Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

"STANCHI DELLA POLITICA DELLE CHIACCHIERE"

laruccia-conversano

I Popolari per il Sud manifestano forte preoccupazione per quanto accaduto nelle sedute di consiglio comunale del 18 e del 20 aprile scorsi. Il 18 aprile il Consiglio ha approvato il primo adempimento al Putt paesaggio del Pug. Questo è un passaggio importante perché consente di confrontare la vecchia cartografia del paese con la nuova. Preoccupa molto la fretta con la quale la maggioranza di centrodestra ha voluto approvare la variante nonostante i macroscopici errori emersi dalla verifica delle cartografie.

Il primo errore ha riguardato tutta la fascia dei terreni agricoli compresi tra via Turi e via Castellana, vicini alla circonvallazione. Questi terreni erano E2 (verde agricolo speciale) nel Prg vigente mentre sono stati trascritti E1 (verde agricolo) nelle “tavole” nuove. La differenza è enorme: negli E2 è quasi impossibile costruire, negli E1 si può invece costruire. L’altro errore ha riguardato una strada di Prg in via Sacco e Vanzetti, dove addirittura si è edificato. Altro errore ancora, il dimezzamento di un’area pubblica nella 167,

con una zona a servizi che risulta in parte occupata dal cemento. Questi errori sono emersi grazie al confronto politico avuto in consiglio comunale ed è stato possibile correggerli con l’approvazione di tre emendamenti. Peccato però che il centrodestra abbia voluto approvare in fretta la variante, senza approfondire tutte le tavole cartografiche che probabilmente da una lettura più attenta e puntuale può portare alla luce altri errori. A pensare male si fa peccato, ma qualche volta ci si azzecca…

Il PpS nelle scorse settimane è stato consultato dal Pdl per un percorso comune, per questo dice in primis al Pdl e poi a tutte le forze politiche che il Pug e lo sviluppo del paese vanno affrontati con senso di responsabilità e serietà. In questa fase bisogna cancellare ogni ombra, ogni dubbio. Bisogna dare ai cittadini segnali chiari e trasparenti, coinvolgendoli nelle decisioni. Cosa penseranno i conversanesi quando verranno a conoscenza di questi 3 errori? Quali strumenti il Comune e la politica mette loro a disposizione per verificare che i loro diritti siano tutelati? Nel passato il Piano regolatore ha arricchito pochi e impoverito tanti: dobbiamo evitare che questa storia si ripeta, per questo chiediamo una nuova verifica delle cartografie. La nuova Pianta di Conversano sulla quale disegnare il nuovo Pug deve essere “nitida”.

Infine, un appunto sulla sanità. Il pomeriggio di mercoledì è saltata la seduta di consiglio comunale che doveva affrontare l’emergenza sanitaria con la progressiva chiusura di reparti e ambulatori nell’Ospedale Florenzo Jaia, non ultimi la soppressione dei servizi notturni al Pronto Soccorso e alla Radiologia e Tac. Il PpS stigmatizza il comportamento dei consiglieri di maggioranza e opposizione assenti e richiama tutti al massimo senso di responsabilità. A poco serve chiamare a raccolta e consultare il PpS e gli altri partiti se poi quando si adottano provvedimenti importanti per il presente e il futuro di Conversano, come il Pug, si fanno queste fughe in avanti. E poi quando si deve fare qualcosa per l’Ospedale addirittura non ci si presenta in consiglio. È l’ora di dire basta a questi comportamenti. Al Pdl e agli altri partiti diciamo che

il PpS è disposto ad avviare un percorso di condivisione politico-programmatica, ma solo con quelle forze politiche che sapranno dimostrarsi responsabili e serie. Partiti che alle parole e ai documenti facciano seguire comportamenti coerenti. Siamo stanchi della politica delle “chiacchiere” e delle furbizie.

 


Il segretario sezionale
Giovanni Laruccia

Commenti 

 
#6 il conversanese 2011-04-27 17:26
condivido la preoccupazione del segretario Laruccia e dei Popolari per il Sud. Ritengo che sul Piano regolatore i cittadini debbano essere informati e che sulla storia dell'Ospedale si potrebbe fare qualcosa di più.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Sarcozzì 2011-04-27 10:04
Voglio che se ne vada al più presto questo governo[mod]

Italia-Francia 1-4

- Nucleare rimandato (centrali e combustibile ce lo vende Nicolas)
- Latte
- Bombardamenti a 1 milione a bomba "intelligente" e non parliamo degli effetti collaterali (vista la precisione)
- Immigrati: Schengen come lo vuole Nicolas

Noi ci consoliamo l'appoggio a Draghi presidente BCE (ma solo perché poi Tremonti vuole fare le [mod]sue senza ostacoli)

Segnala all'amministratore
 
 
#4 un iscritto pdl 2011-04-26 19:13
ma lei che cosa vuole dalla politica
Segnala all'amministratore
 
 
#3 iosud 2011-04-26 18:51
La città che vorremmo.
La strada dell’unità e della condivisione, della progettualità urbanistica e della solidarietà sociale, del dialogo tra l’amministrazione politica e la cittadinanza resta l´unica via che conduce ad una piena soddisfazione dell’intera comunità che, se non é totalizzante, almeno traccia il giusto indirizzo da perseguire permettendo di ottenere, in linea generale e in modo piú semplice, condizioni di vivibilità e di crescita migliori.
Tutti questi buoni propositi nella nostra città, purtroppo, spesso e volentieri, restano disattesi.
Il Consiglio comunale deve essere il motore delle scelte non deve rincorrere assolutamente le decisioni già prese. Il pubblico deve guidare il privato non il contrario, é questa l’unica ricetta possibile.
L’assessore regionale ha detto che i Pug (Piani Urbanistici Generali) “vanno fatti attraverso la pianificazione, l’unica via che permette di cogliere le necessità e i bisogni dei cittadini. Pianificare significa ritornare all´interno dei confini urbani, smetterla con l´ampliamento ad oltranza, con la continua ed insistente invasione dei terreni agricoli, altrimenti causeremmo dei gravi problemi anche dal punto di vista economico”.
Quello di cui necessita Conversano é un patto per l´urbanizzazione che coinvolga la parte sana della città percorrendo la strada di un´urbanizzazione rispettosa di diritti e doveri. La parola d’ordine per il raggiungimento di questi obiettivi resta quindi quella della partecipazione collettiva.
Ma da quanto abbiamo visto, chissà perché, pare che qualcuno “abbia fretta” di mettere le mani su tutto.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 iome 2011-04-26 16:41
bravo Laruccia. Ma la politica è politica, but business is business.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 falchi & colombe 2011-04-26 15:16
bene segretario Laruccia e come anche e solo altri dicevano ed inistevano in consiglio, mi hanno riferito che solo i consiglieri dell'UDC e SEL si opponevano con forza e con precise argomentazioni, di orrori ce ne sono molti altri ad esempio: riapposizione del vincolo intorno al depuratore ( ma se quello era stato oggetto di variante ora cosa è stata approvata una variante alla variante?), poi la fascia di rispetto intorno al santuario di Santa maria dell'Isola perchè si era ridotto per puro caso come la E2 che era diventata E1 ; inoltre guardate cosa è successo in contrada Boschetto ove il vecchio prg prevedeva un rondò a circa 800 - 900 mt dal centro abitato ora quel rondò viene riproposto spostato su altra proprietà, deviando la strada forse per salavare gli interessi di qualcuno... è facile verificare anche questo. Di cose modificate spiace dirlo ce ne sono diverse e non pare che qui bisogna procedere solo con le osservazioni.. se quel che si vede è diffuso siamo in presenza di altro.... e poi via Castellana altre strane imprecisioni...Si dice inoltre che un noto ragioniere commercialista stava e stà seguendo alcune operazioni di compravendita nella zona via Turi via castellana su incarico di alcune società create negli ultimi tempi. sarà verò?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI