Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

“CON LOVASCIO LIBERI” FUORI DALLE CONSULTAZIONI

Nardelli

Il percorso del Pdl di Conversano si sta sganciando da quello dell’amministrazione, fino a creare due organismi tra loro non perfettamente sincroni. Questa è la tesi che va per la maggiore. Ora, per avere una prova si dice ci vogliano tre indizi: il primo potrebbe trovarsi nel commissariamento del Partito, avvenuto senza debito preavviso nei confronti del Primo cittadino; il secondo lo apprenderete in questa intervista al consigliere Benny Nardelli, non coinvolto con la sua lista nelle consultazioni aperte dalla Savino; il terzo, a nostro avviso, potrebbe coincidere con qualche malumore che inizia a farsi sentire all’interno dei movimenti presenti in maggioranza, particolarmente sensibili alle troppe correnti d’aria.

L’on.le Savino ha iniziato le consultazioni di tutte le forze di centro-destra. Le sue impressioni?

“A queste consultazioni la nostra lista civica, “Con Lovascio Liberi”, non è stata invitata e tengo a sottolineare che siamo tutti tesserati PDL. Dunque, quello che sappiamo lo abbiamo appreso dalle testate giornalistiche che se ne sono occupate. Con l’on.le Savino abbiamo avuto solo un primo saluto in occasione della sua nomina a commissaria, poi non ci siamo più incontrati”.

Come spiega questa esclusione?

“Non voglio affrettarmi nelle risposte, prendo atto del fatto che non siamo stati invitati”.

Qualora veniste coinvolti nel progetto del PDL, aderireste?

“Come detto prima, siamo tesserati del PDL e ovviamente vogliamo prendere parte a questo nuovo progetto, non guardando al passato o a parte del presente ma al futuro: desideriamo ringiovanire il partito, renderlo più snello e molto più vicino alla popolazione, eliminando quel distacco tra palazzo e città”.

Tale ristrutturazione del Pdl sembra “minare” gli equilibri dell’amministrazione.

“L’equilibrio lo avevamo trovato, oggi si sta creando qualche attrito che non giova all’amministrazione. Tuttavia, continuiamo ad augurarci che il rapporto sia costruttivo e che semplifichi le pratiche burocratiche. Arriviamo nel pieno del nostro mandato e dobbiamo essere veloci e compatti per adempiere gli impegni presi con gli elettori”.

L’onorevole ha evidenziato una situazione di confusione politica e amministrativa. Concorda?

“Non avendo preso parte alla consultazione, è difficile circostanziare quest’affermazione. Dal mio punto di vista, posso dire che non vedo nessuna confusione politica, anche alla luce delle riunioni di maggioranza dove prevale una visione d’insieme, senza eccessive discordanze”.

Se il PDL dovesse decidere di procedere autonomamente dal Sindaco, quale sarebbe la vostra posizione?

“La risposta è nel nome della nostra lista. Spero, comunque, che questo non avvenga, anche perché il buon senso non lo prevedrebbe: si rischierebbe di cadere in giochi personali, cosa di cui non abbiamo bisogno. Siamo diventati una città e dobbiamo onorare questo titolo, trasformando Conversano in ciò che merita. Senza far polemica, mi limito a osservare che abbiamo un Sindaco membro e sostenitore del Pdl e parimenti un commissariamento del partito, scelta certamente poco ortodossa”.

Commenti 

 
#3 geronimo 2011-04-21 11:16
E allora invece di arroccarvi nel vostro gruppo consiliare-lista civica, dichiaratevi PDL nell'assise consiliare, invece di relegarvi al ruolo di propaggini del leader Lovascio. Se aveste agito in maniera più condivisa nel rispetto del ruolo dei partiti e delle componenti tutte, forse qualche mal di pancia non sarebbe emerso, compresa la netta distinzione di Conversano nel Cuore, vera anima della maggioranza. Avete perso una gran bella occasione, altro che!!
Segnala all'amministratore
 
 
#2 un iscritto PDL 2011-04-20 22:09
costruire nelle diversità di ogni genere non è affatto semplice. questo non significa che bisogna escludere dal confronto una forza importante come la vostra peraltro tesserati PDL.ho trovato molto semplicistico affidare mezzo cappello al sub commissario per una volontà poco coerente con le affinità locali. ma questo è. cercare di sembrare quello che non si è per il sub commissario non è affatto semlice, poichè all'interno del nuovo PDL ci sono persone che non hanno nulla da imparare, poichè egli non ha nulla da insegnare. caro consigliere tranquilizzati, il nuovo pdl siete sopratutto anche VOI.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 io sud 2011-04-20 14:34
Il ruolo o i numeri che ognuno riveste nel proprio ambito politico sono minimizzati a seconda dell'altezza,del grado e del ruolo ricoperto.
Se ti chiedi come mai IO SUD, nonostante le svariate lettere scritte al Sindaco non è mai stato convocato, è facile scivolare poi in quanto è successo a voi. La volontà dei "grandi" a volte lascia tracce ignote nella mente di chi è relativo.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI