:
potreste gentilmente chiedere ai vostri figlioletti di non abbandonare le bottiglie di birra che si sono scolati per tutto il centro storico (specie in prossimità delle piazze) ?
E come cantava Matteo Salvatore: 'per ordine de lu podestà è vietato pisciare sopra li muri'....

www.google.com/url?sa=t&source=web&cd=3&ved=0CCIQFjAC&url=http%3A%2F%2Fwww.bibliotecaprovinciale.foggia.it%2Fbibliodigitale%2Fpdf_pubblicazionibpfg%2Fbibliotecasalvatore.pdf&rct=j&q=matteo%20salvatore%20podest%C3%A0&ei=sdCSTYD6BYzPsgahgZ3QBg&usg=AFQjCNH_dieop3DdozRaPx_Bv_C9ww6PtQ&cad=rja
Segnala all'amministratore
 
 
#5 matavz 2011-03-29 20:02
X non parlare di Via Bolognino. E' possibile che a tutte le ore del giorno siano parcheggiate auto a centro corsia e x uscire la propria auto (con regolare grattino, anche se residente!!!)bisogna aspettare il fenomeno di turno che finisce di bere il caffè comodamente seduto al bar a ridere e scherzare???? X non parlare della notte: clacson fino a tarda notte!!!! E un piano sull'acustica qnd l'avremo a 'sto paese?! mi sono rotto le p...e a chiamare i carabinieri ogni weekend!!!!!!
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Angelo Lorusso 2011-03-28 01:06
i cittadini dovrebbero controllare il loro territorio e segnalare i problemi.

ma i cittadini ultimamente sanno soltanto bestemmiare e pretendere diritti, senza esercitare doveri.

spesso sfugge che i funzionari pubblici non fanno per metà giornata lavoro d'ufficio e per metà i metronotte del territorio.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 finitura 2011-03-26 18:32
Nei contratti di intervento delle ditte private, enti, ecc. su manto stradale pubblico è prevista la clausola del ripristino a regola d'arte. Chi ha il dovere di controllare? Perchè non si controlla? Chi paga le spese per cadute, ruote rotte, incidenti vari? I funzionari responsabili funzionano?
Segnala all'amministratore
 
 
#2 LaPurgaPrimaDiTutto 2011-03-26 17:38
Quoto Gianvo sulle baite in paese.

Ma le tante antenne sul castello e le auto, apecar, moto parcheggiate dentro sono molto peggio.

Intanto l'asfalto in via dei Paolotti non è stato ancora rifatto (a regola d'arte) dalla ditta inadempiente. SI sistemano (male) qua e là le buche come palliativo
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Gianvito F. 2011-03-26 15:12
Fuori le auto dal centro storico e PIANO EDILIZIO SUBITO. Anzi, a quanto pare esiste, ma nessuno lo fa rispettare. Vogliamo parlare delle pensiline TIROLESI vicino la piazzetta di Montrone? Sono SCANDALOSE, andrebbero abbattute seduta stante.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI