Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

UNA PROPOSTA SUL COMPARTO TURISTICO LOCALE

penna-stilografica

Riceviamo e pubblichiamo una proposta di indirizzo politico sul rilancio del comparto turistico da “un iscritto PDL”. L’auspicio è che su questo tema si possa aprire un ampio dibattito popolare, poiché i cittadini, compreso tutti gli operatori del settore, sono stanchi di ospitare eventi che poi producono risorse per altri Comuni. Risulta indispensabile che Conversano, Città d’Arte, si strutturi per valorizzare le proprie peculiarità storico-culturali.


 


 

All’attenzione dell’Amministrazione Comunale e di tutte le forze politiche conversanesi:

PREMESSO CHE:

-          Nel complesso scenario economico di Conversano “Città d’arte” il comparto turistico assume un rilievo di importanza primaria, per cui occorre trovare risposte adeguate intervenendo, con urgenza, sul piano di indirizzo politico per supportare un settore da innovare profondamente;

 

-          Occorre, nei fatti, una politica che privilegi le eccellenze attraverso un’azione integrata, in grado di fare diventare protagonisti gli attori locali, dalle istituzioni al sistema delle imprese, dalle forze sociali a quelle propositive, dentro un quadro di seria ed incisiva programmazione;

 

 

-          Lo sviluppo turistico ricettivo locale è sin qui vissuto prevalentemente sulla intraprendenza degli imprenditori, sulla lungimiranza degli stessi e sulla tenacia nel volere perseguire l’obiettivo di un prodotto turistico che, però, non può avere valenza senza un preciso indirizzo politico;

-          È prioritario porre chiarezza sui ruoli e rappresentare lo stimolo giusto per ridisegnare il comparto turistico secondo un modello moderno, agile e snello, in stretta coerenza e collaborazione tra pubblico e privato;

-          È necessario mettere in rete tutti gli attori della filiera, mantenendo il coordinamento locale delle attività strategiche, quali la programmazione triennale, a programmazione delle risorse turistiche, l’analisi dei mercati, il supporto tecnico-operativo nelle strategie di marketing attuate dai soggetti interessati, la realizzazione di campagne di comunicazione per la diffusione del marchio locale, la realizzazione di materiale informativo, la promozione commerciale del prodotto turistico, agevolando l’incontro tra domanda e offerta;

-          Si deve cogliere l’opportunità di ridisegnare la mappa del territorio turistico locale, partendo dal concetto di prodotto nel rispetto di una corretta applicazione dei principi di sussidiarietà e sano decentramento, scelte che se fatte mirano a fare diventare finalmente questo comparto un fattore strategico nella crescita della economia locale e nella sua riqualificazione.

Tutto ciò premesso dovrebbe portarci a stabilire che è prioritario riqualificare l’offerta in generale, creare la disponibilità di accoglienza a basso impatto ambientale, incentivando la creazione di nuovi impianti turistici, individuando verso le vie del mare le aree di ospitalità di tali strutture, senza tralasciare il recupero dei luoghi tipici, quali masserie e case nel centro storico.

Nell’evoluzione del mercato, con il suo rapido allargamento, è necessario offrire prodotti locali sempre più radicati al territorio e alla tradizione, che obbligano l’ente comunale nella oggettiva necessità di accelerare il processo politico di adeguamento della sua struttura turistica e di creare le condizioni per migliorare la competitività dell’offerta, avendo però chiara la necessità di salvaguardare le tradizioni, la cultura, l’ambiente e il territorio.

Per evitare la proliferazione di iniziative secondo la logica di opportunità e a macchia di leopardo, è certamente più razionale prevedere la costituzione di un unico progetto che vada ad interessare tutti i settori coinvolti nel turismo, dentro ambiti omogenei, capace di aggregare tutti i comparti economici della città.

L’altra priorità è quella di prestare particolare attenzione alla politica dell’accoglienza e dell’offerta, nonché la collocazione dei siti ricettivi in quanto elementi fondamentali per un elevato grado di soddisfacimento del turista, di colui che diventa abitante temporaneo della nostra città.

Questo indirizzo attende dalla politica scelte chiare ed urgenti tese alla tutela dell’interesse collettivo ed allo sviluppo del lavoro e dell’economia cittadina.

Oggi, in considerazione della redazione del PUG, tutto ciò diventa politicamente un atto dovuto alla città e agli operatori turistici vecchi e nuovi; si devono pertanto ricercare all’interno del territorio comunale, delle zone vocate per disegnare la città del turismo.

Oggi il sistema turistico si può identificare in varie tipologie tra cui:

-          congressuale, ricettivo, sociale, rurale, d’arte, culturale, religioso, enogastronomico;

Per soddisfare questo turismo la città ha bisogno di strutture come:

-          alberghi, centri benessere, impianti sportivi, bed and breakfast e agriturismi.

E’ opportuno, in questa fase di studio preliminare, affermare che è comunque prioritario il rispetto dei principi di tutela del territorio e dell’ambiente e che una condivisione politica in fase di redazione di PUG il comparto turistico dovrà conformarsi  ai seguenti principi inderogabili trascritti anche nelle NTA tra i quali:

-          La qualificazione ambientale attraverso architetture tese a valorizzare il rapporto con elementi naturali;

-          La conservazione, l’implementazione e la fruizione di ampi spazi verdi per le attività di tempo libero;

-          Favorire la pedonalizzazione su percorsi naturali;

-          Incrementare la piantumazione degli ulivi; tutelare, implementare e salvaguardare la macchia mediterranea;

-          Migliorare e razionalizzare la viabilità primaria, secondaria e interna ai comparti, razionalizzando al minimo indispensabile l’impermeabilizzazione dei percorsi carrabili;

-          Predisporre in fase progettuale accorgimenti mitigativi dell’inserimento paesaggistico dei manufatti edilizi, anche attraverso l’incremento dell’equipaggiamento arboreo privato;

-          Progetti qualitativi completi degli interventi a costruire in termini di risparmio energetico e autosufficienti con impiego di tecnologie bioedili;

-          Piste ciclabili su percorsi naturali;

-          Percorsi naturalistici, parchi verdi attrezzati;

e quant’altro si rendesse necessario e prioritario ai fini della tutela dell’ambiente e del territorio.

Scelte politiche che, attuate, potrebbero fare diventare il comparto turistico locale un fattore di crescita della economia della nostra città in una logica di interesse ampio e diffuso nel rispetto dell’ambiente.

Commenti 

 
#45 un iscritto pdl 2011-04-28 15:09
a tutti quelli di sinistra:
rispetto il modo in cui si è tenuta la discussione sul tema, ma vi chiedo:
voi amate la nostra città nella misura tale da enunciare anche una sola proposta attuativa che vada nella direzione dei cittadini? se magari l'avete esternatela!! fatela pubblica!! in caso contrario rimmarrete solo dei commentatori delle proposte altrui.saluti.
Segnala all'amministratore
 
 
#44 fierobecco 2011-04-27 16:03
Fa male vedere, il giorno di pasquetta, un intero pulman di stranieri ed un altro di italiani andare in giro chiedendo ai passanti notizie su cosa poter visitare, vista la totale chiusura dei siti e degli enti preposti!
L'unica aperta e operativa, mi è sembrata l'Armida che guidava un gruppo.
Ma,in una città d'arte lo I.A.T. non dovrebbe essere aperto proprio nei giorni di maggiore affluenza(Pasquetta, ecc...ecc....)?????????
Segnala all'amministratore
 
 
#43 un iscritto pdl 2011-04-26 22:02
vi informo che il primo obiettivo è stato raggiunto. la proposta politica è nelle mani dell'onorevole ELVIRA SAVINO.ora tocca alla politica farla propria e condividerla il piu' largamente possibile. speriamo bene. grazie a tutti i commentatori. senza di voi non avremmo raggiunto il primo risultato. spero che a breve ci siano sviluppi positivi,ne ha proprio bisogno CONVERSANO.non facciamo mai mancare la nostra voce anche senza firma va bene lo stesso. saluti.
Segnala all'amministratore
 
 
#42 De Profundis 2011-04-26 18:20
La sera? Io parlavo della giornata intera.
Giunto al pomeriggio s'è visto un po' di movimento.

L'ufficio turistico mi risulta fosse chiuso. Sbaglio ? (la Pro Loco ed Armida?)
Segnala all'amministratore
 
 
#41 tea 2011-04-26 09:13
tea una monopolitana mi unisco al signor monopolitano bravi non sono daccordo con dei profundis lui non è mai venuto a monopoli la sera si che è un mortorio
Segnala all'amministratore
 
 
#40 De profundis 2011-04-26 00:21
Turismo?
Avete visto che mezzo mortorio era la città oggi?
Toccherà traslocare verso Turi o Cellamare
Segnala all'amministratore
 
 
#39 uno di monopoli 2011-04-25 22:41
bravi, se ci riuscirete farete della vostra città il polo culturale attrattivo per tutto il sud-est barese.bravi.
Segnala all'amministratore
 
 
#38 uno calmo 2011-04-25 22:38
per incazzato
tutte le volte che si avvia una attività commerciale nel conto ci si mette sempre il rischio d'impresa.questa è la regola.e comunque sei uscito fuori tema.noi stiamo discutendo della possibilità turistica che la nostra città potenzialmente offre ed ha già.di'la tua.poi mi vengo a prendere un caffe'.
Segnala all'amministratore
 
 
#37 un gruppo di giovani 2011-04-25 10:24
noi abbiamo studiato e ci siamo laureati nel settore turistico nella facolta di RIMINI. è da tanto che aspettiamo sul nostro territorio scelte politiche-turistiche appropriate. organizziamo un convegno e vedremo se la giunta LOVASCIO non ne terrà conto.
Segnala all'amministratore
 
 
#36 x ass.sibilia 2011-04-25 10:18
non le piacerebbe organizzare tanti eventi culturali sapendo di avere un bacino di utenza piu' corposo?
Segnala all'amministratore
 
 
#35 impren. turistico 2011-04-25 10:16
ci basterebbe sapere se l'amministrazione comunale è interessata a far sviluppare questo settore, tanto da non andare altrove ad investire le nostre risorse finaziarie. aspettiamo fiduciosi.
Segnala all'amministratore
 
 
#34 uno di polignano 2011-04-25 10:10
sto seguendo con interesse il vostro dibattito sul tema. devo dirvi che mai avrei potuto immaginare che ci fosse cosi' tanto interesse e competenza, magari l'avvessimo noi a polignano qualcuno che producesse tali proposte senza firmarsi. speriamo che raggiungiate l'obiettivo. auguri.
Segnala all'amministratore
 
 
#33 conversanesinelmondo 2011-04-23 18:21
DA: CONVERSANESI NEL MONDO
NORBA, terra antica, perfetta per un turismo moderno
Tra Castellana e Polignano, è meta ideale per il turismo culturale, accoglie gli appassionati della cultura, della natura e i turisti attirati dalla sua ricca enogastronomia.
A Conversano dal …………….. al …………… il primo workshop turistico
Conversano Ké

Conversano, terra antica di storia e tradizioni, può offrire molto a un turismo moderno, colto, qualificato. Si trova nel cuore della Puglia e comprende la zona delimitata tra i comuni di Turi, Putignano, Castellana, Polignano a Mare, Mola di Bari, Rutigliano e Casamassima. E’ una meta ideale non solo per il turismo culturale, accoglie gli appassionati della natura e i turisti attirati dalla sua ricca enogastronomia.
Tutto è concentrato in una trentina di chilometri quadrati, si percorre da un capo all'altro in mezz'ora d'auto. Far conoscere agli operatori italiani ed esteri il potenziale di questa destinazione privilegiata della Puglia è lo scopo del workshop “ConversanoxkèNo” un club di prodotto. Con un'offerta integrata e con progetti che partono da un partenariato pubblico e privato, Conversano è in grado di calamitare molti flussi turistici generalmente più attratto dalle altre bellezze pugliesi. «La Puglia non è solo Salento, per questo intendiamo dar vita a un sistema turistico che si svolge nel nostro comune e che rappresenta l'inizio virtuoso di un percorso che ha come traguardo un'immagine nuova di tutta la Puglia.
Il programma si articolerà in tre giorni e prevede incontri con una cinquantina di operatori turistici nazionali provenienti da quasi tutte le regioni italiane.
La politica di concertazione darà sicuramente i suoi frutti. Indagini di mercato, perché il nuovo turista si muove sempre con una motivazione e con una giusta politica dei prezzi, ci porteranno a recuperare le quote di mercato perse ogni anno.
Abbiamo potenzialità enormi, spesso non del tutto sfruttate e solo la collaborazione con gli operatori turistici, locali e non, è fondamentale in un'ottica di sviluppo del settore. Per questo vetrine importanti come “Conversanoxkèno” costituiscono un'opportunità concreta per mettere in mostra il patrimonio, artistico, culturale e naturale del nostro territorio.
La realizzazione di questa vetrina rappresenta un traguardo significativo per la promozione del turismo nella nostra Città che mira a valorizzare stabilmente la nostra offerta turistica sia all'estero che nel mercato interno.
Conversano ormai è un territorio maturo dal punto di vista dell'organizzazione turistica per la capacità delle imprese locali per offrire un prodotto spendibile, commerciabile. Conversano ha già una posizione privilegiata e non deve perderla.
Segnala all'amministratore
 
 
#32 iscritto pdl 2011-04-23 15:28
Grazie per i Vs. interventi. La mia è stata solo una provocazione per vedere i risultati. Non essendo iscritto al pdl, adesso si può dire. E' il risultato che conta.
Segnala all'amministratore
 
 
#31 Gianvito F. 2011-04-23 13:14
Io comunque stimo colui che ha redatto questa proposta, ma devo anche denotare che sono "solo" parole e di concreto c'è poco. Tutti vorremmo piste ciclabili ecc., ma poi i progetti si scontrano sempre e comunque con un mare di problematiche. Basti pensare alla piazzetta Tonino Bello ed al comportamento dei residenti!
Segnala all'amministratore
 
 
#30 un iscritto PDL 2011-04-23 12:44
x il sig vito lamaddalena
lei dimentica,forse perchè non ha mai assaporato il gusto di ascoltare le esigenze e le preoccupazioni dell'intera città.il sottoscritto tale soddisfazione l'ha assaporata e le devo dire che il contenuto della proposta altro non è che la volontà della maggioranza dei cittadini conversanesi che hanno a cuore innanzi tutto " LA CULTURA DEL LAVORO ".non credo e non voglio credere che lei pensi che un uomo del pdl non abbia a cuore la tutela del territorio.
penso ogni giorno a far bene il mio lavoro come già faccio da parecchi anni e non ho nessuna intenzione di diventare assessore, anche perchè quelli che ci sono lo fanno già abbastanza bene.ho chiesto solo un dibattito popolare su questo tema e vedo che ci stiamo riuscendo. insistiamo coraggio vedrai che non aspetteremo altri 30 anni!!! saluti.
Segnala all'amministratore
 
 
#29 sabio 2011-04-23 11:26
Finalmente pare che tutto porti ad una soluzione.Se ci lasciamo alle spalle i capricci tutto dovrebbe andare per il meglio. prima di organizzare un Convegno, sarebbe bene sentirci tutti assieme, prima, così da eliminare quelli che "parlano" soltanto e creano inutili situazioni poco opportune. Gli altri, quelli a cui sta a Cuore Conversano potranno ritrovarsi, al di là degli schieramenti politici, ad aiutare Conversano a crescere.
Segnala all'amministratore
 
 
#28 Angelo Lorusso 2011-04-23 11:25
Savio, giusto un appunto.

Avere un'idea, nell'era dell'interconnessione, non è la gran parte del lavoro.

Riuscire a trovare una strada per applicarla, cercando di non ledere i bisogni di vari portatori di interesse, ma appagandone il più possibile... beh, questo richiede un lavoro ben maggiore.

E che non si può fare da un divano, ma è il difficile compito della politica.

A volte si parla di questa parola senza comprenderne appieno le difficoltà.
Segnala all'amministratore
 
 
#27 CONVERSANESI 2011-04-23 11:09
I GIOVANI PROGETTANO IL TURISMO LOCALE


Il progetto per lo sviluppo del Sistema Locale del Turismo, prevede la stretta collaborazione tra pubblico e privato nello sviluppo turistico di Conversano. Il termine a cui si fa riferimento, ‘Sistema’ allude all’idea precisa di creare una rete, in cui ogni aspetto del turismo conversanese, che sia culturale, balneare, enogastronomico, religioso, possa giocare di squadra e offrirsi all’utente come corpo unico. Ognuno di questi tavoli tematici, ognuno con un budget autonomo, sarà affidato ai giovani del progetto, ad imprese private e alle associazioni di categoria, e convergerà in un unico organismo di guida affidato alla partnership pubblica.
Segnala all'amministratore
 
 
#26 T.C.T. 2011-04-23 11:07
Un progetto sul turismo locale e l’occupazione giovanile

Operatori turistici e Amministrazione Comunale finalmente insieme per cercare di migliorare e sviluppare la competitività turistica del territorio.
La necessità è quella di un accordo tra vari rappresentanti di strutture ricettive, operatori del settore turistico ed associazioni di categoria locali, di un protocollo cioè, che vede Amministrazione, mondo del Turismo e Commercio ed uno staff di giovani esperti del settore lavorare insieme per progettare un nuovo modello di sviluppo turistico.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI